Via libera alla panchina lunga tra i dilettanti: si potranno avere fino a nove riserve




La Lega Nazionale Dilettanti ha ricevuto il via libera alla sperimentazione della panchina lunga nei campionati di propria competenza per la stagione 2018-2019. La deroga è facoltativa, e saranno quindi i comitati regionali a decidere se applicarla o meno. Eventualmente, anche nel torneo di Promozione al quale parteciperà il Lanciano, si potranno portare in panchina fino a nove riserve anziché sette come avvenuto sino ad oggi.

«L’approvazione del provvedimento da parte della Figc viene incontro alla richiesta del consiglio direttivo della Lnd», dichiara il presidente della Lega Cosimo Sibilia, «ad un anno dall’entrata in vigore della norma che ha innalzato da tre a cinque le sostituzioni nei campionati dilettantistici, i tempi risultavano ormai maturi per questa iniziativa, che nella prossima stagione sportiva potrà dare un nuovo impulso alle competizioni agonistiche».

A metà giugno stage al Biondi per selezionare i fuori quota




A metà giugno lo stadio Guido Biondi ospiterà uno stage organizzato dal Lanciano per selezionare fuori quota in vista della prossima stagione. Nel campionato di Promozione sarà infatti obbligatorio avere in campo, nell’arco dei novanta minuti, almeno un ’98, un ’99 e un 2000. Alla selezione saranno perciò visionati soprattutto giovani nati tra il ’99 e il 2001 da mettere a disposizione della squadra guidata dall’allenatore Alessandro Del Grosso.

Il Lanciano tornerà al lavoro da fine luglio




Lunedì 23 luglio è la data fissata indicativamente dal Lanciano per l’inizio della preparazione estiva in vista della stagione 2018-2019, che dopo la vittoria del campionato di Prima Categoria vedrà i rossoneri partecipare al torneo di Promozione. Il ritiro, come l’anno scorso, si svolgerà in sede: allo stadio Guido Biondi e in altre strutture di Lanciano e del comprensorio frentano.

Coppa Disciplina: Lanciano stroncato dalle sanzioni alla società, nel girone B primeggia Vasto Marina

Nella classifica della Coppa Disciplina, che la Figc Abruzzo ufficializzerà in settimana, salvo sorprese il titolo di club più corretto del girone B dovrebbe andare al Vasto Marina. I biancorossi, che nell’ultimo turno hanno riposato, fino alla terzultima giornata erano al terzo posto nella graduatoria generale della Prima Categoria con 9,70 punti, preceduti da Genzano (girona A) Sant’Anna (C).

I vastesi sono usciti poi dalla sfida con la Virtus Ortona con tre ammonizioni, che comunque non dovrebbero aver compromesso il primo posto del girone: in seconda posizione infatti c’era il Paglieta a 11,10 punti, e nella terza il San Vito 83 a 11,80.




Un buon piazzamento nella Coppa Disciplina non è cosa da poco. Il primo posto assoluto permette alla società di non pagare l’iscrizione alla prossima stagione, ma soprattutto dà punti pesanti per un eventuale domanda di ripescaggio, che il club biancorosso farà in caso di eliminazione dai play off.

Se i criteri per i ripescaggi resteranno gli stessi della scorsa stagione, anche il piazzamento nel proprio raggruppamento dà punti, e nel caso dei vastesi questo si sommerebbero a quelli per la posizione in campionato, la qualificazione ai play off, i trascorsi nelle categorie superiori e il settore giovanile.

I giocatori del Vasto Marina prima della gara con la Virtus Ortona della 29esima giornata

È invece destinato a concludere la Coppa Disciplina nelle posizioni di coda il Lanciano, nonostante le poche ammonizioni ricevute dai calciatori. Il club rossonero, che non ha mai avuto giocatori squalificati, sconta le numerose sanzioni ricevute dalla società.

In teoria il Lanciano sarebbe la formazione più disciplinata di tutta la Prima Categoria, ma fino a tre giornate fa era 55esimo su 79 squadre con la bellezza di 32,90 punti, ben 29,00 dei quali dovuti alla società, che ha ricevuto diverse multe per il comportamento dei propri sostenitori.




Poche posizioni avanti sono invece i concittadini dell’Athletic, che pure avrebbero potuto ambire a un buon piazzamento se tutto fosse dipeso solo dalla decina di punti per ammonizioni ed espulsioni dei calciatori rossoneri: l’altra formazione di Lanciano infatti ha preso anche 1,00 per la società, 16,00 per i dirigenti e 3,45 per i tecnici.

I punti “extra campo” pesano molto pure sulla vicecapolista del girone B, l’Atessa Mario Tano, altro club che avrebbe potuto guardare tutti dall’alto in basso se non fosse stato per i 6,00 assegnati per la società, che hanno portato il punteggio totale dei rossoblù a 12,90.

Le immagini di Lanciano-Trigno Celenza 9-0




IMMAGINI DI ALESSANDRO DI BIASE





LANCIANO-TRIGNO CELENZA 9-0 (3-0)
DOMENICA 5 MAGGIO 2018 – 16:30 – GUIDO BIONDI DI LANCIANO
Di Vincenzo, Boccanera (6’ st Giancristofaro), Shipple (21’ st De Santis), Avantaggiato (15’ st Rullo), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone, Cianci (13’ st Val), Tarquini, Sardella (6’ st Vitali). A disposizione: Bucceroni, Zela. Allenatore: Alessandro Del Grosso
Gaspari, Sim. Serafini, G. Serafini, Vetta, Michilli, Samba, Di Nocco, Raspa, St. Serafini, Aliji, G. Antenucci. Allenatore: Paolo Di Pardo
ARBITRO Steven Terrenzi di Pescara
RETI 18’ pt e 19’ pt Sardella, 44’ Quintiliani, 5’ st Avantaggiato, 36’ st e 37’ st Vitali, 39’ st Rullo, 42’ st Tarquini, 44’ st Quintiliani

TUTTA LA XXX GIORNATA
I VERDETTI DEL CAMPIONATO

Play out e play off d’Eccellenza e Promozione: ecco altri prossimi avversari del Lanciano

Con i play out e i play off di Eccellenza e di Promozione che si sono giocati oggi vengono definite altre squadre destinate a disputare lo stesso torneo del Lanciano nella prossima stagione.

Gli spareggi per non retrocedere dall’Eccellenza salvano il Cupello, che ha battuto il Montorio 88 destinato al girone A di Promozione; al raggruppamento B, e quindi con il Lanciano, sarà invece assegnato il River Chieti, sconfitto 2-5 dal Miglianico dell’ex rossonero Marfisi (autore di una rete nella cinquina gialloblù).



Resta in Promozione l’Ortona, che un anno fa ha spadroneggiato nel raggruppamento B di Prima Categoria: nella semifinale play off di girone il Casalbordino ha avuto la meglio 1-0, e ora dovrà vedersela in finale con la Val di Sangro, seconda al termine della stagione regolare. La vincente affronterà il Pontevomano, vicecapolista del girone A già qualificata per la finale regionale.



Per ora in palio, in attesa ripescaggi, c’è un solo posto per l’Eccellenza 2018-2019: quindi Casalbordino e Val di Sangro potrebbero ugualmente ritrovarsi ad affrontare i rossoneri nel prossimo torneo di Promozione.

Salutano invece il girone B di Promozione, perché retrocessi in Prima con i play out, il Castiglione Val Fino, ko con lo Sportland Celano (che però non è escluso che raggiunga l’altra squadra di Celano nel girone A), e la Virtus Pratola, sconfitta dai pescaresi della Fater Angelini. A parte il Castiglione, le altre tre squadre erano neopromosse.


su questo argomento leggi anche
Verso la Promozione 2018-2019: dal San Salvo che scende dall’Eccellenza agli spareggi negli altri tornei

Immagini di Scerni-Lanciano 0-4




IMMAGINI DI ALESSANDRO DI BIASE

SCERNI-LANCIANO 0-4 (0-2)
DOMENICA 29 APRILE 2018 – 16:30 – GIUSEPPE DI VITTORIO DI SCERNI
Cianci, Zinni, Pollutri, Lupo, Monteferrante, Matt. D’Ercole, Ferrante (32’ st Benedetti), Di Virgilio (16’ st Del Re), Marrollo (16’ st Cognata), Farina, Argirò (32’ st Gattafoni). A disposizione: Moretti, Di Candilo. Allenatore: Nicola Di Martina
Bucceroni, Boccanera, Giancristofaro (25’ st De Santis), Avantaggiato (25’ st Zela), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone (16’ st Val), Sardella (25’ st Cianci), Tarquini, Shipple (22’ st Rullo). A disposizione: Di Vincenzo, Vitali. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Pietro Sivilli di Chieti
RETI 24’ pt Tarquini, 35’ pt Shipple, 9’ st Quintiliani, 19’ st Shipple
NOTE Ammoniti Pollutri, Lupo, Farina e Del Re dello Scerni, Avantaggiato del Lanciano

TUTTA LA XXIX GIORNATA