Archivi tag: Paterno

Ufficiale l’organico dell’Eccellenza Abruzzo 2019-2020: c’è anche l’Angizia




L’Angizia Luco sarà uno degli avversari del Lanciano nel prossimo campionato di Eccellenza, che inizia domenica 8 settembre. Il club marsicano ha completato la documentazione richiesta dalla Figc Abruzzo, che ha così ratificato l’organico del massimo torneo regionale.




È quindi ormai ufficiale l’elenco delle formazioni che giocheranno nell’Eccellenza abruzzese 2019-2020:

  • Alba Adriatica
  • Angizia Luco
  • Acquaesapone Montesilvano
  • Bacigalupo Vasto Marina
  • Capistrello
  • Castelnuovo Vomano
  • Il Delfino Flacco Porto Pescara
  • Lanciano
  • Nereto
  • Nerostellati Pratola
  • Paterno
  • Penne
  • Pontevomano
  • Renato Curi Angolana
  • Sambuceto
  • Spoltore
  • Torrese
  • Virtus Cupello

Ripescaggi in Promozione: Francavilla ha già liberato un posto, Paterno legato ad altri forfait in C e D

Un posto per i ripescaggi nei campionati abruzzesi è praticamente libero: è quello che lascerà il Francavilla ormai ammesso nella divisione interregionale. Il club giallorosso, fino alla scorsa stagione guidato dal presidente del Lanciano Fabio De Vincentiis, è infatti terzo nella graduatoria ufficiale dei ripescaggi.




Hanno già rinunciato a disputare la D sei squadre: Ancona, Altovicentino, Macchia, Melfi, Racing Roma e Real Metapontino. Saliranno perciò dall’Eccellenza Sasso Marconi, Olginatese, appunto il Francavilla, Recanatese, Acireale e Roccella. Graduatoria dei ripescaggi alla mano hanno inoltre buone possibilità di salire di categoria, sempre nell’ordine, Cittanovese, Sangiovannese, Tortona, Levico Terme e Muravera: questi club sono in D se entro il 28 luglio altrettante società presentano domanda per essere ammesse in C in seguito alle mancate iscrizioni di Como, Latina, Maceratese, Mantova e Messina.




Più limitate invece le possibilità del Paterno, che in caso di ripescaggio dall’Eccellenza in D liberebbe a scalare un altro posto buono per il Lanciano in Promozione. I marsicani seguono nella graduatoria Agropoli, Legnano, Castrovillari e Virtus Castelfranco, e sono a loro volta seguiti dal Tergu Plubium. Le speranze di quest’ultimo lotto di club sono legate alle defezioni delle società bocciate in primo grado dalla Covisod che non ce la faranno entro lunedì 24 luglio, nonché da altre clamorose esclusioni in Lega Pro (e relative richieste di ripescaggio) attese per oggi.




Al momento il grosso delle speranze per l’ammissione del Lanciano in Promozione sono quindi legate alle rinunce dei club abruzzesi che hanno diritto a partecipare al prossimo campionato 2017-2018, ma che entro le 12:00 di venerdì 21 luglio non presenteranno la domanda di iscrizione. In caso di due mancate iscrizioni, sarà quasi automatico il ripescaggio dei rossoneri, terzi nella graduatoria delle richieste di Prima Categoria.

Anche il Paterno chiede il ripescaggio in D

Anche il Paterno ha chiesto il pripescaggio in Serie D. Il club nerazzurro nell’ultimo campionato di Eccellenza si è classificato al terzo posto, a pari punti con il Francavilla, con il quale ha perso i play off per l’accesso agli spareggi interregionali.




Sono 20 complessivamente le società, tra non promosse e retrocesse, che chiedono l’ammissione al prossimo torneo di Serie D. In Abruzzo ci sono appunto Paterno e Francavilla: il ripescaggio di entrambe sarebbe un’ottima notizia per il Lanciano, in quanto si libererebbero due posti nella divisioni inferiori, e in particolare per i rossoneri che chiedono il ripescaggio in Promozione.




Mercoledì 12 luglio scadano i termini per l’iscrizione al campionato 2017-2018 delle squadre aventi diritto, e si avrà un quadro più chiaro di quante società potranno essere effettivamente ripescate. Le non promosse dall’Eccellenza che oltre alle due abruzzesi hanno presentato domanda di ripescaggio sono Acireale, Cittanovese, Romanese, Sasso Marconi, Tergu Plubium, Tortona e Zenith Audax; le retrocesse che chiedono di rientrare in D sono Agropoli, Castrovillari, Legnano, Levico, Muravera, Olginatese, Recanatese, Roccella, Sangiovannese e Virtus Castelfranco