Accordo tra Lanciano e Accademia Calcio Frentana per il settore giovanile





Il Lanciano avrà un settore giovanile strutturato fino alla scuola calcio già da questa stagione: la società del presidente Fabio De Vincentiis ha concluso ieri un accordo con l’Accademia Calcio Frentana, attiva dal 2015 in città e in diversi comuni del comprensorio. Il club rossonero sarà così rappresentato non solo nel campionato Juniores, obiettivo minimo che si era prefissato, ma anche nei tornei Allievi, Giovanissimi ed Esordienti, e avrà le sezioni Piccoli Amici e Pulcini.

Foto di gruppo tra dirigenti del Lanciano e dell’Accademia: al centro Di Pasquale e De Vincentiis

Tutto lo staff tecnico dell’Accademia passa così sotto la bandiera rossonera, per la quale in molti già avevano lavorato. Saranno allenatori e istruttori del settore giovanile del Lanciano Giuseppe D’Aloisio, Thomas Di Campli, Felice Di Paolo, Giuseppe Di Pasquale, Luca Di Toro, Alberto Iezzi, Roberto Nardone, Gianluca Rosato e Valerio Valerio. L’organigramma sarà comunque definito nei dettagli la prossima settimana.




L’accordo tra De Vincentiis e i suoi collaboratori con i responsabili dell’Accademia è maturato in tempi brevissimi: «Trenta minuti per una stretta di mano», scrive oggi l’Accademia sulla sua pagina Facebook, «vista l’unità di interessi espressa in una comune progettualità, vista la volontà di offrire ai giovani calciatori l’intero percorso calcistico, visto il positivo incontro tra le due società, il tutto ha portato alla convinzione che i tempi fossero ormai maturi per costituire una società che ambisce alla crescita del movimento calcistico frentano».

La presentazione dell’Accademia Calcio Frentana nell’agosto 2015

L’Accademia porta in dote all’ambizioso Lanciano di De Vincentiis un paio di centinaia di iscritti alla scuola calcio. Il club, nato con colori sociali nero e arancio due anni fa, nell’ultima stagione ha partecipato ai tornei Allievi, Giovanissimi, Esordienti e inferiori. Inoltre è stato affiliato al Centro di formazione Arsenal Soccer Schools.




Con l’aggiunta della Juniores, il settore giovanile rossonero dovrebbe arrivare a circa 300 ragazzi. La Juniores dovrebbe essere composta da giovani che vengono direttamente dagli Allievi dell’Accademia, ma anche da qualcuno che in questi anni si è formato nella Virtus e nella Spal Lanciano. Tra l’altro la Juniores spallina ha partecipato in blocco a uno stage che la scorsa settimana è stato organizzato al Biondi.

Stage al Biondi per fuori quota e Juniores

Del Grosso e Zucchini seguono il gioco a bordo campo

Una cinquantina di ragazzi è scesa in campo oggi pomeriggio allo stadio Guido Biondi per uno stage organizzato dal Lanciano. Il club rossonero ha visionato sia fuori quota da inserire in prima squadra sia ragazzi per la Juniores, formazione che la società vuole iscrivere al prossimo campionato.




Dalle 16:00 in poi e fino alle 19:00 circa sono state giocate un paio di partite che hanno visto alternarsi quattro squadre. Tra queste ce n’è stata una composta da ragazzi della Spal Lanciano che hanno già partecipato all’ultimo campionato Juniores, e che sono ancora in età per la categoria (nati dal ’99 in poi).

Una fase della prima partita

Sono stati visionati anche alcuni ragazzi cresciuti nel vivaio della Virtus Lanciano ora in età da Juniores, categoria alla quale la Virtus non dovrebbe partecipare, giovani di diverse società del comprensorio, e alcuni ex Marcianese. Presente anche qualche aspirante calciatore arrivato da fuori regione.

A seguire l’incontro c’erano diversi dirigenti del club e lo staff tecnico del Lanciano al completo, con l’allenatore Alessandro Del Grosso, il suo vice Massimo Zucchini, il preparatore atletico Alessandro Spinoglio e il preparatore dei portieri, fresco di ingaggio, Domenico Delli Pizzi.

Delli Pizzi nel primo giorno del suo ottavo anno in rossonero

Di Florio responsabile tecnico del settore giovanile: subito la Juniores

Leonardo Di Florio sarà il responsabile tecnico del settore giovanile del Lanciano. Nell’agosto scorso Di Florio, 58 anni, è stato tra i fondatori dell’associazione Lanciano Rossonera, e a dicembre è entrato nel consiglio direttivo della Marcianese svolgendo mansioni di direttore sportivo.




È stato anche uno dei soci fondatori che il 20 maggio scorso hanno sottoscritto la nascita del Lanciano Calcio 1920. Negli anni ’90, durante la presidenza di Stefano Mercadante, è stato inoltre allenatore del Lanciano per un breve periodo.




Nella nuova società presieduta da Fabio De Vincentiis, a Di Florio spetterà il compito di organizzare il settore giovanile. L’obiettivo minimo per questa stagione è l’allestimento almeno di una squadra Juniores (nati dal 1999 in poi), senza escludere l’iscrizione ai tornei di competenza anche di altre formazioni.