Lanciano-Orsogna 6-0




LANCIANO-ORSOGNA 6-0 (3-0)
DOMENICA 22 APRILE 2018 – 16:30 – BIONDI DI LANCIANO
Di Vincenzo, Boccanera (43’ pt Giancristofaro), Shipple (20’ st De Santis), Avantaggiato (10’ st Val), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone, Tarquini, Di Gennaro (5’ st Cianci), Sardella (13’ st Rullo). A disposizione: Bucceroni, La Morgia. Allenatore: Alessandro Del Grosso
Pichiecchio (33’ st D’Eusanio), Valentini, Abbonizio, Primomo, Campanella (33’ pt Abate Chechile), Luciano, Marongiu (21’ st Primiterra), Daja (1’ st Perfetti), Sferrella, Di Nardo, Lasalandra (1’ st Sula Ferit). A disposizione: Porreca. Allenatore: Paolo D’Orazio
ARBITRO Renato Esposito di Pescara
RETI 5’ pt Natalini, 32’ pt Sardella, 36’ pt, 9’ st, 20’ st e 31’ st Tarquini
NOTE Espulsi 17’ st Valentini e 38’ st Di Nardo per gioco scorretto; ammoniti Sardella del Lanciano, Primomo dell’Orsogna; angoli 6-0; recupero 1’ pt 0’ st; spettatori un migliaio circa

Respinto il reclamo della Tollese: Lanciano in Promozione a tutti gli effetti

«Il reclamo è infondato e non merita accoglimento»: così il giudice sportivo ha respinto oggi la richiesta della Tollese di dichiarare irregolare la gara con il Lanciano, e di avere di conseguenza la vittoria a tavolino.

Il ricorso del club biancorosso è maturato «a causa del lancio in campo di materiale pirotecnico da parte dei sostenitori della squadra ospite», ricorda il giudice sportivo, «episodio che avrebbe reso necessario la sostituzione di un proprio calciatore stordito da un petardo di forte potenza».



Secondo il giudice l’episodio non ha però influito sul regolare svolgimento della gara: «Le circostanze riferite nel reclamo non sono riscontrabili nel referto di gara, fonte privilegiata di prova», si legge nelle motivazioni, «nel quale l’arbitro precisa che “dopo pochi secondi il gioco riprendeva regolarmente”».

«Va detto peraltro che la società reclamante», precisa poi il giudice sportivo, «ha provveduto alla sostituzione soltanto all’inizio del secondo tempo, avendo comunque a disposizione altre sostituzioni».



Resta così lo 0-6 maturato sul campo, che comporta la vittoria matematica del campionato e quindi l’ammissione del Lanciano al campionato di Promozione 2018-2019. Al club frentano è stata comunque inflitta un’ammenda di 500 euro «per l’utilizzo di materiale pirotecnico da parte di propri sostenitori».

LA CRONACA DI TOLLESE-LANCIANO
TUTTA LA XXVII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

L’Athletic Lanciano batte l’Atessa all’Esposito e continua a sperare nei play off




ATHLETIC LANCIANO-ATESSA MARIO TANO 3-2 (1-1)
DOMENICA 15 APRILE 2018 – 16:00 – ENRICO ESPOSITO DI LANCIANO
Del Bello, Morena (26’ st L. Aielli), Fischio, Rota, Annecchini, Ciarelli, Verì (39’ st Chiarini), Barone (44’ st D’Alò), S. Aielli (49’ st Mancinelli), Di Girolamo, Iarlori (37’ st Giancristofaro). A disposizione: Giammarino, Caravaggio. Allenatore: Matteo Pasquini
Cericola, Spinelli, Zinni, Manzone, Mainella, Vitullo, Del Roio (14’ st Di Francesco), Djolo (31’ st E. Russi), Di Laudo (12’ st Caruso), Iannone (44’ st Staniscia), Barry. A disposizione: Scutti, Barattucci, Fioriti. Allenatore: Gabriele Farina
ARBITRO Manuel Giorgetti di Vasto
RETI 34’ Verì (AL), 46’ pt Del Roio (AMT), 18’ st Barone (AL), 21’ st Annecchini (AL), 22’ st Iannone (AMT)
NOTE 49’ st allontanato l’allenatore dell’Athletic Lanciano Matteo Pasquini; ammoniti Morena, Fischio, Verì e L. Aielli dell’Athletic Lanciano, Manzone, Zinni, Caruso e Mainella dell’Atessa Mario Tano; angoli 2-4; recupero 1’ pt 4’ st; spettatori 150 circa dei quali una quarantina ospiti

L’Athletic Lanciano tiene accessa la fiammella della speranza play off grazie a un convincente 3-2 su un’Atessa Mario Tano che, all’Esposito, è apparsa solo la lontana parente della squadra che a febbraio, al Biondi, aveva messo alle corde il Lanciano.

Lo stop degli atessani consegna il campionato nelle mani della capolista: i rossoneri di Alessandro Del Grosso infatti, grazie all’exploit a Tollo, con tre partite da giocare sono a 10 punti dalla seconda. Il passaggio in Promozione al momento è matematico, anche se i tollesi vogliono presentare reclamo per l’infortunio causato a un loro giocatore dallo scoppio di un petardo lancianto dai tifosi ospiti.

Un rilancio di Verì

Ad ogni modo gli atessani oggi hanno perso l’opportunità di guadagnare quasi matematicamente l’accesso diretto alla finale play off di girone: con la vittoria si sarebbero sbarazzati dell’Athletic quinto, e avrebbero blindato il secondo posto in quanto la Virtus Ortona, terza che deve ancora osservare il turno di riposo, ha pareggiato a Celenza. La griglia degli spareggi quindi non è ancora definita.

L’Athletic continua a sperare, e nel frattempo incamera tre punti decisamente meritati, giocando meglio nel primo tempo, incassando bene a inizio ripresa nel momento più felice degli ospiti, e difendendo con ordine nella fase finale della gara.




Il vantaggio rossonero arriva dopo la mezzora con Verì, che riceve palla in area, si gira e trafigge Cericola. Al 39’ l’Athletic va vicino al raddoppio: traversone di Barone per Aielli e sponda per Iarlori che spara alto. Al 40’ è Di Laudo sull’altro fronte a non sfruttare una discesa insidiosa di Spinelli.

All’ultima azione prima dell’intervallo arriva il pari: Djolo scappa sul filo del fuorigioco e, mentre i padroni di casa reclamano a gran voce l’offside, arriva sul fondo e serve al centro Del Roio che libero in area mette nel sacco.

Di Girolamo imposta un’azione a centrocampo

A inizio ripresa Di Girolamo impegna Cericola con una punizione che all’8’ il portiere atessano devia in corner. Ma sono gli ospiti ad avere le occasioni migliori: al 10’ Djolo, Di Laudo e Barry non concludono un’azione nell’area avversaria; al 16’ Del Bello è reattivo nell’intercettare a terra una palla che Manzone schiaccia di testa da due passi.

L’Athletic torna fuori un po’ alla volta, e al 18’ si riporta in vantaggio con Barone: Verì guadagna il fondo e serve una palla d’oro all’ex Orsogna, che da distanza ravvicinata firma la terza rete dal suo passaggio in rossonero, nonché settima stagionale. Tre minuti e Annecchini capitalizza una sponda di Aielli su un cross dalla bandierina per siglare il tris.




Un altro giro di lancette e l’Atessa si rifà sotto: cross dalla sinistra e inzuccata vincente di Iannone. Sul 3-2 i rossoblù ci provano, ma non riescono più a essere veramente pericolosi, e anzi una delle palle gol migliori che si vedono è un colpo di testa di Aielli su cross di Di Girolamo.

L’Athletic teoricamente resta in corsa per i play off. Ma per centrare l’obiettivo, oltre a sperare in una serie di passi falsi “incrociati” delle squadre che sono avanti, i rossoneri devono assolutamente vincere in casa del già salvo Paglieta, e contro due squadre assetatissime di punti per scampare i play out come Roccaspinalveti e Fresa.

TUTTA LA XXVII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Sei reti a Tollo: Lanciano sempre più vicino alla Promozione

Il rigore trasformato da Tarquini al 33’

TOLLESE-LANCIANO 0-6 (0-3)
SABATO 14 APRILE 2018 – 16:00 – GIGINO DI PILLO DI TOLLO
S. Tancredi, Leve, Ruggieri, Lombardini, Spoltore, Aquila (16’ st Cavuto), Di Muzio, Castellani (40’ st Berisha), Scarinci (18’ st Di Ludovico), Cicchitti (1’ st A. Tancredi), Gningue. A disposizione: Savino, Berisha, Bottari, Salvatore. Allenatore: Massimo La Barba
Di Vincenzo, Boccanera (24’ st De Santis), Shipple (20’ st Giancrisofaro), Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone (30’ st Rullo), Tarquini, Di Gennaro (13’ st Cianci), Sardella (38’ st Vitali). A disposizione: Bucceroni, Val. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Ludovico Esposito di Pescara
RETI 20’ pt Shipple, 33’ Tarquini (rigore), 41’ pt Natalini, 12’ st Tarquini, 28’ st e 36’ st Cianci
NOTE Ammoniti Cicchitti, Leve e A. Tancredi della Tollese; angoli 4-11; recupero 5’ pt 0’ st; spettatori 250 circa




Il Lanciano conquista senza problemi quella che potrebbe essere la vittoria decisiva per portare i rossoneri in Promozione: la squadra di Alessandro Del Grosso espugna Tollo con un tennistico 0-6 e si porta a +10 sull’Atessa Mario Tano, che domenica all’Esposito affronta l’Athletic Lanciano. Se gli atessani vincono o pareggiano alla Pista, accorciando quindi a -7 o -9 dalla capolista, la festa lancianese è però rimandata a domenica prossima.

A rallentare la corsa dei lancianesi potrebbe essere inoltre il possibile ricorso della Tollese: il capitano di casa, Cicchitti, al 28’ è rimasto stordito da un petardo fatto esplodere dai tifosi ospiti, e pur rimanendo in campo fino al 45’, durante l’intervallo è stato sostituito e portato in ospedale. Se il club biancorosso chiederà il 3-0 a tavolino, sulla questione dovrà presentarsi il giudice sportivo.

Un’azione offensiva impostata da Boccanera

Ad ogni modo, la partita del Di Pillo non ha avuto storia o quasi. L’avvio di gara infatti è equilibrato, con i padroni di casa che per primi creano occasioni da rete: al 2’ corner da destra di Cicchitti e incornata di Spoltore di poco sopra la traversa. Al 16’ angolo dall’altro lato e rinvio svirgolato di Quintiliani, che si alza a campanile e ricadendo sbatte quasi sulla linea di porta.

Dal quarto d’ora però in campo c’è solo il Lanciano, che manovra costantemente nella metà campo biancorossa. Al 17’ Quintiliani vince un contrasto e serve Di Gennaro che lancia Sardella, il quale si invola sulla fascia e dal fondo crossa proprio per Quintiliani, contrastato nell’area piccola dal portiere tollese. Al 19’ è Tarquini che ci prova di testa su angolo di Shipple, ma la palla è alta.



Al 20’ vantaggio ospite: Sardella dalla bandierina anziché crossare appoggia a Shipple, che dal limite, complice una deviazione della difesa, beffa Tancredi. Al 22’, dopo uno scambio con Petrone, Di Gennaro imbecca Sardella in area, ma il suo stop a seguire di testa porta la palla direttamente tra le braccia del portiere.

Al 24’ e al 25’ ci provano dalla distanza senza fortuna prima Sardella e poi Petrone, mentre al 33’ arriva il raddoppio di Tarquini dagli undici metri, per un rigore causato da un fallo di Leve su Di Gennaro. Al 38’ Sardella ci prova direttamente dalla bandierina, sfiorando la traversa, mentre l’angolo battuto al 41’ trova Natalini pronto all’inzuccata vincente che fissa il risultato sullo 0-3.

Tarquini festeggiato dai comagni di squadra dopo lo 0-2

La ripresa comincia con una buona occasione per Quintiliani, servito in area da Avantaggiato, ma da posizione defilata il numero 7 rossonero non trova l’angolino buono sul secondo palo. Al 12’ Tarquini firma il poker ribattendo in rete una palla non trattenuta da Tancredi su conclusione di Sardella.

Sono sempre Sardella e Tarquini a tentare la via della rete nei minuti successivi, prima che al 23’ arrivi una nuova occasione della Tollese, sempre con Spoltore che, su calcio d’angolo, non trova la porta di testa.



L’ingresso di Cianci per Di Gennaro rinvigorisce la manovra offensiva, e proprio Cianci firma gli ultimi due gol: al 28’ intercetta un lancio di Petrone, evita Ruggieri e trova l’angolino alla sinistra di Tancredi; al 36’ approfitta di un rilancio di Scudieri dalla propria metà campo, scappa sul filo del fuorigioco, e trova la sesta rete con un pallonetto.

Nel frattempo al 35’ c’era stato anche lavoro per Di Vincenzo, chiamato a deviare oltre la traversa un tiro dal limite di Di Muzio che concludeva un’azione di contropiede. Prima del novantesimo invece il Lanciano ha ancora la possibilità di andare in rete: al 40’ con Cianci che, dopo un velo di Tarquini, non trova la porta da pochi passi, e al 44’ con Rullo che dal limite conclude centralmente.

IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

TUTTA LA XXVII GIORNATA

Tre Ville-Lanciano 0-2





IMMAGINI DI ALESSANDRO DI BIASE




TRE VILLE-LANCIANO 0-2 (0-0)
DOMENICA 18 MARZO 2018 – 15:00 – COMUNALE DI MOZZAGROGNA
Sorrentino, Marfisi (6’ st Kossiakov), Dushkaj, Mezzanello, Di Campli, Bettoli (37’ st Ciancio), Pagano, Romano, Memmo (26’ st Valbonesi), Di Pendima (34’ st Pagnotta), D’Ovidio (13’ st Di Piero). A disposizione: Di Matteo, Di Florio. Allenatore: Antonio Bucci
Di Vincenzo, Boccanera, Shipple (25’ st Val), Avantaggiato (39’ st Giancristofaro), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone, Tarquini, Di Gennaro (46’ st Vitali), Cianci. A disposizione: Bucceroni, De Santis, La Morgia, Rullo. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Manuel Giorgetti di Vasto
RETI 23’ st Scudieri, 33’ st Natalini
NOTE allontanato il tecnico del Tre Ville Bucci; 32’ st Ammoniti Marfisi, Pagano, Bettoli, Romano e Sorrentino del Tre Ville, Cianci, Scudieri e Val del Lanciano; angoli 0-9; recupero 2’+1’ pt; 3’ st; spettatori 200 circa

TUTTA LA XXV GIORNATA
CALENDARIO IN PDF

Lanciano-Roccaspinalveti 11-0 (risultato finale)




LANCIANO-ROCCASPINALVETI 11-0 (5-0)
DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018 – 15:00 – GUIDO BIONDI DI LANCIANO
Di Vincenzo, Boccanera (13’ st De Santis), Giancristofaro, Quintiliani, Scudieri, Natalini, Val (26’ st Di Campli), Petrone (5’ st Rullo), Sardella (7’ st Cianci), Tarquini, Shipple (22’ Vitali). A disposizione: Bucceroni, Di Gennaro. Allenatore: Alessandro Del Grosso
Suriano (1’ st Passucci), Grimaldi (1’ st Orlando), Gizzi, Fanaro, M. Bruno, S. Farina, N. Bruno, Battista (22’ st G. Piccirilli), Costantini, S. Piccirilli, A. Farina. Allenatore: Alessandro Filippone
ARBITRO Ennio Torricella di Vasto
RETI 14’ pt, 14’ pt e 16’ pt (rigore) Tarquini, 31’ pt Sardella, 33’ pt Tarquini,16’ st Shipple, 19’ st Tarquini, 24’ st Cianci, 28’ st Quintiliani, 29’ st Scudieri, 31’ st Vitali
NOTE Ammoniti Quintiliani del Lanciano, M. Bruno del Roccaspinalveti; angoli 10-3; nessun recupero; spettatori 150 circa




TUTTA LA XXII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Lanciano fermato dal Paglieta: all’ultimo minuto Bosco risponde a Petrone

PAGLIETA-LANCIANO 1-1 (0-0)
DOMENICA 18 FEBBRAIO 2018 – 15:00 – COMUNALE DI PAGLIETA
Cinalli, L. Bosco, Povero, Di Campli, Di Florio, Cancellier, Pece (38’ st Caldi), Bevilacqua, M. Bosco (40’ st Tundo), Di Paolo, Romagnoli. A disposizione: Biccari, Caldi, Di Nucci, Scaricaciottoli, Di Nella, Tundo. Allenatore: Gianluca D’Onofrio
Di Vincenzo, Boccanera, Shipple (30’ st Cianci), Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone, Tarquini, Di Gennaro, Sardella (15’ st Giancristofaro). A disposizione: Bucceroni, Vitali, De Santis, Val, Rullo. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Antonio Diella di Vasto
RETI 15’ st Petrone (L), 44’ st L. Bosco (P)
NOTE Ammoniti Di Paolo, Di Campli, Cancellier, Di Florio e Tundo del Paglieta, Shipple, Scudieri, Di Vincenzo e Cianci del Lanciano; angoli 1-3; recupero 1’ pt 4’ st; spettatori 150 circa




Mezzo passo falso inaspettato per il Lanciano sul campo del Paglieta: il primo pareggio dei rossoneri si concretizza all’ultimo minuto, quando Lorenzo Bosco trasforma la respinta di un corner, l’unico battuto dai biancazzurri, in un sinistro di controbalzo che beffa Di Vincenzo. L’1-1 consente alla Virtus Ortona, ora seconda grazie al riposo dell’Atessa Mario Tano, di portarsi a -5 dalla capolista.

La squadra di Del Grosso sicuramente ha dominato l’incontro per quasi tutta la durata, mantenendo costantemente il pallino del gioco. Ha però prodotto poche occasioni nette in zona gol, e soprattutto ha avuto il demerito di lasciare la partita aperta sino alla fine, quando è arrivata la sorpresa con il tiro di Bosco.

A portare in vantaggio gli ospiti era stato Petrone al quarto d’ora della ripresa: lancio in diagonale da centrocampo per Shipple, che si avvicina al fondo e centra per Petrone, che da due passi non sbaglia. Dopo il vantaggio gli ospiti, pur mantenendo il possesso palla, non sono però mai riusciti ad affondare in maniera determinante per chiudere la partita.

Anche il primo tempo non aveva comunque prodotto occasioni nettissime. La migliore era stata un tiro a giro di Sardella dal limite al 42’, ricaduto sul sette alla destra di Cinalli. In precedenza il Lanciano ci aveva provato soprattutto da fuori, con Petrone un paio di volte, con Natalini e con Quintiliani, ma senza mai inquadrare lo specchio. L’unico intervento decisivo di Cinalli è stato al 14’ della ripresa, poco prima dello 0-1, quando si è opposto a tu per tu a Sardella lanciato da posizione defilata.

Dall’altro lato il Paglieta è rimasto costantemente sulla difensiva, chiudendosi a denti stretti e senza fronzoli, giocando con agonismo e determinazione. Il terreno di gioco in terra, di dimensioni ristrette e leggermente appesantito dalla pioggia, è stato poi un prezioso alleato dei biancazzurri, in quanto ha contribuito a limitare le doti tecniche degli ospiti.




TUTTA LA XXI GIORNATA
IL CALENDARIO DEL GIRONE B IN PDF