Archivi tag: Roman Aníbal Torres

L’attaccante argentino Torres lascia San Salvo per la Val di Sangro





Roman Aníbal Torres (1985) è un nuovo attaccante della Val di Sangro. Il calciatore argentino aveva iniziato la preparazione con il San Salvo, ma ieri ha firmato per il club di Montemarcone. Nella scorsa stagione Torres ha giocato in Seconda Categoria con la Sansalvese, ma negli anni scorsi aveva militato tra Eccellenza e Promozione con Vastese, Cupello, Vasto Marina e San Salvo.

Ecco l’attacco del San Salvo: confermati Izzi e Molino, torna Torres





Le prime battute del calciomercato estivo finora dicono che il San Salvo sarà una delle principali rivali del Lanciano nel girone B di Promozione. I biancazzurri hanno infatti annunciato la conferma degli attaccanti Daniele Izzi (1989) e Alessandro Molino (1995), già in forza ai sansalsavesi negli ultimi campionati di Eccellenza.

Per l’attacco il tecnico Alfredo Castellano avrà inoltre a disposizione anche l’argentino Roman Aníbal Torres (1985), che in passato aveva giocato col San Salvo in Eccellenza, e di recente la Marcianese Lanciano ha incontrato da avversario quando ha militato con Real Porta Palazzo e Sporting San Salvo. Nell’ultima stagione Torres ha giocato in Seconda Categoria con la Sansalvese.





Altri articoli sul calciomercato del San Salvo
Colpo San Salvo: arriva il centrocampista Bolzan
L’esperto difensore Pifano torna a San Salvo
San Salvo, due ritorni dal Casalbordino e conferma di Cialdini in porta

Vasiu torna al Fresa, Torres allo Sporting San Salvo

Admir Vasiu in campo a Lanciano con la maglia del Roccaspinalveti

Admir Vasiu in campo a Lanciano con la maglia del Roccaspinalveti

Il Fresa, cronico fanalino di coda del girone B di Prima Categoria, per tentare di risalire la china ha deciso di intervenire con forza nel mercato di riparazione che si è aperto il primo dicembre: sono tornati a vestire la maglia biancorossa, come nel precedente campionato, il centrocampista Gabriele Ottaviano (1985) che ha iniziato la stagione in Promozione con il Vasto Marina, e l’attaccante Admir Vasiu (1987), che finora con il Roccaspinalveti ha segnato 8 reti, tre delle quali a Lanciano contro la Marcianese.

In coda alla classifica si indebolisce invece il Real Porta Palazzo, che da oggi divide nuovamente l’ultimo posto con i fresani: la formazione vastese ha ceduto l’attaccante argentino Roman Aníbal Torres (1985), 4 reti in giallonero, allo Sporting San Salvo.

Torres esce dal campo dopo la partita vinta dalla Marcianese a Vasto

Torres esce dal campo dopo la partita vinta dalla Marcianese a Vasto

La Tollese, che con lo Sporting divide il sesto posto in classifica, si è rinforzata con l’attaccante Alessandro Luciani (1987), il centrocampista fuori quota Stefano Perfetti (1997) che era in prestito al Chieti in D, e l’esterno Matteo D’Eusanio (1983), ai quali dovrebbe aggiungersi il centrale difensivo Davide Galasso dal Villa 2015, la squadra di Francavilla che milita in Promozione.

I gol segnati nel girone B superano quota 200. Le autoreti sorridono allo Scerni

Con le 18 reti messe a segno nella decima giornata il numero complessivo dei gol realizzati nel girone B di Prima Categoria supera quota 200: le squadre del campionato in cui gioca la Marcianese hanno finora esultato 206 volte, per una media di 20,6 gol a giornata e 2,94 a partita. Gli ultimi tre turni hanno però abbassato la media, in quanto è dal settimo che nel girone si registrano meno di venti reti a giornata.

Su 70 incontri giocati sono 19 quelli che si sono conclusi in parità, quasi sempre con gol, visto che gli 0-0 nel girone sono stati 7, e sono 5 le giornate in cui non c’è stata nessuna gara finita a reti inviolate. Meno di un terzo dei successi sono stati conquistati lontano dalle mura amiche, in quanto le vittorie in trasferta sono 15 su 51.

In due si dividono il primato del gol più veloce: dopo circa un minuto di gioco sono andati a segno sia Danilo Venditti del Real Montazzoli sia Dario Costantini dello Sporting San Salvo; la rete più ritardataria l’ha siglata invece il centravanti del Real Porta Palazzo, Roman Aníbal Torres.

La formazione di Lanciano è stata protagonista due volte della partita con il maggior numero di reti, quando ha perso a Scerni 6-1 e quando ha superato in casa il Roccaspinalveti 4-3; al contrario il Tre Ville ha patito in due occasioni la sconfitta con il maggior scarto di reti. Singolare invece un altro primato dello Scerni: le tre autoreti registrate in questo campionato sono state realizzate tutte a favore dei rossoblù.

scerni-2016-2017

Lo Scerni, unica squadra che ha avuto autoreti a favore (foto da Abruzzowebtv)

PRIMATI E NUMERI DEL GIRONE B DI PRIMA CATEGORIA

Gol segnati
206 (105 nel primo tempo; 101 nel secondo)


Gol più veloci
1’ pt Danilo Venditti in Guastameroli-Real Montazzoli 2-1 (prima giornata)
1’ pt Dario Costantini in Sporting San Salvo-Fresa 3-0 (settima)


Gol più lento
48’ st Roman Aníbal Torres in Ortona-Real Porta Palazzo (quinta)


Maggior numero di gol in una partita
7 Ortona-Scerni 4-3 (prima)
7 Scerni-Marcianese Lanciano 6-1 (quarta)
7 Marcianese-Roccaspinalveti 4-3 (settima)


Maggior scarto di gol in una partita
6 Tre Ville-Guastameroli 0-6 (sesta)
6 Ortona-Tre Ville 6-0 (settima)
6 Piazzano-Trigno 6-0 (decima)


Squadra con più autogol a favore
3 Scerni


Maggior numero di gol in una giornata
29 (quinta)


Minor numero di gol in una giornata
13 (ottava)


Vittorie
51 (36 in casa; 15 in trasferta)


Giornate con maggior numero di vittorie
settima, nona, decima (6)


Giornata con maggior numero di vittorie in casa
settima (6)


Giornate con maggior numero di vittorie in trasferta
seconda, sesta, decima (3)


Pareggi
19 (senza gol 7 su 70)


Giornate con maggior numero di pareggi
terza, ottava (3)


Giornate con maggior numero di pareggi senza gol
terza, ottava (2)

Real Porta Palazzo 1
Marcianese Lanciano 2

Di Biase, Lanfranchi, Savino, Bogatsu, Napolitano, Budano, Fioravante (25’ st D’Alessandro), D’Ascanio, Torres, D’Adamo, Madonna (18’ st Menabuoni). A disposizione: Paolino, Turri, Bolognese, Stivaletta. Allenatore-giocatore: Roberto Budano
marcianese-lancianoVeleno, Valentini (41’ st F. Di Campli), Di Martino, Rullo, Cianfarra, Rositi, Dushkaj, Carpineta, Di Odoardo (1’ st Marongiu), Aielli, Morena (13’ st Di Piero). A disposizione: L. Di Campli, Commodo, Falcone, Di Florio. Allenatore: Antonio Bucci
ARBITRO Elena Bomba di Lanciano
RETI 46’ pt Torres (rigore), 20’ st Di Piero, 34’ st Rullo
NOTE Ammoniti Bogatsu, D’Adamo, Budano e D’Ascanio del Real Porta Palazzo, Marongiu e Di Piero della Marcianese; 45’ pt allontanato dal campo l’allenatore della Marcianese Bucci per proteste; angoli 2-3; recupero 2’ pt 3’ st; spettatori 80 circa di cui una trentina ospiti; in corsivo i fuori quota

Un prova di carattere e la quarta punizione vincente di capitan Rullo permettono alla Marcianese di espugnare il campo del Real Porta Palazzo nell’anticipo dell’ottava giornata, e conquistare così la prima vittoria esterna stagionale. Con i tre punti strappati con merito sul campo Pepe di Vasto la squadra di Lanciano, in attesa degli altri risultati, mette inoltre piede in zona play off.

I rossoneri iniziano bene la gara: per quanto possono manovrano palla a terra e costringono bassa la formazione di casa. La mole di gioco non produce tuttavia grosse emozioni, perché manca l’ultimo passaggio buono, a volte anche a causa del terreno di gioco, e l’intesa tra Aielli e Di Odoardo (costretto a uscire per infortunio nell’intervallo) non è brillante come una settimana fa. Dall’altro comunque c’è un Real coriaceo e ben messo in campo, che fa perno su Bogatsu che primeggia sulla mediana, cerca di arrivare in porta con passando per gli esterni che lanciano alla ricerca degli spunti di Torres e Madonna.

real-porta-palazzo-marcianese-lanciano-1-2-a

I primi tiri, manco a dirlo, sono un paio di punizioni dalla distanza di Rullo, che non vanno neanche troppo lontano dal bersaglio. Al 14’ i vastesi ci provano con Torres da fuori, ma la sua conclusione è completamente sbilenca. Dopo la buona partenza degli ospiti, il Real alza il baricentro, e per oltre metà del primo tempo è abbastanza evidente la supremazia territoriale dei vastesi, pur mancando anche a loro lo spunto decisivo.

La gara scorre infatti priva di emozioni rilevanti: al 31’ un tiro smorzato di Dushkaj diventa un assist per Morena, ma Di Biase è bravo a gettarsi sui piedi dell’attaccante; Veleno fa grossomodo lo stesso al 34’ per neutralizzare D’Adamo. Il “botto” arriva all’ultimo giro di lancette, quando la Bomba vede dentro l’area un contrasto sulla linea tra Rositi e Madonna e indica il dischetto. Le proteste più veementi sono quelle del tecnico Bucci, che entra in campo e viene perciò allontanato dalla direttrice di gara. Veleno intuisce il tiro dagli undici metri di Torres ma non ci arriva, e così si va al riposo con i gialloneri in vantaggio.

real-porta-palazzo-marcianese-lanciano-1-2-b

La ripresa inizia con il Porta Palazzo che dà l’impressione di essere ancora padrone del campo, e al 5’ sfiora addirittura il raddoppio con D’Adamo, che servito da Madonna si presenta davanti a Veleno per tentare un pallonetto poca fortunato. Dopo il brivido i lancianesi prendono in mano il pallino del gioco, e premono costantemente lasciando al Real pochi spunti in contropiede.

Al 7’ un brutto fallo di Budano su Morena viene sanzionato con il giallo e una punizione dall’angolo destro dell’area, che Rullo manda innocuamente tra le braccia di Di Biase. Un minuto dopo Aielli mette Marongiu davanti alla porta, ma l’arbitro ferma l’azione per un fuorigioco non evidentissimo. All’11’ Aielli dal fondo serve Marongiu sul primo palo, ma Di Biase gli chiude lo specchio. I padroni di casa si fanno rivedere al 17’ con una girata di D’Adamo facile preda di Veleno.

Nel frattempo Bucci si gioca la carta Di Piero, che si rivela vincente, perché la vivacità del giovane esterno rossonero mette un bel po’ di pepe in più all’attacco ospite. Proprio Di Piero infatti firma il pari: l’azione nasce da uno spunto di Marongiu che imbecca Aielli; Di Biase si distende per intercettare la conclusione angolata dell’attaccante; Di Piero si fionda sulla palla e, quasi dal fondo, riesce a infilare il meritato pari.

real-porta-palazzo-marcianese-lanciano-1-2-c

L’1-1 non sazia la Marcianese, che continua a fare la partita. La reazione del Porta Palazzo è tutta in tiro debole e centrale di Manabuoni al 22’, mentre dall’altro lato, dopo un’inzuccata velleitaria di Aielli su cross di Dushkaj, al 29’ Marongiu si divora il raddoppio: Di Piero lo mette davanti a Di Biase con un preciso assist a pallonetto, ma sulla conclusione ha la meglio il portiere giallonero. A una decina di minuti dal termine ci pensa il piede fatato di Rullo a risolvere la partita: nella circostanza Di Biase non è impeccabile, e il capitano trasforma in oro una punizione defilata sulla sinistra da 25 metri, portando a cinque il suo bottino di reti stagionali, quattro delle quali su punizione.

Bucci si copre spostando Di Piero sulla linea di centrocampo, e passa quindi dal 4-3-3 al 4-4-2. Portare a casa la vittoria per il fortino lancianese non è però una passeggiata, anche perché la gara a 5’ dal termine rischia di incattivirsi: durante un attacco vastese Valentini resta a terra in area, e dopo che Torres tenta di strattonarlo ne nasce un parapiglia che sul momento viene placato. L’attaccante argentino però se la prende con Dushkaj, e per un paio di minuti lo provoca a tutto campo: il centrocampista albanese dà prova di maturità ed è bravo a non reagire. La Marcianese si chiude a riccio per respingere gli assalti finali, e nel recupero il guantone di Veleno è decisivo per neutralizzare l’ultimo brivido provocato dal solito D’Adamo, che trova un pertugio tra le maglie della difesa lancianese ma anche la mano del portiere che tiene in cassaforte i tre punti.

real-porta-palazzo-marcianese-lanciano-1-2-d

Per la Marcianese sfida inedita con il Real Porta Palazzo

Quella con il Real Porta Palazzo per la Marcianese è una sfida inedita. La squadra di Lanciano non ha mai affrontato in campionato i vastesi, che sono stati promossi in Prima Categoria al termine della scorsa stagione: nel 2015-2016 i gialloneri hanno terminato il girone G di Seconda alle spalle del Paglieta, per poi eliminare ai play off Odorisiana e Sporting Altino.

Nel 2014-2015 invece il Real, sempre nel girone G, si è salvato ai play out: terzultimo nella stagione regolare, ha battuto 2-1 il Castel Frentano nella sfida secca in casa. Anche nel 2013-2014 i gialloneri hanno giocato gli spareggi: dopo il quinto posto nel girone vastese di Terza, hanno eliminato Rocca San Giovanni in semifinale e hanno pareggiato in finale a Carunchio (meglio piazzato nella stagione regolare), per poi salire grazie al ripescaggio.

Il Real Porta Palazzo dopo sei partite (ha osservato il turno di riposo alla terza giornata) è penultimo in classifica ed è l’unica squadra del girone B a non aver ancora vinto una partita; ha il terzo peggior attacco e la quarta peggior difesa del campionato. Ma attanzione a questi numeri che possono trarre in inganno sul valore dei vastesi: ad eccezione del ko di domenica scorsa a Celenza sul Trigno, su 6 incontri i gialloneri ne hanno giocati ben 5 contro squadre che sono nelle prime sei posizioni della classifica.

Il capocannoniere della formazione allenata da Roberto Budano è l’argentino Roman Aníbal Torres, che nel curriculum conta anche un’apparizione in Serie D (Sporting Genzano), ed è sceso in Prima Categoria dopo l’ultimo campionato a Palombaro (Promozione) e le precedenti stagioni tra Promozione ed Eccellenza con altri club della zona (Vastese, San Salvo, Vasto Marina e Virtus Cupello).

real-porta-palazzo-marcianese-stat

Il cammino del Real Porta Palazzo in campionato
1a Piazzano-Real Porta Palazzo 4-2
2a Real Porta Palazzo- Tollese 2-3
3a turno di riposo
4a Real Porta Palazzo-Guastameroli 0-0
5a Ortona-Real Porta Palazzo 2-2
6a Real Porta Palazzo-Sporting San Salvo 1-1
7a Trigno Celenza-Real Porta Palazzo 2-0

Clicca QUI per il programma completo dell’ottava giornata