De Vincentiis saluta Francavilla. Il sindaco Luciani: «Lascia società sana e senza debiti»

Come da programma, stamani Fabio De Vincentiis ha incontrato il sindaco di Francavilla Antonio Luciani e il suo assessore allo sport, Rocco Alibertini, per formalizzare il suo disimpegno dal club giallorosso. Da questo momento quindi De Vincentiis è a pieno titolo presidente del Lanciano, e solo al club rossonero dedicherà la propria attività nel settore dello sport.




Luciani dopo l’incontro ha rilascito alcune dichiarazioni nelle quali ha dato atto a De Vincentiis di «lasciare dopo tre anni una società sana, senza debiti e pronta a ripartire». Il Francavilla, sconfitto nella finale dei play off nazionali di Eccellenza, potrebbe aspirare al ripescaggio in D, categoria nella quale manca dal 1995.



Mercoledì De Vincentiis lascia ufficialmente il Francavilla

Mercoledì 14 giugno Fabio De Vincentiis, presidente in pectore del Lanciano, lascia definitivamente la presidenza del Francavilla. In mattinata il neopresidente rossonero è infatti atteso in municipio per un incontro con il sindaco francavillese Antonio Luciani, al quale comunicherà ufficialmente il suo definitivo disimpegno dal club giallorosso.




De Vincentiis ha gestito il Francavilla dal 2014, e quest’anno la squadra ha giocato la finale degli spareggi interregionali per l’accesso in Serie D: è il miglior risultato ottenuto sul campo dai giallorossi da quando, nel 1995, sono stati retrocessi dal Cnd.

Il Francavilla di Montani non sale in D e non libera un altro posto in Promozione





Il Francavilla allenato dall’ex rossonero Fabio Montani esce sconfitto dalla doppia finale per la Serie D con il Fabriano Cerreto: dopo lo 0-0 dell’andata, l’1-1 di oggi al Valle Anzuca promuove i marchigiani. La vittoria dei giallorossi avrebbe liberato un posto in più nelle categorie inferiori, aumentando così le possibilità di ripescaggio del Lanciano in Promozione. Tuttavia il club abruzzese avrebbe buone possibilità di venire ripescato nella divisione interregionale nel caso ne facesse richiesta.

Fabio Montani nella finale di andata (dalla pagina Fb ASD Fabriano Cerreto)

L’ultima squadra di Prima Categoria che acquisisce il diritto a salire in Promozione è invece il Piano della Lente. I teramani hanno superato 3-1 il Sant’Anna Chieti nella terza giornata del triangolare: le due squadre hanno 3 punti come lo Sportland Celano, ma la differenza reti arride ai teramani. Il Piano della Lente in Promozione è destinato al girone A: nel caso il Lanciano venisse ripescato, non sarà quindi nello stesso girone.



Il presidente del Francavilla De Vincentiis vicino al Lanciano

Il Lanciano 1920 fresco di fondazione potrebbe avere presto un nuovo presidente: la prossima settimana sarà sciolto ufficialmente il nodo sull’esito della trattativa tra la dirigenza che ha dato vita al club e Fabio De Vincentiis, 49enne imprenditore pescarese nel settore dell’editoria, attualmente proprietario del Francavilla.

Fabio De Vincentiis (foto da atuttocalcio.tv)

De Vincentiis si è proposto per diventare socio di maggioranza e assumere la presidenza del nuovo e ambizioso Lanciano: assicurando un programma pluriennale per riavvicinare la società rossonera al calcio professionistico, e l’organizzazione in tempi rapidi del settore giovanile. C’è inoltre ottimismo per il ripescaggio in Promozione, oltre a una flebile speranza per ambire anche a qualcosa di più.




I soci fondatori resterebbero comunque in società collaborando con De Vincentiis che, se l’affare dovesse andare in porto, potrebbe portare da Francavilla anche il direttore sportivo Antonio Paciarella. In un eventuale staff dell’aspirante presidente ci sarebbe posto inoltre per Francesco Di Gennaro, ex attaccante rossonero sbocciato nel Lanciano di Riccardo Angelucci nel 2005, e tornato con meno fortuna nella Virtus dei Maio nel 2010.

Di Gennaro con la maglia del Francavilla sponsorizzato dalla testata di De Vincentiis

Di Gennaro quest’anno ha giocato a Francavilla, ma dopo un buon avvio di stagione è stato messo fuori squadra per dissidi con l’allenatore Fabio Montani (altro ex Lanciano): tornerebbe per la terza volta in rossonero come direttore generale, ma non è escluso che prima di passare dietro la scrivania scende in campo per l’ultimo anno con la squadra che l’ha lanciato. Del resto, visto il buon rendimento in Eccellenza, con un anno in più non dovrebbe avere problemi a ben figurare nella categoria inferiore.




I primi approcci tra De Vincentiis e Lanciano ci sono stati a novembre, quando mostrò interesse per la Marcianese. Non se ne fece nulla, ma la trattativa è ridecollata di recente. La questione però deve restare “in frigorifero” perché il campionato del Francavilla non è ancora finito: i giallorossi infatti domenica giocano al Valle Anzuca il ritorno della finale per l’ammissione in Serie D coi marchigiani del Fabriano Cerreto (0-0 all’andata). Le credenziali sportive di De Vincentiis sembrano quindi buone, se è quasi riuscito nell’impresa di riportare il Francavilla in una categoria dove mancava dal 1995.

Giudice sportivo in Prima Categoria: mano pesante sul San Vito 83





Le sanzioni del giudice sportivo dopo la 29esima giornata del campionato di Prima Categoria rischiano di tagliare fuori il San Vito 83 dalla corsa per aggiudicarsi la Coppa Disciplina. Nel club biancazzurro è stato infatti squalificato per due turni Francesco Paolo Tosti, espulso dalla panchina, e per uno Andrea Catenaro, che ha ricevuto il rosso per doppia ammonizione; il dirigente Fabio Cupido è stato invece sanzionato fino al 10 maggio.

Nel resto del girone B di Prima saltano il prossimo turno anche Paolo Sciorilli (Piazzano), Carlo Cerella (Roccaspinalveti, che però riposa) e Manolo Di Battista (Tollese). Sono diffidati Giuseppe Orsini (Piazzano), Rosario Caruso (Real Montazzoli), Michele Marchesani (Real Porta Palazzo), Moreno Fanaro (Roccaspinalveti), Mario Cianci (San Vito 83), Marco Primomo (Tollese) e Alessio Pelliccia (Trigno Celenza).




Non ci sono calciatori squalificati per Marcianese e Trigno Celenza, che domenica alle 16:30 si affrontano in casa dei celenzani per il recupero della 17esima giornata, che a gennaio era stata rinviata in blocco a causa del maltempo. La squadra di Lanciano chiuderà poi il campionato il 7 maggio a Ortona.

Domenica 30 aprile, anche con i rossoneri che vanno fuori casa, lo stadio Biondi sarà ugualmente occupato, in quanto ospiterà la gara del campionato di Eccellenza tra Francavilla e Virtus Teramo. L’incontro è in programma alle 15:00.



CLICCA QUI per programma del recupero della 17esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche