Coppa Disciplina: Lanciano stroncato dalle sanzioni alla società, nel girone B primeggia Vasto Marina

Nella classifica della Coppa Disciplina, che la Figc Abruzzo ufficializzerà in settimana, salvo sorprese il titolo di club più corretto del girone B dovrebbe andare al Vasto Marina. I biancorossi, che nell’ultimo turno hanno riposato, fino alla terzultima giornata erano al terzo posto nella graduatoria generale della Prima Categoria con 9,70 punti, preceduti da Genzano (girona A) Sant’Anna (C).

I vastesi sono usciti poi dalla sfida con la Virtus Ortona con tre ammonizioni, che comunque non dovrebbero aver compromesso il primo posto del girone: in seconda posizione infatti c’era il Paglieta a 11,10 punti, e nella terza il San Vito 83 a 11,80.




Un buon piazzamento nella Coppa Disciplina non è cosa da poco. Il primo posto assoluto permette alla società di non pagare l’iscrizione alla prossima stagione, ma soprattutto dà punti pesanti per un eventuale domanda di ripescaggio, che il club biancorosso farà in caso di eliminazione dai play off.

Se i criteri per i ripescaggi resteranno gli stessi della scorsa stagione, anche il piazzamento nel proprio raggruppamento dà punti, e nel caso dei vastesi questo si sommerebbero a quelli per la posizione in campionato, la qualificazione ai play off, i trascorsi nelle categorie superiori e il settore giovanile.

I giocatori del Vasto Marina prima della gara con la Virtus Ortona della 29esima giornata

È invece destinato a concludere la Coppa Disciplina nelle posizioni di coda il Lanciano, nonostante le poche ammonizioni ricevute dai calciatori. Il club rossonero, che non ha mai avuto giocatori squalificati, sconta le numerose sanzioni ricevute dalla società.

In teoria il Lanciano sarebbe la formazione più disciplinata di tutta la Prima Categoria, ma fino a tre giornate fa era 55esimo su 79 squadre con la bellezza di 32,90 punti, ben 29,00 dei quali dovuti alla società, che ha ricevuto diverse multe per il comportamento dei propri sostenitori.




Poche posizioni avanti sono invece i concittadini dell’Athletic, che pure avrebbero potuto ambire a un buon piazzamento se tutto fosse dipeso solo dalla decina di punti per ammonizioni ed espulsioni dei calciatori rossoneri: l’altra formazione di Lanciano infatti ha preso anche 1,00 per la società, 16,00 per i dirigenti e 3,45 per i tecnici.

I punti “extra campo” pesano molto pure sulla vicecapolista del girone B, l’Atessa Mario Tano, altro club che avrebbe potuto guardare tutti dall’alto in basso se non fosse stato per i 6,00 assegnati per la società, che hanno portato il punteggio totale dei rossoblù a 12,90.

Corsa a tre per la salvezza: Rocca condannato al play out, Tre Ville spera, Fresa sogna l’impresa




Nel girone B di Prima Categoria servono ancora novanta minuti per decide chi disputerà il play out per non scendere in Seconda: per scongiurare la retrocessione sono in ballo Fresa, Roccaspinalveti e Tre Ville. Certi di giocare lo spareggio sono i biancoverdi, praticamente colati a picco nelle ultime settimane: a parte la vittoria a tavolino con l’Atletico Cupello del 15 aprile, non vincono sul campo dal recupero col San Vito 83 del 7 marzo.

L’esultanza biancorossa dopo il gol vittoria contro il Tre Ville nell’andata a Fresagrandinaria

Da allora i roccolani hanno infilato cinque ko di fila, l’ultimo dei quali domenica scorsa a Lanciano con l’Athletic. Se vincono tutte e tre le squadre ora a 21 punti, il play out si gioca a Mozzagrogna fra Tre Ville e Roccaspinalveti. Se biancoverdi e fresani arrivano a pari punti perdendo o pareggiando, lo spareggio si disputa invece fra queste due squadre a Fresagrandinaria. In pratica, a causa dello svantaggiato nella classifica avulsa, Rocca deve sperare in uno scivolone del Fresa per giocarsi la salvezza in casa.

Con il Tre Ville che incassa il 3-0 a tavolino dall’Atletico Cupello, e i biancoverdi che ricevono l’ormai salva Tollese, la gara più impegnativa è quella del Fresa che ospita l’Athletic Lanciano. I rossoneri hanno ancora qualche residua chance di raggiungere i play off: devono sperare in una sconfitta dell’Atessa Mario Tano, che riceve Scerni al Fonte Cicero.



I biancorossi invece vedono da vicino la seconda salvezza-prodigio consecutiva: come l’anno scorso, a dicembre la formazione di Olivio Stella sembrava spacciata. Con i ritocchi del mercato di riparazione è pero iniziata la rincorsa: nel precedente campionato si è conclusa con il play out vinto con i vastesi del Real Porta Palazzo; stavolta può addirittura terminare senza play out!

A masticare amaro è il Tre Ville di Antonio Bucci, che domenica scorsa aveva la salvezza in pugno: nella decisiva sfida proprio con i fresani, i gialloverdi hanno subito il pari in pieno recupero. Se avesse vinto, la squadra di Mozzagrogna avrebbe potuto già iniziare a pensare al prossimo campionato di Prima: per farlo senza play out, deve sperare che il Fresa non vinca.

Athletic Lanciano-Roccaspinalveti giocata domenica all’Esposito

L’ultimo ostacolo sulla strada del Fresa è, come detto, la sfida con l’Athletic, costretto a sperare in un’improbabile ko casalingo dell’Atessa. Mai dire mai, anche se i rossoblù, dal canto loro, pure sognano il difficile (ma ancora possibile) accesso diretto alla fase regionale dei play off: se battono Scerni e la Virtus Ortona perde a San Vito, la squadra di Gabriele Farina va dritta dritta alla semifinale regionale con chi vince i play off nel girone E.




Ultima giornata (6 maggio)
Atessa Mario Tano-Scerni
Fresa-Athletic Lanciano
Lanciano-Trigno Celenza
Paglieta-Orsogna
Roccaspinalveti-Tollese
San Vito 83-Virtus Ortona
riposano Tre Ville (per ritiro A. Cupello) e Vasto Marina

Classifica
74
Lanciano
64 Atessa Mario Tano
57 Virtus Ortona
56 Vasto Marina
52 Athletic Lanciano
41 Orsogna
35 Scerni
34 San Vito 83
29 Paglieta
26 Trigno Celenza
25 Tollese
21 Fresa, Roccaspinalveti e Tre Ville
Atletico Cupello ritirato

SCARICA IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Play off nel girone B: le squadre in corsa e quello che può ancora succedere

Con il Lanciano matematicamente promosso e cinque squadre fuori da play off e play out, a due giornate dal termine nel girone B di Prima Categoria restano da definire gli spareggi per la Promozione e la salvezza.

L’unica certezza matematica è che l’Atessa Mario Tano giocherà i play off. Per il resto tutto o quasi può ancora succedere: ecco la situazione, dalle ipotesi più probabili alle situazioni quasi impossibili, per quanto riguarda la parte alta della classifica.



61 punti ATESSA MARIO TANO. Agli atessani servono due pareggi (con Orsogna e Scerni) per la certezza matematica del secondo posto. Con un pareggio e una vittoria vanno direttamente in finale di girone. Con due vittorie, e due sconfitte della Virtus Ortona, addirittura passano direttamente alla semifinale regionale con chi vince i play off del girone E.

Il calcio d’inizio di Atessa Mario Tano-Virtus Ortona della 17esima giornata

Ultimi punti a parte, la formazione di Gabriele Farina ha bisogno soprattutto di recuperare lo smalto dei giorni migliori, che l’hanno vista per buona parte del torneo tenere testa alla corazzata Lanciano. Da qualche domenica a questa parte inoltre i rossoblù hanno dovuto fare i conti con qualche infortunato di troppo.



57 punti VIRTUS ORTONA. Ormai per i gialloverdi il secondo posto è una chimera, perché l’Atessa dovrebbe perdere due partite con squadre senza più obiettivi, mentre la Virtus ha pure lo scontro diretto col Vasto Marina. Il terzo posto è comunque in cassaforte, perché i vastesi nell’ultima giornata riposano, e basta un pari per non scivolare a -10 dalla vicecapolista.

Virtus Ortona e Vasto Marina pronti a entrare in campo per una gara di Coppa Abruzzo

Per la squadra di Alessandro Segalotti però non è ancora il momento di fare calcoli al ribasso, perché con due vittorie (nell’ultima giornata va San Vito) può passare direttamente in finale se l’Athletic Lanciano, ancora in corsa per il quarto posto, perde colpi. Di recente i gialloverdi non hanno fatto faville come nella parte centrale del campionato, ma hanno sempre dalla loro un Del Peschio in più.



53 punti VASTO MARINA. Se i vastesi perdono a Ortona rischiano di restare fuori dai play off, sia perché la Virtus può andare a +10, sia perché dietro c’è l’Athletic Lanciano in agguato. Contando il riposo dell’ultimo turno, solo una vittoria può dare la certezza dei play off ai biancorossi: altrimenti, in caso di sconfitta, devono sperare che gli ortonesi non vincano a San Vito, e l’Athletic pareggi almeno una delle ultime due gare.

Vasto Marina e Athletic Lanciano all’Esposito

A compromettere i piani dei vastesi, dopo la brillante rincorsa avviata con l’arrivo in panchina di Roberto Antonaci, è stato lo scivolone interno con il Trigno Celenza della terzultima giornata: un peccato per quella che in questo girone di ritorno è apparsa la squadra più in forma.



49 punti ATHLETIC LANCIANO. Le speranze sono al lumicino, ma ci sono. I rossoneri devono innanzitutto vincere le ultime due partite con squadre in lotta per la salvezza: Roccaspinalveti in casa e Fresa fuori, che al momento hanno bisogno solo della vittoria. Vinte due partite, l’undici allenato da Matteo Pasquini può rientrare nei play off da quinta se Atessa perde una partita, o da quarta se scavalca Vasto Marina.

Una fase di Athletic Lanciano-Atessa Mario Tano 3-2

I rossoneri non arriverebbero certo agli spareggi da favoriti, anche perché giocherebbero semifinale ed eventuale finale in trasferta. Tuttavia non va dimenticato che l’Athletic, nella stagione regolare, in casa ha battuto con merito Vasto Marina, Virtus Ortona e Atessa Mario Tano: non andrebbe a fare lo starring partner, insomma.



Penultima giornata (29 aprile 16:30)
CLICCA QUI PER LE DESIGNAZIONI ARBITRALI
Athletic Lanciano-Roccaspinalveti
Orsogna-Atessa Mario Tano
Scerni-Lanciano
Tollese-Paglieta
Tre Ville-Fresa
Trigno Celenza-San Vito 83
Virtus Ortona-Vasto Marina

Classifica
71
Lanciano
61 Atessa Mario Tano
57 Virtus Ortona
53 Vasto Marina
49 Athletic Lanciano
41 Orsogna
35 Scerni
31 San Vito 83
29 Paglieta
26 Trigno Celenza
22 Tollese
21 Roccaspinalveti
20 Fresa e Tre Ville
Atletico Cupello ritirato

Ultima giornata (6 maggio)
Atessa Mario Tano-Scerni
Fresa-Athletic Lanciano
Lanciano-Trigno Celenza
Paglieta-Orsogna
Roccaspinalveti-Tollese
San Vito 83-Virtus Ortona
riposano Tre Ville (per ritiro A. Cupello) e Vasto Marina

SCARICA IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Arbitri della penultima giornata di campionato e precedenti nel girone B




Gli incontri più delicati della penultima giornata dal girone B di Prima Categoria sono stati affidati ad arbitri solitamente assegnati ai campionati superiori: Davide Sciubba che dirige Virtus Ortona-Vasto Marina, gara fondamentale per la griglia play off, ad esempio è reduce dal derby di Eccellenza tra Chieti e River 65; a Mozzagrogna per Tre Ville-Fresa, incontro decisivo per la salvezza, va Emanuele Varanese, che quest’anno ha diretto 25 partite tra Eccellenza e Promozione.

Una ventina di incontri nelle serie superiori li ha arbitrati anche Paolo Di Carlo designato per la gara dell’Esposito, dove l’Athletic Lanciano insegue le residue speranze play off contro il Roccaspinalveti, che però ha assolutamente bisogno di punti scongiurare i play out. L’incontro del Lanciano a Scerni sarà diretto invece da Pietro Sivilli, quasi sempre designato negli altri gironi di Prima.

PARTITE E ARBITRI DELLA 29ESIMA GIORNATA
domenica 29 aprile 16:30
ATHLETIC LANCIANO-ROCCASPINALVETI
Paolo Di Carlo di Pescara
II Vasto Marina-Lanciano 0-2
VII Tollese-Scerni 0-2
ORSOGNA-ATESSA MARIO TANO
Nicola Di Monte di Lanciano
XXV Tollese-Vasto Marina 1-3
SCERNI-LANCIANO
Pietro Sivilli di Chieti
XX Vasto Marina-Roccaspinalveti



TOLLESE-PAGLIETA
Antonio Bruno di Lanciano
II Tollese-Atletico Cupello 1-0
V Roccaspinalveti-Vasto Marina 1-3
VIII Scerni-Orsogna 2-0
XII Paglieta-Tre Ville 2-0
XIII Trigno Celenza-Vasto Marina 1-5
XXIII Tre Ville-Vasto Marina 0-5
XXVI Roccaspinalveti-Fresa 1-3
TRE VILLE-FRESA
Emanuele Varanese di Chieti
III Atessa Mario Tano-Vasto Marina 2-1
XXIV Vasto Marina-Athletic Lanciano 3-1
TRIGNO CELENZA-SAN VITO 83
Sebastiano Di Florio di Lanciano
prima designazione nel girone B
VIRTUS ORTONA-VASTO MARINA
Davide Sciubba di Pescara
V Atessa Mario Tano-Lanciano 2-3
XVIII Virtus Ortona-Paglieta 3-1

IL CALENDARIO DEL GIRONE B IN PDF

Giudice sportivo, nel girone B otto squalificati. Multa al Tre Ville




Dopo l’ultima giornata di campionato il Tre Ville ha ricevuto 200 euro di multa «perché a fine gara, propri tesserati non identificati, assumevano comportamenti antisportivi e irriguardosi nei confronti dell’arbitro. Sanzione ridotta per fattiva collaborazione di propri dirigenti».

Il giudice sportivo ha inoltre fermato per un turno Valerio Caruso (Atessa Mario Tano), Mattia D’Ercole e Giuseppe Lupo (Scerni), Francesco Di Campli e Davide Kossiakov (Tre Ville), Nesit Aliji e Andrea Madonna (Trigno Celenza), Fabrizio D’Alessandro (Virtus Ortona); sono entrati in diffida Antonio Mainella (Atessa Mario Tano), Alessandro Mezzanello (Tre Ville) e Claudio Di Zillo (Trigno Celenza).

L’allenatore dell’Athletic Lanciano, Matteo Pasquini, è stato infine sanzionato con l’ammonizione con diffida dopo che, domenica scorsa, è stato allontanato dalla panchina a pochi secondi dal termine della gara.

La 28esima giornata (22 aprile)
Atessa Mario Tano-Tollese
Lanciano-Orsogna
Paglieta-Athletic Lanciano
Roccaspinalveti-Tre Ville
San Vito 83-Scerni
Vasto Marina-Trigno Celenza
riposano Fresa e Virtus Ortona

Promozione matematica per il Lanciano, Vasto insidia Ortona, San Vito e Paglieta salvi




Al termine della 27esima giornata di campionato il Lanciano è matematicamente in Promozione. Ora a ritardare il passaggio dei rossoneri nella categoria superiore può essere solo un eventuale ricorso della Tollese: se lunedì il club biancorosso presenta reclamo per quanto accaduto sabato, bisogna aspettare la decisione del giudice sportivo.

Nella peggiore delle ipotesi, cioè se i punti dall’Atessa riscendessero a 7, la festa sarebbe rimandata alla prossima partita casalinga, quella di domenica 22 aprile con l’Orsogna al Biondi.

I tifosi frentani sulla gradinata del Di Pillo di Tollo

Con il Lanciano ormai promosso, resta da definire la griglia play off. L’Atessa con l’Athletic Lanciano ha perso una ghiotta occasione per mettersi in tasca il passaggio diretto alla finale di girone, mentre la Virtus Ortona vede pericolosamente avvicinarsi il Vasto Marina.

I gialloverdi oggi sono stati rimontati a Celenza nonostante il doppio vantaggio firmato da Dragani e Del Peschio: i padroni di casa, con Di Laudo e Madonna, hanno incamerato un punto che, alla luce degli altri risultati, può riverlarsi decisivo nella lotta salvezza.




Si avvicina così al terzo posto il Vasto Marina, che espugna Scerni con una doppietta di Di Foglio e la decima rete in Prima di Madonna, attaccante salito dalla Seconda Categoria a dicembre.

Vastesi e Virtus devono osservare il turno di riposo, e nell’“intermezzo” della penultima giornata si affrontano al Comunale di Ortona, per una sfida che può decidere o tenere aperta fino all’ultimo la lotta per fissare la griglia play off.

L’ingresso in campo di Scerni e Vasto Marina al Di Vittorio

Paglieta e San Vito 83 oggi festeggiano la salvezza matematica. I sanvitesi prendono un punto a Castel Frentano con l’Orsogna, ormai fuori dai play off: al vantaggio ospite di Di Renzo dagli undici metri risponde Di Nardo.

Paglieta invece espugna Mozzagrogna complicando i piani del Tre Ville, che esce dal campo infuriato con l’arbitro per un paio di rigori non concessi ma a detta dei gialloverdi evidentissimi. Per il Tre Ville è fondamentale il prossimo impegno a Roccaspinalveti, per riavvicinare i roccolani ma soprattutto per tenerli impegnati nella lotta salvezza.




TUTTA LA XXVII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

L’Athletic Lanciano batte l’Atessa all’Esposito e continua a sperare nei play off




ATHLETIC LANCIANO-ATESSA MARIO TANO 3-2 (1-1)
DOMENICA 15 APRILE 2018 – 16:00 – ENRICO ESPOSITO DI LANCIANO
Del Bello, Morena (26’ st L. Aielli), Fischio, Rota, Annecchini, Ciarelli, Verì (39’ st Chiarini), Barone (44’ st D’Alò), S. Aielli (49’ st Mancinelli), Di Girolamo, Iarlori (37’ st Giancristofaro). A disposizione: Giammarino, Caravaggio. Allenatore: Matteo Pasquini
Cericola, Spinelli, Zinni, Manzone, Mainella, Vitullo, Del Roio (14’ st Di Francesco), Djolo (31’ st E. Russi), Di Laudo (12’ st Caruso), Iannone (44’ st Staniscia), Barry. A disposizione: Scutti, Barattucci, Fioriti. Allenatore: Gabriele Farina
ARBITRO Manuel Giorgetti di Vasto
RETI 34’ Verì (AL), 46’ pt Del Roio (AMT), 18’ st Barone (AL), 21’ st Annecchini (AL), 22’ st Iannone (AMT)
NOTE 49’ st allontanato l’allenatore dell’Athletic Lanciano Matteo Pasquini; ammoniti Morena, Fischio, Verì e L. Aielli dell’Athletic Lanciano, Manzone, Zinni, Caruso e Mainella dell’Atessa Mario Tano; angoli 2-4; recupero 1’ pt 4’ st; spettatori 150 circa dei quali una quarantina ospiti

L’Athletic Lanciano tiene accessa la fiammella della speranza play off grazie a un convincente 3-2 su un’Atessa Mario Tano che, all’Esposito, è apparsa solo la lontana parente della squadra che a febbraio, al Biondi, aveva messo alle corde il Lanciano.

Lo stop degli atessani consegna il campionato nelle mani della capolista: i rossoneri di Alessandro Del Grosso infatti, grazie all’exploit a Tollo, con tre partite da giocare sono a 10 punti dalla seconda. Il passaggio in Promozione al momento è matematico, anche se i tollesi vogliono presentare reclamo per l’infortunio causato a un loro giocatore dallo scoppio di un petardo lancianto dai tifosi ospiti.

Un rilancio di Verì

Ad ogni modo gli atessani oggi hanno perso l’opportunità di guadagnare quasi matematicamente l’accesso diretto alla finale play off di girone: con la vittoria si sarebbero sbarazzati dell’Athletic quinto, e avrebbero blindato il secondo posto in quanto la Virtus Ortona, terza che deve ancora osservare il turno di riposo, ha pareggiato a Celenza. La griglia degli spareggi quindi non è ancora definita.

L’Athletic continua a sperare, e nel frattempo incamera tre punti decisamente meritati, giocando meglio nel primo tempo, incassando bene a inizio ripresa nel momento più felice degli ospiti, e difendendo con ordine nella fase finale della gara.




Il vantaggio rossonero arriva dopo la mezzora con Verì, che riceve palla in area, si gira e trafigge Cericola. Al 39’ l’Athletic va vicino al raddoppio: traversone di Barone per Aielli e sponda per Iarlori che spara alto. Al 40’ è Di Laudo sull’altro fronte a non sfruttare una discesa insidiosa di Spinelli.

All’ultima azione prima dell’intervallo arriva il pari: Djolo scappa sul filo del fuorigioco e, mentre i padroni di casa reclamano a gran voce l’offside, arriva sul fondo e serve al centro Del Roio che libero in area mette nel sacco.

Di Girolamo imposta un’azione a centrocampo

A inizio ripresa Di Girolamo impegna Cericola con una punizione che all’8’ il portiere atessano devia in corner. Ma sono gli ospiti ad avere le occasioni migliori: al 10’ Djolo, Di Laudo e Barry non concludono un’azione nell’area avversaria; al 16’ Del Bello è reattivo nell’intercettare a terra una palla che Manzone schiaccia di testa da due passi.

L’Athletic torna fuori un po’ alla volta, e al 18’ si riporta in vantaggio con Barone: Verì guadagna il fondo e serve una palla d’oro all’ex Orsogna, che da distanza ravvicinata firma la terza rete dal suo passaggio in rossonero, nonché settima stagionale. Tre minuti e Annecchini capitalizza una sponda di Aielli su un cross dalla bandierina per siglare il tris.




Un altro giro di lancette e l’Atessa si rifà sotto: cross dalla sinistra e inzuccata vincente di Iannone. Sul 3-2 i rossoblù ci provano, ma non riescono più a essere veramente pericolosi, e anzi una delle palle gol migliori che si vedono è un colpo di testa di Aielli su cross di Di Girolamo.

L’Athletic teoricamente resta in corsa per i play off. Ma per centrare l’obiettivo, oltre a sperare in una serie di passi falsi “incrociati” delle squadre che sono avanti, i rossoneri devono assolutamente vincere in casa del già salvo Paglieta, e contro due squadre assetatissime di punti per scampare i play out come Roccaspinalveti e Fresa.

TUTTA LA XXVII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF