Play off: finali di girone in Prima e spareggio decisivo in Promozione




Domenica 20 maggio alle 16:00 si giocano le finali di girone per determinare le semifinaliste che continueranno a inseguire il sogno della Promozione. Dalla Prima Categoria salirà direttamente solo una squadra. Queste le gare in programma con le relative designazioni arbitrali:

A New Team Pizzoli-San Benedetto Venere Loris Carlini di Lanciano
B Atessa Mario Tano-Virtus Ortona Jacopo Di Michele di Chieti
C Sant’Anna-Cugnoli Jacopo Fabrizio di Vasto
D New Club Villa Mattoni-Giulianova Annunziata Federico Zugaro dell’Aquila
E Hatria-Elicese Cristian Di Renzo di Avezzano

Le semifinali regionali saranno giocate con un triangolare tra le formazioni vincenti nei gironi A, C e D, e con lo scontro diretto andata e ritorno tra quelle dei gironi B ed E. La partita decisiva verrà disputata in campo neutro. Destinate a finire sicuramente nello stesso girone del Lanciano, in caso di vittoria finale, sono Atessa Mario Tano e Virtus Ortona già quest’anno avversarie dei rossoneri, e il Sant’Anna di Chieti.




Ma interessa i frentani anche il play out di Serie D tra San Nicolò e Jesina: se a retrocedere saranno gli abruzzesi, bisognerà infatti giocare un ulteriore spareggio salvezza in Eccellenza e in Promozione. Nel primo caso se la vedranno Cupello e Miglianico: chi scende in Promozione viene nel girone del Lanciano.

Per determinare un’altra eventuale retrocessione in Prima Categoria, si affronterebbero invece Tossicia e Sportland Celano, due delle formazioni che hanno vinto i play out, ma che hanno la peggiore posizione in classifica nei rispettivi gironi al termine della stagione regolare.

Al Valle Anzuca di Francavilla infine c’è la finale dei play off di Promozione tra il Pontevomano e la Val di Sangro, che hanno finito al secondo posto nei gironi A e B di Promozione: se la Val di Sangro perde, resterà a fare compagnia al Lanciano nel campionato 2018-2019.

Atessa Mario Tano e Virtus Ortona al Fonte Cicero per la sfida di campionato

Lanciano migliore capolista d’Italia in Prima Categoria




I record nazionali oltre la vittoria del campionato: alla fine del suo girone d’andata il Lanciano è tra le migliori squadre dei 107 tornei di Prima Categoria che si giocano in Italia. Stando a classifiche e risultati registrati sul portale Tuttocampo.it, i rossoneri sono una delle tre capoliste ancora a punteggio pieno, oltre che fra le 36 imbattute. Il primato che manca al Lanciano è quello dei punti fatti: i frentani sono a quota 42, ma c’è la Julia Sagittaria che guida il girone H veneto con 43, e insieme ai rossoneri è l’unica squadra di Prima ad aver superato quota 40 punti.

Il club di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia, si è aggiudicato 14 vittorie come il Lanciano, ma ha pareggiato 1 partita. Nel raggruppamento in questione infatti le squadre sono 16: quindi, non essendoci il turno di riposo, al giro di boa le partite disputate sono 15. Rispetto ai veneti però i rossoneri possono vantare una media punti più alta: 3 tondi contro i 2,87 della Julia.

I supporters rossoneri che hanno seguito la squadra a Celenza sul Trigno

A punteggio pieno finora, oltre ai frentani, ci sono invece altre due squadre: il Borgo di Borgo Valsugana, nel girone C della provincia di Trento, che ha vinto 13 partite su 13; e il Ferentino, che con 33 punti in 11 gare guida il girone H di Prima Categoria laziale, dove, a differenza dell’Abruzzo, si è arrivati alla 12esima giornata.

Il succitato Ferentino tra l’altro è il club dove nel 2004-2005 il capitano rossonero Francesco Di Gennaro ha debuttato in D, segnando 15 gol in 15 partite, e attirando così l’attenzione del Lanciano di Riccardo Angelucci.



Lanciano è ovviamente anche una delle squadre che non ha mai pareggiato: fra le capoliste di Prima Categoria in Italia ce ne sono 8 che hanno ancora lo zero nella casella del pari, e fra queste c’è l’Anconitana che, dopo 13 incontri, con 36 punti (12 successi e 1 sconfitta) comanda il raggruppamento B delle Marche, e col Lanciano è il club più blasonata costretto quest’anno a militare in Prima Categoria.

Fra le capoliste dei 107 raggruppamenti italiani di Prima, altro nome noto ai tifosi lancianesi per affrontato in passato i rossoneri, è quello della Civitanovese, davanti a tutti nel girone C delle Marche: i rossoblù hanno 34 punti, avendo conquistato in 13 gare 11 successi, 1 pareggio e 1 sconfitta.

La squadra festeggia con i tifosi la vittoria nell’ultima gara di andata

Le capoliste imbattute nei 107 gironi italiani di Prima Categoria sono complessivamente 36. Con il Lanciano nell’elenco compaiono altre due compagini abruzzesi: lo Scafa Cast (12 vittorie e 3 pareggi) che guida il gruppo C, e il Real Carsoli (9 vittorie e 6 pareggi), che fa parte del quartetto che è in testa al gruppo A.

I rossoneri sono infine una delle 95 primatiste solitarie, perché in 12 gironi italiani di Prima su 107 la piazza principale se la dividono due squadre, o più di due come succede solo in due gironi abruzzesi: il girone A infatti è l’unico in Italia ad avere 4 formazioni a pari punti in testa (Villa Santangelo, New Team Pizzoli, Real Carsoli e Tornimparte a 33 punti), mentre nel D ce ne sono tre (New Club Villa Mattoni, Giulianova Annunziata e Castelnuovo Vomano a 29).