Multa di 300 euro all’Atessa Mario Tano per le bombe carta lanciate dai tifosi

Per quanto accaduto durante l’incontro di sabato scorso con il Lanciano, la società dell’Atessa Mario Tano ha ricevuto una multa di 300 euro dal giudice sportivo «per aver propri sostenitori introdotto ed utilizzato, nel corso della gara, materiale pirotecnico (bombe carta) nel proprio settore, senza conseguenze».




Dopo la quinta giornata di campionato non si registrano calciatori squalificati nel girone B di prima Categoria. L’unica sanzione è quella nei confronti del dirigente del Roccaspinalveti, Maurizio Passucci, che ha ricevuto un’ammonizione e diffida.

TUTTA LA QUINTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

In Coppa Atessa a valanga sul Paglieta, San Vito e Athletic Lanciano ko, ortonesi corsari in casa dell’Orsogna





L’Atessa si assicura praticamente il passaggio al terzo turno di Coppa Abruzzo battendo 6-0 nell’andata del secondo turno il Paglieta, che domenica sarà ospite del Lanciano al Biondi nella sesta giornata di campionato. Sugli scudi Ammar Barry, 19enne attaccante guineano che già è sceso in campo sabato in campionato contro il Lanciano: oggi è stato autore di una tripletta, dopo che lunedì, con la Juniores, era andato a segno due volte.

Il San Vito viene sconfitto 2-0 dal Vasto Marina, che a differenza dei biancazzurri porta in campo buona parte dei titolari abituali, anche se tra i pali schiera il 53enne Battista. I sanvitesi subiscono il primo gol da Giuseppe Letto, anch’egli in rete due giorni fa con la Juniores.

L’undici titolare del San Vito 83 sceso in campo a Vasto (foto Vasport.it)

Gli ospiti contestano non poco l’arbitraggio, soprattutto in occasione del raddoppio biancorosso, quando un fallo reclamato ma non sanzionato avvia l’azione che si è conclude con una punizione sull’altro fronte, battuta d’astuzia e trasformata in rete da Admir Vasiu.

L’Atletico Cupello supera lo Scerni in una gara sempre in bilico, con i padroni di casa prima in vantaggio con Giuseppe Luciano e rimontati dalle reti di Mario D’Ercole e di Domenico Ferrazzo su rigore; il controsorpasso rossoblù arriva nella ripresa con Eriberto Ottaviano e Nicholas Buda.

Orsogna e Virtus Ortona sul campo di Canosa

Nella gara ospitata a Canosa Sannita, l’Orsogna cade per mano della Virtus Ortona, trascinata dal cannoniere Antonio Del Peschio, che con una rete per tempo mette i gialloverdi in una posizione di vantaggio per passare il turno. A tenere accese le speranze degli azzurri è l’altro “fromboliere” della gara, il centravanti azzurro Simone Di Nardo, che accorcia le distanze proprio allo scadere.

Sconfitte di misura per Athletic Lanciano e Trigno Celenza: i rossoneri a pochi minuti dal termine prendono il gol della sconfitta in casa del Giuliano Teatino, vicecapolista del girone C di Prima; i celenzani invece tornano sconfitti da San Buono 2-1, unica formazione di Seconda che affrontava una squadra del girone B, nonostante il vantaggio su rigore siglato da Cristian Antenucci.




LE PARTITE DELLE SQUADRE DEL GIRONE B IN COPPA ABRUZZO

ATESSA MARIO TANO-PAGLIETA 6-0
ATESSA MARIO TANO Scutti, Spinelli, Zinni, Djolo (25’ st Sciarrino), Di Rocco, Russi, Barry, Iannone (11’ st Marcucci), Staniscia (23’ st Del Roio), E. Russi, Caruso. A disposizione: Iachini, Mainella, Vitullo, Manzone. Allenatore: Gabriele Farina
PAGLIETA Di Virgilio, Di Nella, Romagnoli, Cianfrone, Cancellier, Remigio, Di Nucci (10’ st Di Paolo), Tundo, Di Florio (19’ st Bevilacqua), M. Bosco. Allenatore: Gianluca D’Onofrio
ARBITRO Jacopo Di Michele di Chieti
RETI Barry (tripletta), E. Russi, Djolo e Staniscia
AMMONITO Bevilacqua del Paglieta

ATLETICO CUPELLO-SCERNI 3-2
ATLETICO CUPELLO Berardi, Luciano (18’ st Buda), M. Marchesani (14’ st Croce), Ottaviano, Del Bonifro, Ruzzi, Marino, Argirò, Marzocchetti (42’ st N. Marchesani), Colaiacovo (9’ st Antenucci), Forte (25’ st Ferrara). A disposizione: Mainardi. Allenatore: Loris Carbonelli
SCERNI Lanci, Zinni, Pollutri, Matt. D’Ercole (1’ st Cognata), Ciancaglini, Napolitano (27’ st Gattafoni), Mar. D’Ercole (23’ st E. Di Virgilio), Pomponio (7’ st Di Candido), Ferrazzo, Farina, Marrollo (7’ st Erragh). A disposizione: C. Di Virgilio. Allenatore: Nicola Di Martino
ARBITRO Lorenzo Vitelli di Vasto
RETI 6’ pt Luciano (A), 12’ pt M. D’Ercole (S), 26’ pt Ferrazzo (S, rig.), 10’ st Ottaviano (A), 30’ st Buda

GIULIANO TEATINO-ATHLETIC LANCIANO 1-0
ATHLETIC LANCIANO Del Bello, Di Santo, L. Aielli, Valentini, Rota, Di Lorenzo (Scopinaro), Morena (Schiarizza), Ciarelli, Rapino (Menna), Pagano, Giancristofaro (Di Camillo). Allenatore: Matteo Pasquini
ARBITRO Jacopo Fabrizio di Vasto
RETE 43’ st Fregosi

ORSOGNA-VIRTUS ORTONA 1-2
ORSOGNA Pichiecchio, Caggianella, Lasalandra, Pierantoni, Cianci, Abbonizio (16’ st Valentini), Iarlori, Daja, Sferrella, Barone (16’ st Di Piero), Di Nardo. A disposizione: Lanci. Allenatore: Paolo D’Orazio
VIRTUS ORTONA Vitale, Altobelli, D’Alessandro, Di Salvatore (10’ st 16), Luciani, Giammarino (25’ st 13), D’Aloisio, Ranalli, Del Peschio, Leone (20’ st 15), Grossi. A disposizione: Nardone, Pedico, Pantalone, Fedele, Di Nenno, Hamza. Allenatore: Alessandro Segalotti
ARBITRO Loris Carlini di Lanciano
RETI 15’ pt e 12’ st Del Peschio, 44’ st Di Nardo

SAN BUONO-TRIGNO CELENZA 2-1
ARBITRO Riccardo D’Adamo di Vasto
RETI C. Antenucci (T, rig.), Sambrotta (S), Suriano (S)

VASTO MARINA-SAN VITO 83 2-0
VASTO MARINA Battista (25’ pt F. Villamagna), Piermattei, Nocciolino (12’ st Fontana), Travaglini, Marcovicchio, Di Lillo (35’ st Antonino), Di Gennaro, Napoletano, Natarelli (1’ st Vasiu), Di Vito, Letto (28’ st Marinelli). A disposizione: Ciccarone, Iarocci. Allenatore: Luigi Ascatigno
SAN VITO 83 Ezzaki, Toppeta (1’ st F. Labbrozzi), L. Lanci, Sanyang, Bocconcella (14’ st Di Battista), Marconetti, M. Labbrozzi (24’ st Mattucci), A. Lanci, Moretti, Di Renzo, Manneh (1’ st Montebruno). A disposizione: A. Catenaro, V. Catenaro
ARBRITRO Francesco Colanzi di Lanciano
RETI 33’ pt Letto, 45’ st Vasiu
AMMONITI Marcovicchio del Vasto Marina, Toppeta, M. Labbrozzi e Moretti del San Vito 83





LE ALTRE PARTITE DEL SECONDO TURNO DI COPPA ABRUZZO
GARE ANDATA-RITORNO
(ritorno mercoledì 22 novembre 14:30)
Alba Tortoreto-Nereto 3-4
Atletico Francavilla-San Donato 2-4
Bisenti-Cermignano (giovedì 18:30)
Casalincontrada-Sant’Anna 4-2
Elicese-Loreto Aprutino (giovedì 19:30)
Federlibertas Bugnara-Ovidiana 3-1
Genzano-Il Moro Paganica Aquilana 2-3
Insula Falchi-Torricella Sicura 4-0
Lo Schioppo-San Benedetto Venere (18:30)
Miano-Pro Nepezzano 2-2
Palena-Sporting Altino 3-0
Pro Celano-San Pelino 1-1
Quadri-Dinamo Roccaspinalveti 3-5
Real Castellalto-Castelnuovo Vomano 3-4
Tornimparte-Villa Santangelo 5-1
Varano-Giulianova Annunziata 2-1
Villa Bozza Montefino-Hatria 2-1
Villa San Sebastiano-Real Carsoli 3-6
Villanova-Cepagatti 4-2
Virtus Pescara-Verlengia 3-1
Vis Montesilvano-Castellamare Pescara Nord 0-1
TRIANGOLARI
(18 ottobre; 15 novembre; 22 novembre)
Popoli-Scafa Cast 0-1 (riposava Cugnoli)
Atri-Silvi 1-2 (riposa Casoli)

Di Nucci (Paglieta): «Pronti a sudare sette camicie per salvarci»

Intervista al presidente dei biancazzurri che domenica sono ospiti del Lanciano al Biondi: la squadra dopo cinque giornate è terzultima e ancora a secco di vittorie, ma paga un po’ di sfortuna e quale infortunio di troppo




Filippo Di Nucci, è deluso per questo avvio di campionato del Paglieta?
«Purtroppo abbiamo avuto un po’ di problemi a livello fisico, e anche domenica a Lanciano ci presenteremo con una squadra rimaneggiata. La fortuna poi non ci ha aiutato: nella prima partita abbiamo sbagliato un rigore al novantesimo, e nella seconda invece abbiamo perso proprio per un rigore a un quarto d’ora dalla fine. Perciò credo che la classifica attuale non rispecchi il reale valore del Paglieta».

Ad ogni modo in estate la squadra è stata rinforzata per puntare a una salvezza tranquilla.
«L’obiettivo all’inizio era quello, però adesso bisogna fare i conti con la realtà: i numeri dicono che siamo sotto e che bisogna sudare per risalire la classifica. Andiamo avanti domenica per domenica. Adesso abbiamo due partite sulla carta proibitive, con Lanciano e poi con Atessa, ma dobbiamo cercare di raddrizzare la rotta quanto prima».

Il presidente del Paglieta Filippo Di Nucci (immagine da Abruzzowebtv.it)

Quindi la lotta per non retrocedere sarà più dura del previsto?
«Che non sarebbe stata facile comunque lo sapevamo. All’inizio veniva dato per spacciato il Tre Ville, che ora è stata rinforzato e affidato a un allenatore che conosce bene la categoria (l’ ex Marcianese Antonio Bucci, ndr), e quindi sicuramente anche loro lotteranno fino alla fine. Altre formazioni, come Fresa, Roccaspinalveti o Trigno Celenza, sulla carta forse sono meno forti dell’anno scorso, ma sono sempre campi sui quali è difficile per tutti fare punti. Alla fine ci sono 4-5 squadre agguerrite compreso il Paglieta, e dovremmo sudare sette camicie per salvarci».

Soddisfatto del seguito che avete nel paese?
«Siamo una realtà di 4.300 abitanti, dove esistono anche società di pallavolo e calcio a 5, e noi abbiamo anche una squadra Giovanissimi e una scuola calcio affiliata al Carpi. La domenica al campo però un centinaio di persone che ci sostengono vengono sempre, e di questo non possiamo lamentarci».




Da quanto tempo lei è alla guida del club?
«Ho iniziato venti anni fa come fisioterapista, e sono presidente per la quarta stagione. Nell’organigramma della nostra società siamo in tre, anche se ogni anno cerchiamo di trovare nuovi soci e nuovi appoggi. La situazione è quella che è, ma questa squadra esiste da 50 anni, e non ho nessuna intenzione di essere quello che la vedrà chiudere!».

Serve tanta passione quindi per portare avanti una squadra come il Paglieta…
«Fare il dirigente qui significa fare anche il segretario, preoccuparsi della lavanderia, curare il campo e gli spogliatoi, far fronte ad eventuali emergenze: un po’ tutto quello che c’è da fare, insomma. Ma lo facciamo sicuramente con tanta passione che poi vogliamo trasmettere ai ragazzi che giocano con noi, compresi quelli che vengono da fuori».

I biancazzurri in campo nella gara casalinga della prima giornata con lo Scerni

ROSA, STATISTICHE E PARTITE DEL PAGLIETA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Amichevole tra Lanciano e Val di Sangro a Mozzagrogna

Giovedì alle 17:00 il Lanciano ospita in amichevole al Comunale di Mozzagrogna la Val di Sangro, formazione che milita nel girone B del campionato di Promozione. I biancazzurri sono allenati de Angelo Bisci, tecnico che nella scorsa stagione ha vinto i play off di Prima Categoria alla guida del Piazzano. Con i sangrini gioca inoltre il capocannoniere del torneo, l’ex Vastese Giuseppe Soria.




Ieri il Lanciano non ha potuto allenarsi come d’abitudine al campo di Mozzagrogna, a causa della mancanza di acqua per lavori urgenti alle condotte dell’acquedotto del Verde: la squadra di Alessandro Del Grosso ha perciò dovuto ripiegare su un campo da calciotto della zona. Sabato invece i rossoneri svolgeranno la rifinitura al Biondi in vista dell’impegno della sesta giornata, che vede ospite al Biondi il Paglieta.

Una formazione della Val di Sangro 2016-2017 (dalla pagina ASD Val di Sangro)

Coppa Abruzzo, mercoledì in campo dieci squadre del girone B





Mercoledì 18 ottobre torna la Coppa Abruzzo con le gare di andata del secondo turno. In campo scendono 10 squadre del girone B: quattro sono le sfide tra formazioni dello stesso raggruppamento del Lanciano, perché saranno impegnati con club che militano in altri campionato solo l’Athletic Lanciano che va a Giuliano Teatino (Prima C), e il Trigno Celenza che fa visita al San Buono (Seconda F). I “derby di girone” sono Atessa Mario Tano-Paglieta e Orsogna-Virtus Ortona che si giocano alle 19:00, Atletico Cupello-Scerni e Vasto Marina-San Vito 83.

Orsogna e Athletic Lanciano in campo domenica a Villa delle Rose

Secondo turno di Coppa Abruzzo
GARE ANDATA-RITORNO
(andata mercoledì 18 ottobre 15:30; ritorno mercoledì 22 novembre 14:30)
Alba Tortoreto-Nereto (20:30)
Atessa Mario Tano-Paglieta (18:00)
Atletico Cupello-Scerni

Atletico Francavilla-San Donato (20:00)
Bisenti-Cermignano
Casalincontrada-Sant’Anna
Elicese-Loreto Aprutino (giovedì 19:30)
Federlibertas Bugnara-Ovidiana
Genzano-Il Moro Paganica Aquilana
Giuliano Teatino-Athletic Lanciano
Insula Falchi-Torricella Sicura (19:00)
Lo Schioppo-San Benedetto Venere (18:30)
Miano-Pro Nepezzano (19:30)
Orsogna-Virtus Ortona (19:00 a Canosa Sannita)
Palena-Sporting Altino (19:00)
Pro Celano-San Pelino
Quadri-Dinamo Roccaspinalveti
Real Castellalto-Castelnuovo Vomano (19:30)
San Buono-Trigno Celenza
Tornimparte-Villa Santangelo
Varano-Giulianova Annunziata
Vasto Marina-San Vito 83
Villa Bozza Montefino-Hatria
Villa San Sebastiano-Real Carsoli
Villanova-Cepagatti (20:30)
Virtus Pescara-Verlengia (21:00)
Vis Montesilvano-Castellamare Pescara Nord
TRIANGOLARI
(18 ottobre; 15 novembre; 22 novembre)
Popoli-Scafa Cast (riposa Cugnoli)
Atri Silvi (riposa Casoli)

Tre Ville unica ancora a zero punti, ma il presidente D’Intino ha fiducia nonostante la falsa partenza

Il Tre Ville è rimasta l’unica formazione del girone B di Prima Categoria ancora a zero punti. La “falsa partenza” non spaventa però il presidente del club gialloverde, Gianluca D’Intino, pronto a scommettere sul riscatto della squadra affidata al tecnico Antonio Bucci proprio alla vigilia del debutto in campionato.




«Oltre ad essere in ritardo con la preparazione e con l’allestimento della rosa, nelle prime tre gare abbiamo anche affrontato alcune tra le formazioni più ambiziose», sottolinea D’Intino, «i segnali di miglioramento però ci sono stati: domenica ad esempio, pur perdendo con lo Scerni, abbiamo segnato due gol a una squadra che non ne aveva ancora subiti».

I gialloverdi in campo all’Esposito contro l’Athletic Lanciano

Per D’Intino, ortonese che ha avuto esperienze da dirigente al River 65 e nelle giovanili del Chieti, è la seconda stagione alla guida del club nato per unire le squadre di Mozzagrogna, Santa Maria Imbaro e Villa Romagnoli.

«Sono arrivato tramite amici in comune che sono nella zona», racconta il presidente, «all’inizio in effetti c’è stato un po’ di scetticismo, ma al secondo anno di presidenza sto vedendo che ci sono persone del posto che si stanno riavvicinando alla società, e questo mi fa piacere, perché probabilmente è anche un segnale di fiducia nei miei confronti».

Di Pendima capitano ai tempi d’oro del Tre Ville

La squadra gialloverde per dieci anni ha stazionato tra Prima Categoria e Promozione, e ha anche disputato i play off per l’Eccellenza. L’anno scorso è arrivata la retrocessione, e la domanda di ripescaggio è stata fatta solo a fine agosto, con la riapertura dei termini.

«Restiamo fiduciosi per il prosieguo del campionato, nonostante la partenza a scoppio ritardato», afferma il presidente, «tanto che dopo la prima partita abbiamo rinforzato la squadra: sono arrivati giocatori che sono stati bandiere del Tre Ville come Di Pendima e Primomo, o gente di categoria come De Julis in porta e Sisti a centrocampo».




Il Tre Ville aveva iniziato la preparazione con Vincenzo Di Rado, che però ha poi rinunciato all’incarico: «Ma è stato un addio amichevole, Vincenzo è un tecnico capace e con grosse ambizioni, e siamo rimasti in buoni rapporti», precisa D’Intino, «affidare poi la squadra a Bucci è stata una scelta azzeccata: sono tornati diversi giocatori che avevano lasciato, e alcuni ragazzi hanno dato qualcosa in più. Inoltre credo che con Bucci sia possibile fare un programma pluriennale per riavvicinare il Tre Ville ai livelli a cui è stato abituato negli anni scorsi».

ROSA, STATISTICHE E PARTITE DEL TRE VILLE

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Juniores: Lanciano ko ad Atessa, pareggiano Athletic e San Vito 83

Comincia con una sconfitta il campionato della Juniores del Lanciano: i rossoneri perdono 4-2 in casa dell’Atessa Mario Tano. Il primo tempo si chiude 2-0 con le reti di Ammar Barry dopo 5’ e il raddoppio di Davide Cancelmo poco prima del riposo. Dopo l’intervallo i rossoblù segnano ancora con Barry e quindi con Marcucci. A realizzare le reti dei lancianesi è Alex Cianci, autore di una doppietta.




L’Athletic Lanciano invece pareggia a San Vito. Padroni di casa avanti con Denis Spinelli a fine primo tempo su calcio di rigore, dopo che anche i rossoneri avevano calciato un penalty sbagliandolo. Nella ripresa Leonardo Di Martino ha sigla la rete del pari.

San Vito 83 e Athletic insieme prima della gara (dalla pagina ASD San Vito 83 LDN)

Risultati della prima giornata
Atessa Mario Tano-Lanciano 4-2
Bucchianico-Fossacesia 1-5
Ortona-Casolana 4-0
Piazzano-Villa 2015 1-7
San Vito 83-Athletic Lanciano 1-1
Scerni-Sant’Anna 1-1

Prossimo turno (21 ottobre)
Athletic Lanciano-Ortona
Casolana-Piazzano
Fossacesia-Scerni
Lanciano-San Vito 83
Sant’Anna-Atessa Mario Tano
Villa 2015-Bucchianico

SCARICA IL CALENDARIO COMPLETO IN PDF

Marcatori: Del Peschio da solo in testa, in quattro al secondo posto

Basta una rete ad Antonio Del Peschio per passare da solo al comando della classifica marcatori del girone B di Prima Categoria. L’attaccante della Virtus Ortona ha siglato nel secondo tempo il raddoppio dei gialloverdi a Fresagrandinaria: per lui è il quinto centro stagionale, il secondo dagli undici metri.

I giocatori della Virtus Ortona festeggiano un gol a Fresagrandinaria

La piazza d’onore invece se la dividono in quattro: al secondo posto ci sono oggi Alessandro Tarquini del Lanciano, Moreno Roio dell’Atessa Mario Tano e Admir Vasiu del Vasto Marina, che raggiungono Luca Rapino dell’Athletic Lanciano a quota 4 marcature.




Il quinto turno ha fatto registrare anche il maggior numero di reti in una giornata: 28, oltre a ben 5 vittorie esterne. Tre sono state invece le doppiette: le hanno realizzate Emanuele Mirolli dell’Atletico Cupello, Nicola Moretti del San Vito 83 e il vastese Vasiu. Diventano quindi nove i calciatori che hanno segnato due volte nella stessa partita.

Tarquini che contro l’Atessa ha segnato il suo quarto gol stagionale

CLASSIFICA MARCATORI
5 reti Del Peschio [2] (Virtus Ortona)
4
 Del Roio (Atessa Mario Tano); Rapino (Athletic Lanciano); Tarquini [1 rigore] (Lanciano); Vasiu (Vasto Marina)
3
 Manzone (Atessa Mario Tano); Di Girolamo [1] (Athletic Lanciano); Natalini e Sardella (Lanciano); Farina (Scerni); D’Eusanio (Tollese); Di Vito [2] (Vasto Marina)
2 Sciarrino [1], Venditti (Atessa Mario Tano); Verì (Athletic Lanciano); Mirolli e Ruzzi (Atletico Cupello); Quintiliani (Lanciano); Barone, Di Meco, Di Nardo, Pierantoni e Sferrella (Orsogna); Manneh, Moretti e Pasquini (San Vito 83); Erragh (Scerni); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Barry, Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Scopinaro e Valbonesi (Athletic Lanciano); Marino e Zara (Atletico Cupello); Tracchia (Fresa); Di Gennaro e Giancristofaro (Lanciano); Luciano e Valentini (Orsogna); Di Campli, Di Paolo e M. Bosco (Paglieta); Battista, A. Farina, Orlando e S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Ciancaglini, Ferrante, Ferrazzo, Lupo e Orunesu (Scerni); D’Adamo (Vasto Marina); Piemonte (Tollese); Di Pendima [1], Kossiakov e Memmo (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco, Manneh e Piedigrosso (Trigno Celenza); Natarelli (Vasto Marina); D’Alessandro e Ranalli (Virtus Ortona)
PLURIMARCATURE
Quadriplette Rapino (Athletic Lanciano)
Doppiette Mirolli (Atletico Cupello), Venditti (Atessa Mario Tano), Sardella e Tarquini (Lanciano), Moretti (San Vito 83), Erragh (Scerni), Di Vito e Vasiu (Vasto Marina), Del Peschio (Virtus Ortona)

TUTTA LA QUINTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Lo Scerni perde l’imbattibilità ma sale a ridosso delle prime

La domenica della quinta giornata nel girone B di Prima Categoria sorride allo Scerni. Dopo l’aggancio in vetta del Lanciano all’Atessa Mario Tano nell’anticipo del sabato, l’altro scossone alla classifica lo dà la squadra allenata da Nicola Di Martino, che espugna 2-4 Mozzagrogna e si porta al terzo posto.




I rossoblù, che fino a oggi erano anche l’unica squadra abruzzese fino alla Prima Categoria con la rete inviolata, incassano dal Tre Ville i primi due gol in campionato. Dall’altro lato però funziona l’attacco, che vede sbloccarsi anche il bomber Domenico Ferrazzo. Gli scernesi restano l’unica squadra insieme a Lanciano a non avere ancora perso.

L’ortonese Ranalli contrasta Tracchia del Fresa, ex giovanili Virtus Lanciano

Mastica amaro l’Orsogna, ko all’Esposito con l’Athletic Lanciano: con una vittoria gli azzurri avrebbero conquistato la vetta solitaria della classifica. Scivolano invece al quarto posto, e vedono avvicinarsi altre due formazioni destinate a lottare per un posto nei play off: lo stesso Athletic e la Virtus Ortona, che espugna Fresa con un gol per tempo.




Recuperano posizioni anche l’Atletico Cupello che liquida 3-1 il Trigno Celenza in casa, e il Vasto Marina, che nell’altro anticipo del sabato espugna Roccaspinalveti. Nella parte bassa della classifica, in una giornata che non ha visto nessun pareggio, fa punti solo il San Vito 83, che a Paglieta, dopo lo svantaggio iniziale, si prende i primi 3 punti della stagione, e lascia solo all’ultimo posto il Tre Ville.

TUTTA LA QUINTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

 

L’Athletic ferma la scalata dell’Orsogna al primo posto e aggancia la zona play off

Terza vittoria di fila (e seconda in rimonta) per i lancianesi che salgono al quinto posto. Per gli azzurri è la prima sconfitta in campionato

ATHLETIC LANCIANO-ORSOGNA 2-1 (0-1)
DOMENICA 15 OTTOBRE 2017 – 15:30 – ENRICO ESPOSITO DI LANCIANO
Del Bello, Scopinaro, Casalanguida (46’ st Giancristofaro), Annecchini, Di Camillo, Ciarelli, Verì (22’ st Morena), Fischio, S. Aielli (35’ st Rapino), Di Girolamo (43’ st Di Lorenzo), Pagano (27’ st Valbonesi). A disposizione: Giammarino, Di Santo. Allenatore: Matteo Pasquini
Pichiecchio, Abbonizio, Valentini (20’ st Lasalandra, 43’ st Di Iulio), Pierantoni, Cianci, Luciano (4’ st Campanella), A. Primiterra, Di Meco, Di Nardo, Barone, Iarlori (35’ st Di Piero). A disposizione: F. Primiterra, Daja, Caggianella
ARBITRO Benedetta Bologna di Vasto
RETI 18’ pt Valentini (O), 2’ st Di Girolamo (rig., A), 21’ st Verì (A)
NOTE Orsogna ha giocato con il lutto al braccio per la scomparsa della madre di un dirigente e prima dell’incontro è stato osservato un minuto di raccoglimento; ammoniti Di Girolamo, Di Camillo, Verì e Rapino dell’Athletic, Luciano dell’Orsogna; angoli 6-3; recupero 2’ pt 4’ st

Il minuto di raccogliemento prima della partita

L’Orsogna arrivato a Villa delle Rose per tentare la scalata al primo posto solitario viene messo al tappeto dall’Athletic, che dopo il passo falso nel debutto a Cupello infila il terzo successo di fila e si porta a ridosso delle prime posizioni.

I rossoneri si sono aggiudicati una gara equilibrata, che entrambe le squadre hanno giocato per vincere. La partita a tratti è stata anche oltremodo accesa e spigolosa, ma la direttrice di gara ha scelto di essere avara di cartellini. Alla fine ha fatto la differenza la coriacea difesa dei padroni di casa, che dopo aver ribaltato il risultato hanno chiuso tutti i varchi alla manovra offensiva orsognese.




L’avvio è equilibrato e vede entrambe le formazioni andare vicine al gol. Al 6’ c’è la prima insidia per la porta rossonera: una punizione calciata in area da Di Meco rimpalla tra un paio di giocatori e finisce sui piedi di Barone, che non inquadra la porta. Due minuti dopo sull’altro fronte è ancora più pericoloso Di Girolamo, che riceve un corner rasoterra in area da Verì e colpisce la traversa.

Ancora Athletic al 14’ e ancora Verì, che si fa appoggiare un calcio d’angolo e serve Fischio al centro, che da buona posizione non trova lo specchio. Al 17’ Primiterra scende sulla destra e crossa teso sotto porta, per Di Nardo che alza la mira. Al 18’ il vantaggio azzurro arriva con Valentini, che raccoglie un traversone respinto dalla difesa e, per aggirare l’assembramento davanti alla porta, cerca e trova l’incrocio dei pali.

Un pallone conteso a centrocampo nel primo tempo

Il vantaggio carica l’Orsogna, che per una buona decina di minuti approfitta dello sbandamento dei padroni di casa e fa la partita. L’inerzia della gara cambia intorno alla mezzora, con i rossoneri che per diversi minuti schiacciano nella propria area di rigore gli ospiti. L’assedio non produce frutti, ma comunque ridà morale all’Athletic.

Infatti nella seconda metà del primo tempo l’undici di Pasquini fa qualcosa in più. Al 34’ un cross di Scopinaro da destra non trova Fischio pronto sul secondo palo, anche se i padroni di casa reclamano un fallo di mano. Aielli al 41’ e Pagano al 44’ ci provano con due tiri centrali facili prede di Pichiecchio, ma l’occasione migliore è al 42’, quando Pichiecchio respinge a terra un colpo di testa da distanza ravvicinata.




Il pari arriva subito dopo l’intervallo: al primo affondo i rossoneri trovano un corner, che si risolve nell’atterramento di Aielli in area; la Bologna indica il dischetto senza esitazione, e Di Girolamo trasforma angolando alla destra di Pichiecchio che intuisce ma non ci arriva.

I padroni di casa reclamano un altro penalty al 12’, per un cross di Verì intercettato dal braccio di un difensore orsognese. Al 18’ l’Orsogna ha l’occasione migliore della ripresa, quando Di Meco calcia a giro una punizione che prende in pieno la traversa.

Il rigore del pareggio trasformato da Di Girolamo

Al 21’ i rossoneri fanno lo scatto decisivo: affondo di Di Camillo sulla destra che imbecca Verì sul secondo palo, che spinge la palla in rete. L’Orsogna tenta di riorganizzare le idee e di produrre gioco, ma si scontra contro il muro dell’Athletic che si difende compatto e non lascia spazi nella propria metà campo.

Al 24’ Pichiecchio respinge a pugni uniti un corner calciato in porta da Di Girolamo. Al 33’ anche gli ospiti chiedono, seppur con poca convinzione, un rigore per l’atterramento di Primiterra mentre sta entrando in area. Buona l’occasione al 34’ per Di Nardo, che da pochi passi non trova la deviazione vincente su un lungo traversone di Lasalandra da sinistra.




Regge soprattutto la diga dell’Athletic a centrocampo, che costringe l’Orsogna al lancio lungo. Non cambiano granché neanche gli innesti freschi degli ospiti sulle fasce, mentre i rossoneri si affidano alle ripartenze e sfiorano il gol della sicurezza con un paio di inzuccate di Valbonesi: al 40’ salta male e non impatta bene un cross di Fischio; al 43’ su corner di Di Girolamo la prende come si deve ma è imprecisa la mira.

Per la squadra di Lanciano è il terzo successo di fila, il secondo in rimonta dopo quello di sette giorni fa a Tollo. L’Orsogna invece patisce il primo ko stagionale, e viene sorpassato in classifica dallo Scerni che sale al terzo posto.

TUTTA LA QUINTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF