Chiude il Conto Rossonero: soldi non reclamati all’associazione Lanciano Rossonera

Il 5 luglio sarà chiuso definitivamente il Conto Rossonero attivato un anno fa per raccogliere fondi per l’iscrizione in Serie D di una squadra di Lanciano dopo il forfait della Virtus. In cassa ci sono ancora circa 600 euro che non sono stati reclamati dai sottoscrittori.




Chi rivuole i soldi versati può contattare direttamente Enrico Ciannamea, che si era fatto carico di intestarsi il conto. In seguito all’esito negativo dell’iniziativa, era subito iniziata la restituzione delle sottoscrizioni, previa esibizione della ricevuta, sia di quelle versate direttamente in banca sia di quelle fatte al banchetto lungo corso Trento eTrieste.




In molti, dopo il fallimento dell’iniziativa per l’iscrizione in Serie D, avevano girato il proprio contributo all’associazione Lanciano Rossonera. Perciò, quello che non sarà ritirato nelle prossime settimane, verrà versato all’associazione nata con l’obiettivo di far rinascere il calcio lancianese.

Ex rossoneri in tutte e quattro le squadre promosse dalla Lega Pro in B

Ognuna delle quattro squadre promosse quest’anno dalla Lega Pro in Serie B ha avuto almeno un ex Lanciano in campo o in panchina. Con la finale giocata a Firenze che ha concluso i play off, è salito nella divisione cadetta anche il Parma di Roberto D’Aversa, allenatore della Virtus per un anno e mezzo fino al gennaio 2016.




Il Parma di D’Aversa in rosa aveva anche Leonardo Nunzella, difensore rimasto anch’egli a Lanciano per una stagione e mezza fino al 2014-2015, e Davide Sinigaglia, attaccante che ha militato in rossonero dal gennaio 2010 fino a fine campionato.

Nicola Ferrari

Nella Cremonese che ha vinto il girone A ha giocato 37 partite, segnando un gol, Simone Salviato, difensore arrivato nel gennaio 2016 dal Bari alla Virtus. Nel Venezia, che oltre a imporsi nel raggruppamento B ha alzato la Coppa Italia di Lega Pro, c’era Nicola Ferrari: con i lagunari il centravanti rossonero del campionato 2015-2016 ha giocato 27 partite e realizzato 4 reti.




Di militanza meno recente sono invece gli ex che hanno contribuito al ritorno del Foggia tra i cadetti dopo un’assenza ventennale: Vincenzo Sarno e Cosimo Chiricò, già promossi in B con la Virtus nel 2011-2012, e il portiere Enrico Guarna che ha giocato al Lanciano dal 2005 al 2007.

Vincenzo Sarno (da foggiacalcio1920.it)

Annullato Daspo dato a tifoso lancianese in occasione di Marcianese-San Vito 83





Il Tar di Pescara ha accolto la richiesta di sospensiva del Daspo emesso nei confronti di un tifoso lancianese che aveva acceso un fumogeno in occasione della partita Marcianese-San Vito 83 giocata allo stadio Biondi: a darne notizia è il portale Sportpeople, il quale riferisce che secondo il Tar «come osservato dalla difesa, il Daspo non costituisce un automatismo e che quindi bisogna valutare in concreto se il comportamento è stato o meno pericoloso, cosa che nel caso di specie non lo era».

I tifosi del settore sud durante la partita col San Vito 83





Il Francavilla di Montani non sale in D e non libera un altro posto in Promozione





Il Francavilla allenato dall’ex rossonero Fabio Montani esce sconfitto dalla doppia finale per la Serie D con il Fabriano Cerreto: dopo lo 0-0 dell’andata, l’1-1 di oggi al Valle Anzuca promuove i marchigiani. La vittoria dei giallorossi avrebbe liberato un posto in più nelle categorie inferiori, aumentando così le possibilità di ripescaggio del Lanciano in Promozione. Tuttavia il club abruzzese avrebbe buone possibilità di venire ripescato nella divisione interregionale nel caso ne facesse richiesta.

Fabio Montani nella finale di andata (dalla pagina Fb ASD Fabriano Cerreto)

L’ultima squadra di Prima Categoria che acquisisce il diritto a salire in Promozione è invece il Piano della Lente. I teramani hanno superato 3-1 il Sant’Anna Chieti nella terza giornata del triangolare: le due squadre hanno 3 punti come lo Sportland Celano, ma la differenza reti arride ai teramani. Il Piano della Lente in Promozione è destinato al girone A: nel caso il Lanciano venisse ripescato, non sarà quindi nello stesso girone.



Baroni in A: con Di Francesco un altro ex Lanciano in panchina nella massima serie





Marco Baroni vince  la sfida tra ex allenatori del Lanciano per il passaggio in Serie A contro Fabrizio Castori: il Benevento del tecnico fiorentino si aggiudica la finale dei play off di B ai danni del Carpi, e al momento è uno dei due mister con un passato in rossonero che, nella stagione 2017-2018, dovremmo vedere su una panchina della massima divisione.

Di Francesco durante un’amichevole nel ritiro di Caramanico

Nella prossima Serie A infatti ci sarà sicuramente Eusebio Di Francesco, che ha iniziato la sua carriera da allenatore proprio con la Virtus Lanciano nel 2008-2009. L’esperienza di Di Francesco in rossonero non fu tuttavia felicissima, in quanto si concluse con l’esonero a fine gennaio.




Dopo Lanciano però Di Francesco è stato promosso in B col Pescara, e soprattutto col Sassuolo in A, contribuendo a consolidare il club emiliano nella massima serie. Il tecnico abruzzese ora è a un passo dalla panchina della Roma, club nel quale ha militato da calciatore tra il 1997 e il 2001: l’ingaggio ufficiale è ormai una formalità legata alla risoluzione del rapporto con il Sassuolo.

L’allenatore della Virtus con la squadra nel dopo partita

Anche Baroni è praticamente “esploso” come allenatore a Lanciano: dopo gli anni alle giovanili di Siena e Juventus, nel 2013-2014 ha guidato la Virtus al miglior risultato della sua storia (decimo posto in B a 2 punti dai play off). Anche Baroni, come Di Francesco, non si è lasciato benissimo con la piazza rossonera: per una serie di incomprensioni nei successivi incontri da allenatore del Pescara contro la Virtus fu contestatissimo dai tifosi frentani.




Tuttavia l’ex difensore del Napoli di Maradona negli ultimi due anni ha avuto modo di dimostrare il proprio valore nel torneo cadetto: l’anno scorso ha giocato i play off con il Novara, e quest’anno li ha vinti con il Benevento. In caso di conferma Baroni avrebbe la prima vera opportunità in A, dopo la breve esperienza a Siena, “in prestito” dalla Primavera, nel 2009.

Baroni nella sala stampa del Biondi in uno dei primi giorni a Lanciano

Gli ex Lanciano nei play off di B e Lega Pro: 0-0 tra Castori e Baroni; D’Aversa, Mezavilla e Padovan alla final four di Firenze

È finita a reti inviolate la finale di andata dei play off di Serie B che vede opposti il Carpi di Fabrizio Castori (che era squalificato) e il Benevento di Marco Baroni (che schiera in porta Alessio Cragno). La terza squadra promossa in Serie A verrà decisa nella gara di ritorno in programma giovedì in Campania.




In Lega Pro oggi invece sono state decise le quattro squadre che dal 13 al 17 giugno si affronteranno nelle semifinali e nella finale che si giocheranno, tutte in gara unica, all’Artemio Franchi di Firenze. Il quarto club che dalla terza serie nazionale salirà nel torneo cadetto quest’anno viene infatti stabilito con la novità di questa final four.

Adriano Mezavilla (foto da radiogold.it)

Nel pomeriggio l’Alessandria di Adriano Mezavilla ha battuto il Lecce 5-4 ai calci di rigore. L’ex rossonero è il vicecapitano dei grigi, con cui gioca dal 2014: a riposo nella partita di andata, stavolta è rimasto in campo 120 minuti. I piemontesi nella semifinale del 13 giugno se la vedranno con la Reggiana.




I granata hanno infatti eliminato il Livorno di Manuel Giandonato, che però nella partita pareggiata 2-2 a Reggio (nonostante i toscani vincessero 0-2) è rimasto in panchina. All’Ardenza il Livorno aveva perso 1-2, e neanche allora è entrato in campo Giandonato, che ha comunque collezionato due presenze nei play off dopo le 15 in campionato.

Stefano Padovan (dalla pagina Facebook Pordenone Calcio)

Il Pordenone di Stefano Padovan taglia fuori il Cosenza di Giorgio Capece e stacca il biglietto per Firenze dopo l’1-0 dell’andata e lo 0-0 di stasera in Calabria. Nella gara del San Vito Padovan è entrato al 42’ del primo tempo per sostituire un compagno infortunato; Capece è rimasto in panchina. L’ex ascolano non ha mai giocato nei play off dopo le 21 presenze nella stagione regolare, mentre Padovan ha preso parte a 17 incontri di campionato (segnando 3 gol) e a 3 dei play off.




Il Pordenone a Firenze affronterà il 14 giugno il Parma di Roberto D’Aversa, che da dicembre allena i gialloblù. Gli emiliani con un doppio 2-1 hanno eliminato la Lucchese che aveva uno dei suoi uomini di punta nel centravanti Gianmarco De Feo, 34 presenze e 9 gol in campionato, e 4 gare senza reti nei play off (stasera è uscito a metà secondo tempo). Nella rosa del Parma, pur non avendo presenze nei play off, ci sono invece Leonardo Nunzella, 31 gare nella stagione regolare, e Davide Sinigaglia, due scampoli di gara in campionato dall’ingaggio a febbraio.

Roberto D’Aversa (foto da parmacalcio1913.com)

Il Piazzano vince i play off di Prima e sale in Promozione

Il Piazzano, vicecapolista del girone B di Prima Categoria, passa in Promozione attraverso i play off. I biancorossi, passati direttamente alla seconda fase grazie al distacco sulla terza classificata, hanno bissato la vittoria dell’andata in casa dei pescaresi della Fater Angelini: a Montemarcone la squadra allenata da Angelo Bisci si è imposta 3-0 con reti di Emilio Pasquini, Luigi Ceccarossi e Francesco Pierri.





I biancorossi del presidente Camillo Giangiordano escono così vincitori dall’ultima fase degli spareggi e accedono alla seconda divisione regionale: se il Lanciano sarà ripescato, e verranno utilizzati i criteri soliti per comporre i due gironi della Promozione abruzzese, si ritroverà nello stesso gruppo del Piazzano (vedi le ipotesi di girone), come già quest’anno la Marcianese nel campionato di Prima Categoria.

I piazzanesi festeggiano la Promozione (foto di Antonio Calabrese per Abruzzowebtv.it)

L’ultima squadra che salirà dalla Prima Categoria sarà decisa invece domenica prossima, quando si gioca l’ultima gara del triangolare che include Sant’Anna, Sportland Celano e Piano della Lente. Devono affrontarsi i chietini del Sant’Anna, che nelle prima giornata ha battuto 2-1 i celanesi, e il Piano delle Lente, sconfitto oggi 1-0 proprio dai marsicani.




Il Sant’Anna, che si è piazzato al secondo posto nel girone C di Prima, sembra quindi favorito per salire in Promozione: anche questa squadra, nel caso vincesse i play off e i rossoneri venissero ripescati, verrebbe inserita nello stesso girone del Lanciano.

Castori vs Baroni: con Carpi-Benevento due ex Lanciano si sfidano per la Serie A





Saranno due ex allenatori rossoneri a sfidarsi per la promozione in Serie A: nella finale dei play off di Serie B (andata domenica 4 e ritorno giovedì 8 giugno) si affrontano il Carpi di Fabrizio Castori e il Benevento di Marco Baroni. I biancorossi ieri, dopo lo 0-0 dell’andata, hanno espugnato Frosinone con una vera e propria impresa: nonostante fosse rimasta in 9 contro 11, la squadra di Castori ha vinto 0-1. Stasera invece gli uomini di Baroni hanno pareggiato 1-1 al Curi, contro il Perugia sconfitto 1-0 a Benevento.




Castori, nato a San Serino Marche nel 1952, ha allenato il Lanciano nel 1998-99 vincendo campionato e scudetto dilettanti, e tra il 2000 e il 2003 conquistando una promozione in C1 e l’accesso ai play off per la B. Baroni, fiorentino classe 1963, è stato il tecnico della Virtus nella Serie B 2013-2014, conquistando il piazzamento più alto nella storia del calcio lancianese.



Play off di Prima Categoria: Piazzano prenota un posto in Promozione





Il Piazzano espugna il campo Febo-Ex Gesuiti di Pescara superando 1-2 la Fater Angelini Abruzzo nell’andata della doppia sfida che mette in palio l’accesso in Promozione: nel ritorno in programma tra sette giorni a Montemarcone i biancorossi avranno così due risultati su tre a disposizione per festeggiare il salto di categoria.

La festa di giocatori e tifosi piazzanesi a Pescara dopo il novantesimo


A firmare la vittoria del Piazzano sono stati due dei giocatori più rappresentativi della squadra allenata da Angelo Bisci: il capocannoniere del girone B Francesco Pierri e Mattia Bussoli, che nella stagione regolare hanno messo a segno rispettivamente 31 e 20 gol.



Play off per la Promozione, ecco gli accoppiamenti finali: Piazzano sfida la Fater





Due vittorie e due pareggi nei play off di Prima Categoria completano il quadro delle cinque squadre che si contenderanno altri due posti nel campionato di Promozione 2017-2018: dalla prossima settima si giocano infatti le “semifinali”, diventate di fatto “finali” in quanto i posti per la categoria superiore sono diventati due.

Real Carsoli e Sportland Celano prima del fischio d’inizio (dalla pagina Fb dello Sportland)

Nel raggruppamento B, dove ha militato la Marcianese Lanciano, il Piazzano è andato direttamente al turno successivo in quanto ha staccato di 12 punti le terze classificate. I biancorossi affronteranno la Fater Angelini, con andata a Pescara domenica prossima e ritorno a Montemarcone il 4 giugno. L’altro posto sarà aggiudicato con un triangolare: nella prima gara di questa sfida a tre i chietini del Sant’Anna ospitano lo Sportland Celano; il Piano della Lente inizia col riposo, mentre nella seconda giornata sta fermo chi ha vinto la prima gara o, in caso di pareggio, ha giocato in trasferta.




Risultati delle finali di girone dei play off
girone A: Real Carsoli-SPORTLAND CELANO 1-2
girone C: SANT’ANNA-Scafa Cast 2-0
girone D: PIANO DELLA LENTE-Atletico Lempa 0-0
girone E: FATER ANGELINI-Hatria 1-1

Chi perde il treno di questi play off, per salire di categoria dovrà cercare di salire su quello dei ripescaggi, strada che tenterà anche il Lanciano appena rifondato grazie al titolo sportivo della Marcianese. Per i rossoneri le possibilità rischiano di essere poche, considerati i punti che nella graduatoria dei ripescaggi vengono assegnati con partecipazione ai play off, piazzamento in campionato e Coppa Disciplina, tutte voci dalle quali i frentani raccolgono zero!

Fater Angelini e Hatria sul campo dove sarà di scena il Piazzano domenica

Ad ogni modo il numero delle squadre da ripescare dipenderà da quanti club daranno forfait nelle categorie superiori. Tra l’altro non è detto che tutte le formazioni arrivate ai play off avanzino l’istanza per essere ammesse in Promozione: l’anno scorso a fare domanda di ripescaggio furono in sei per due posti disponibili, poi diventati inaspettatamente tre poco prima dell’inizio del campionato. Teoricamente al momento tutte e cinque le squadre qualificate alle semifinali-finali dei play off di Prima Categoria sarebbero davanti al Lanciano 1920, oltre al Real Carsoli che pure sarebbe tra le favorite.




Su questo argomento ti può interessare anche…
Il prossimo campionato del nuovo Lanciano: ipotesi con e senza ripescaggio