Annullato Daspo dato a tifoso lancianese in occasione di Marcianese-San Vito 83





Il Tar di Pescara ha accolto la richiesta di sospensiva del Daspo emesso nei confronti di un tifoso lancianese che aveva acceso un fumogeno in occasione della partita Marcianese-San Vito 83 giocata allo stadio Biondi: a darne notizia è il portale Sportpeople, il quale riferisce che secondo il Tar «come osservato dalla difesa, il Daspo non costituisce un automatismo e che quindi bisogna valutare in concreto se il comportamento è stato o meno pericoloso, cosa che nel caso di specie non lo era».

I tifosi del settore sud durante la partita col San Vito 83





Ortona 2
Marcianese Lanciano 5




Kolloni, Zannini (30’ st Luciani), Carrieri (41’ st D’Intino), Verì, Di Gregorio [VC], Pelusi, Ranalli (1’ st Granata), D. Dragani, Battistella [C], A. Dragani, Pompilio. A disposizione: La Barba, Centurione, Annecchini, Sciolettti. Allenatore: Donato Carinci
L. Di Campli, Morena, Cianfarra, Rullo [C] (37’ st Abate Chechile), Di Martino, Carpineta, Marongiu (40’ pt Troilo), Ruffilli [VC], Aielli (41’ st Bah), Del Peschio, Cianci. A disposizione: Forlani, Samake, F. Di Campli, Dushkaj. Allenatore: Piero D’Orazio
ARBITRO Elena Bomba di Lanciano
RETI 9’ pt Marongiu, 12’ pt Verì, 41’ pt Cianci, 32’ st Aielli, 35’ Rullo (rigore), 41’ st A. Dragani, 48’ st Abate Chechile
NOTE ammoniti Rullo, Morena, Di Gregorio; angoli 4-0; recupero 2’ pt 4’ st; spettatori un centinaio circa; in corsivo i fuori quota

La punizione di Rullo respinta da Kolloni al 4’

La Marcianese chiude in bellezza il campionato andando a espugnare il campo del già promosso Ortona: al Comunale di via Giovanni XXIII si vedono tanti gol e tante occasioni da rete, frutto di una gara giocata a viso aperto da due squadre senza più obiettivi.

Al 4’ la prima conclusione degli ospiti è una punizione di Rullo respinta a pugni chiusi da Kolloni, mentre al 9’ i rossoneri vanno in vantaggio con Marongiu, lanciato da Del Peschio, che si fa neutralizzare la prima conclusione dal portiere ortonese e poi ribadisce in rete. Qualche minuto e Verì riceve un passaggio filtrante che sfrutta per trafiggere Di Campli da pochi passi.




Al 14’ Verì serve Diego Dragani, che al volo calcia fuori. Al 18’ Di Campli blocca un colpo di testa di Pompilio, che rimane a secco nel tentativo di rincorsa a Pierri nella classifica marcatori. Un minuto dopo si rivedono gli ospiti, con Cianci che non aggancia un cross di Marongiu che potrebbe portarlo in porta.

Al 22’ un cross di Aielli trova Del Peschio pronto al tiro al volo, ma Kolloni è altrettanto reattivo per la respinta. Alla mezzora primo legno ortonese: cross di Zannini per Pompilio, che anticipa Di Campli in uscita e colpisce la traversa, per poi mandare clamorosamente fuori a porta vuota.

Uno degli attacchi ortonesi nel secondo tempo

Gli ospiti tornano in vantaggio: fa quasi tutto Ruffilli, che dopo una buona porzione di campo palla al piede imbecca Cianci, bravo a destreggiarsi in area e a infilare Kolloni. Prima del riposo Ortona ha un altro paio di occasioni per pareggiare: al 44’ Pompilio da posizione proibitiva, quasi dal fondo, non indovina la porta: al 47’ Di Campli respinge di piede un tiro di Verì.

Nella ripresa i padroni di casa premono maggiormente, decisi a raddrizzare il risultato. Più della supremazia territoriale gialloverde si rivelano però vincenti i contropiedi degli ospiti, che dilagano nell’ultimo quarto d’ora.




Al 5’ Alessio Dragani è pericoloso con dal limite su corner corto, ma tira alto; lo stesso Dragani al 25’ colpisce la traversa direttamente da calcio d’angolo. Al 27’ Pompilio serve Battistella in area, che stoppa di petto e tenta la rovesciata spalle alla porta, ma la conclusione è debole e facile preda del portiere.

L’Ortona preme ma la Marcianese segna: Aielli al 32’ firma il tris di testa. Prima del poker di Rullo su rigore, c’è spazio anche per un palo dei gialloverdi, e poco dopo si vedono anche una traversa di Del Peschio con una conclusione dalla lunetta della metà campo. A determinare il risultato finale sono una punizione di Alessio Dragani al 41’ e, dopo un altro calcio piazzato neutralizzato da Di Campli, un tiro da fuori area di Abate.

I giocatori rossoneri salutano i tifosi lancianesi a fine gara

CLICCA QUI per risultati della 30esima giornata e classifiche

Elena Bomba arbitra Ortona-Marcianese





La partita dell’ultima giornata del campionato di Prima Categoria tra Ortona e Marcianese, in programma domenica alle 16:30 al Comunale di via Giovanni XXIII, sarà diretta da Elena Bomba, arbitro della sezione di Lanciano che ha già arbitrato i rossoneri in occasione della vittoria a Vasto con il Real Porta Palazzo. Due sono invece i precedenti stagionali con l’Ortona: la vittoria casalinga in Coppa Abruzzo col San Vito 83 (4-2) e la sconfitta a Montazzoli in campionato (2-1).

Elena Bomba esce dal campo dopo Real Porta Palazzo-Marcianese

La Bomba quest’anno ha diretto finora 25 partite, 11 delle quali in Prima Categoria (6 nel girone B, 1 nel C e 4 in quello E), 6 nel torneo Juniores, 5 in Coppa Abruzzo, 2 in Seconda Categoria e 1 in Serie C femminile. Con la direttrice di gara della sezione di Lanciano in campo ha vinto 12 volte la squadra di casa e 10 quella ospite e appena 3 sono stati i pareggi.




Partite e designazioni dell’utima giornata
Fresa-Paglieta Nicola Di Monte di Lanciano
Guastameroli-Scerni Federico Russo Pescara
Ortona-Marcianese Lanciano Elena Bomba di Lanciano
Piazzano-Roccaspinalveti Davide D’Adamo di Vasto
Sporting San Salvo-Trigno Celenza Francesco Colanzi di Lanciano
Tollese-San Vito 83 Antonio Diella di Vasto
Tre Ville-Real Porta Palazzo Stefano Altobelli di Pescara

CLICCA QUI per programma della 30esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Le partite dirette da Elena Bomba in questa stagione
29 aprile Prima Categoria C San Martino S.M.-Canosa 1-1
22 aprile Seconda Categoria F Villa Santa Maria-Tornareccio 1-2
8 aprile Seconda Categoria C Fossacesia 90-Michetti Tocco 1-3
27 marzo Juniores reg. Francavilla-Vasto Marina 4-0
26 marzo Prima Categoria B Roccaspinalveti-Paglieta 2-0
1 marzo Coppa Abruzzo Ortona-San Vito 83 4-2
27 febbraio Juniores reg. Cupello-San Salvo 5-3
26 febbraio Prima Categoria E Virtus Pescara-Borgo Santa Maria 1-4
13 febbraio Juniores reg. Fossacesia-Vasto Marina 1-1
12 febbraio Serie C femm. Intrepida Ortona-Women Soccer Castelnuovo 0-2
30 gennaio Juniores reg. Casalbordino-River Chieti 65 0-1
11 dicembre Prima Categoria B San Vito 83-Tre Ville 4-1
6 dicembre Coppa Abruzzo Tollese-Sant’Anna 3-2
5 dicembre Juniores reg. Cupello-Miglianico 1-0
4 dicembre Prima Categoria E San Marco-San Donato 0-3
20 novembre Prima Categoria E Virtus Pescara-Fater Angelini Abruzzo 0-1
5 novembre Prima Categoria B Real Porta Palazzo-Marcianese 1-2
1 novembre Coppa Abruzzo Virtus Castel Frentano-Palena 3-3
31 ottobre Juniores reg. Casalbordino-Miglianico 0-1
30 ottobre Prima Categoria B Sporting San Salvo-Fresa 3-0
23 ottobre Prima Categoria B Roccaspinalveti-Trigno Celenza 2-0
8 ottobre Prima Categoria E Vis Cerratina-San Giovanni Teatino 1-0
24 settembre Prima Categoria B Real Montazzoli-Ortona 2-1
11 settembre Coppa Abruzzo Palena-Sporting Altino 2-0
4 settembre Coppa Abruzzo Virtus Rocca San Giovanni-Guastameroli 1-6

Ripescaggio in Promozione, ecco i criteri: il nuovo Lanciano ha poche speranze ma non è impossibile





È difficile ma non impossibile il ripescaggio in Promozione del Lanciano 1920, denominazione che la Marcianese, prima squadra della città, assumerà nelle prossime settimane. La Figc abruzzese ha ufficializzato oggi i criteri per completare gli organici in caso di posti vacanti: numeri alla mano, per sperare nel “salto di categoria estivo”, ai rossoneri serve più d’una circostanza favorevole, dalle mancate iscrizioni alle rinunce al ripescaggio.

Di certo, se non si liberano posti nelle categorie superiori, per fare passi avanti il nuovo Lanciano può solo acquistare il titolo sportivo di un club che milita in Promozione o in Eccellenza. Se invece qualcuno dà forfait, si fa un pensierino al ripescaggio: il termine per le domande non è stato ancora fissato, ma ci sono i criteri.




Innanzitutto valgono anzianità di affiliazione, risultati sportivi degli ultimi cinque anni e della stagione in corso, attività giovanile e Coppa Disciplina. Vengono considerati inoltre l’impianto sportivo a disposizione, eventuali detrazioni per sanzioni disciplinari particolarmente gravi e la partecipazione alle assemblee federali.

Infine «il consiglio direttivo, per particolari condizioni e titoli di una società, potrà assegnare un punteggio discrezionale fino ad un massimo di 5 punti»: questa è una voce che sicuramente favorirà una società come il nascituro Lanciano 1920, che raccoglie a tutti gli effetti la tradizione sportiva di una città che, fino all’anno scorso, ha rappresentato l’Abruzzo ai massimi livelli del calcio nazionale.




Tuttavia, anche così, il nuovo Lanciano arriverebbe sì e no a una decina di punti: pochi se, come un anno fa, i posti disponibili saranno due (poi sono diventati tre per la defezione last minute del Sulmona). Ne hanno beneficiato il non promosso Raiano e il retrocesso Castiglione Val Fino, che avevano rispettivamente 19,50 e 18,95 punti; seguivano con 13,50 la Virtus Ortona (ripescato per il Sulmona) e con 11,60 il Piazzano.

Purtroppo quasi tutti i criteri fanno perdere terreno ai rossoneri, a partire dalla partecipazione ai play off. Le due finaliste degli spareggi di Prima Categoria saliranno direttamente in Promozione, e se le altre tre semifinaliste chiederanno il ripescaggio, avranno già 3 punti nel carniere. A questi si sommeranno poi i punti per il piazzamento in campionato: da 2 del secondo posto a 0,25 del quinto.




L’anzianità di affiliazione darà 1 punto ai rossoneri, mentre per i risultati degli ultimi 5 anni la Marcianese-Lanciano 1920 ne avrebbe 1,50 per tre stagioni in Prima Categoria e 0,50 per due in Seconda. Con la “storia recente” bisogna fare attenzione a chi scende dalla Promozione, soprattutto se ha militato anche in Eccellenza (è esclusa dal ripescaggio l’ultima classificata).

Invece tra i club di Prima messi meglio in questo caso ci sarebbe il Real Carsoli, che vanta una discreta militanza nel torneo di Promozione, che dà 0,75 punti a campionato, e non è stato ripescato nelle ultime tre stagioni: questa circostanza infatti esclude la possibilità di fare domanda.




Il Real Carsoli potrebbe inoltre avere altri punti se arriva in finale di Coppa Abruzzo, dove, tra chi è in ballo per arrivare agli spareggi, c’è pure Scafa Cast. I marsicani poi sono messi bene in Coppa Disciplina, almeno nella graduatoria di girone.

La squadra che qui farebbe un bel salto in avanti (ma può ancora arrivare prima) è il Piano della Lente. La Marcianese è fuori dalla Disciplina sia generale sia di girone, mentre tra chi potrebbe ambire al ripescaggio sono in buona posizione New Team Pizzoli e Sant’Anna.




Altra nota dolente per la Marcianese-Lanciano 1920 è il settore giovanile: almeno la Juniores la vantano ad esempio Atletico Lempa, Castelnuovo Vomano, Piano della Lente, Real Carsoli, Sant’Anna e Scafa Cast. Qui brilla sicuramente il Piazzano, che ha un settore giovanile ben strutturato.

Insomma, per sperare nel ripescaggio del Lanciano in Promozione, bisogna incrociare le dita per veder inanellarsi: la vittoria dei play off delle squadre che sarebbero avvantaggiate per il ripescaggio; la disponibilità di più posti possibili tra fusioni e defezioni nelle categorie superiori; qualche rinuncia a salire “a tavolino” da qualcuno che sarebbe avanti in graduatoria. Sicuramente è difficile, ma non è impossibile

Giudice Sportivo, Ortona ospita la Marcianese senza Bolognini squalificato





Domenica a Ortona, dove la Marcianese chiude il campionato, i già promossi gialloverdi non avranno a disposizione il vicecapocannoniere della squadra, Giovanni Bolognini, squalificato per un turno dal giudice sportivo. Tuttavia la sfida per il titolo di re dei bomber, nel girone B di Prima, è ormai ristretta a Francesco Pierri del Piazzano (che ospita Roccaspinalveti) e all’ortonese Stefano Pompilio: l’attaccante biancorosso conduce con 28 reti contro le 26 del rivale.




Nell’ultima giornata di campionato sono inoltre squalificati Valerio Catenaro (San Vito 83), Federico Argirò, Claudio Natale e Nicola Di Laudo (Sporting San Salvo), Marco Primomo (Tollese). Tra i diffidati sconterebbero un’eventuale squalificati nei play out Daniele Ottaviano (Fresa) e Luigi Romilio (Real Porta Palazzo); nelle squadre potenzialmente impegnate nei play off non ci sono invece giocatori diffidati.

CLICCA QUI per programma della 30esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Trigno Celenza 0
Marcianese Lanciano 0

Un’immagine di Trigno Celenza-Marcianese nel primo tempo

Spalletta [VC], S. Serafini (1’ st Di Zillo), C. Antenucci, Moroianu, Michilli, Pelliccia (7’ st Di Laudo), G. Serafini (31’ st Vespasiano), Raspa, D. Di Pardo [C], Manneh, Di Nocco. A disposizione: Russo. Allenatore: Paolo Di Pardo
Forlani, Morena, F. Di Campli, Bah, Di Martino, Carpineta, Marongiu, Ruffilli [C] (31’ st Del Peschio), Aielli [VC], Abate Chechile (37’ st Rullo), Cianci (37’ st Troilo). A disposizione: Samake, Cianfarra. Allenatore: Piero D’Orazio
ARBITRO Roberto Monturano di Vasto
NOTE angoli 2-0; recupero 0’ pt 3’ st; spettatori 60 circa; in corsivo i fuori quota

Finisce senza reti e con poche emozione la sfida tra il Trigno Celenza già salvo e la Marcianese ormai da tempo fuori dai play off, con la squadra di Lanciano che comunque si avvicina di più al gol nel primo tempo, mentre i padroni di casa hanno le occasioni migliori nella ripresa.




Al 18’ uno spiovente dalla destra trova la testa di Marongiu in area, e la deviazione del 7 rossonero impatta la base del palo. Al 22’ dall’altro lato si fa vedere Di Pardo, che si destreggia tra Carpineta e Di Martino ma manda la palla lontano dalla porta. Al 31’ Ruffilli di testa prende controtempo la difesa biancazzurra e lancia Aielli in area: il centravanti, defilato sulla sinistra, cerca il secondo palo, ma Spalletta è reattivo e ci mette il guantone. Aielli ci prova di nuovo al 37’ con un tiro debole da fuori area che non impensierisce il portiere di casa.

Uno dei due corner battuti dai padroni di casa nella ripresa

Nel corso del secondo tempo le due squadre alzano leggermente il ritmo, ma non si vedono ugualmente grandissime occasioni da rete. L’inizio ripresa tuttavia promette bene: è subito pericoloso il Trigno Celenza con Di Pardo: al 2’ di testa impegna Forlani nella deviazione in corner, e al 3’ va al tiro da buona posizione ma viene murato da Di Martino. Dall’altro lato si registra una conclusione debole di Marongiu al 24’.




I celenzani tornano a tirare verso la porta lancianese al 31’ con Cristian Antenucci, che spara alto una palla respinta dalla difesa ospite. Al 39’ i padroni di casa sono pericolosissimi in contropiede, con Di Pardo che s’invola sulla destra e imbecca Vespasiano al centro, che sciupa con un improbabile colpo di testa a metà tra stop e conclusione.

Un’azione in attacco dei rossoneri nel secondo tempo

L’ultimo tentativo degli ospiti è una punizione di Rullo al 42’, ma il tiro smorzato dalla barriera si spegne tranquillamente tra le braccia di Spalletta. Domenica i rossoneri chiudono il campionato a Ortona: sarà l’ultima partita della squadra di Lanciano con la denominazione «Marcianese».

CLICCA QUI per risultati del recupero della 17esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Di Martino controlla un tentativo di contropiede di Di Pardo

Monturano di Vasto arbitra Trigno Celenza-Marcianese





Il recupero della 17esima giornata fra Trigno Celenza e Marcianese, in programma domenica alle 16:30, sarà diretto da Roberto Monturano della sezione di Vasto, arbitro alla seconda designazione in Prima Categoria, dove ha esordito meno di un mese fa nel girone E.

Monturano quest’anno ha arbitrato 22 partite, quasi tutte nel girone F di Seconda Categoria, dove è sceso in campo 16 volte; per il resto ha diretto 2 partire nel girone vastese di Terza Categoria, 1 in Coppa Abruzzo, in 1 Serie C femminile e 1 appunto in Prima.

L’arbitro vastese ha fatto il suo debutto stagionale proprio a Celenza sul Trigno, dove a settembre è stato designato per la partita di Coppa Abruzzo tra i biancazzurri e il Fresa: è questo l’unico precedente con i celenzani, mentre è la prima volta che incontra la squadra di Lanciano. Con Monturano in campo ha vinto 8 volte la squadra di casa e 9 quella ospite.




Le designazioni del recupero della 17esima giornata
Guastameroli-San Vito 83 Mirco Monaco di Chieti
Ortona-Real Montazzoli Ottavio Colanzi di Lanciano
Piazzano-Fresa Andrea Fruci di Lanciano
Sporting San Salvo-Scerni Ennio Torricella di Vasto
Tollese-Real Porta Palazzo Federico Mucciante di Pescara
Tre Ville-Paglieta Giacomo Rossini di Vasto
Trigno Celenza-Marcianese Lanciano Roberto Monturano di Vasto

CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Le partite dirette da Monturano in questa stagione
23 aprile Serie C femm. Audax-Aquilana Calcestruzzi 8-1
9 aprile Prima Categoria E San Giovanni Teatino-Fater Angelini 2-3
2 aprile Seconda Categoria E Atletico Francavilla-Scerne 0-1
26 marzo Seconda Categoria F Real Carpineto Sinello-Mario Turdò 1-3
19 marzo Seconda Categoria F Real Casale-San Buono 2-1
11 marzo Seconda Categoria F Atletico Cupello-Sporting Altino 4-1
5 marzo Seconda Categoria F Real Casale-Carunchio 1-0
25 febbraio Seconda Categoria F Tornareccio-Quadri 2-2
19 febbraio Seconda Categoria F Real Carpineto Sinello-Atletico Cupello 1-3
11 febbraio Seconda Categoria F Real Casale-Palena 1-0
5 febbraio Seconda Categoria F Mario Turdò-Carunchio 2-0
29 gennaio Terza Categoria Vasto Dinamo Roccaspinalveti-Guilmi 3-0
20 novembre Seconda Categoria F Di Santo Dionisio-Villa Santa Maria 3-4
13 novembre Terza Categoria Vasto Lentella-Pollutri 6-2
6 novembre Seconda Categoria F Carunchio-Real Casale 0-0
30 ottobre Seconda Categoria F Mario Turdo-Atletico Cupello 0-1
23 ottobre Seconda Categoria F Gissi-Odorisiana 1-2
16 ottobre Seconda Categoria F Real Carpineto Sinello-San Buono 2-3
8 ottobre Seconda Categoria F Real Casale-Odorisiana 1-2
2 ottobre Seconda Categoria F Quadri-Di Santo Dionisio 0-0
24 settembre Seconda Categoria F Gissi-Real Carpineto Sinello 0-0
11 settembre Coppa Abruzzo Trigno Celenza-Fresa 2-2

Giudice sportivo in Prima Categoria: mano pesante sul San Vito 83





Le sanzioni del giudice sportivo dopo la 29esima giornata del campionato di Prima Categoria rischiano di tagliare fuori il San Vito 83 dalla corsa per aggiudicarsi la Coppa Disciplina. Nel club biancazzurro è stato infatti squalificato per due turni Francesco Paolo Tosti, espulso dalla panchina, e per uno Andrea Catenaro, che ha ricevuto il rosso per doppia ammonizione; il dirigente Fabio Cupido è stato invece sanzionato fino al 10 maggio.

Nel resto del girone B di Prima saltano il prossimo turno anche Paolo Sciorilli (Piazzano), Carlo Cerella (Roccaspinalveti, che però riposa) e Manolo Di Battista (Tollese). Sono diffidati Giuseppe Orsini (Piazzano), Rosario Caruso (Real Montazzoli), Michele Marchesani (Real Porta Palazzo), Moreno Fanaro (Roccaspinalveti), Mario Cianci (San Vito 83), Marco Primomo (Tollese) e Alessio Pelliccia (Trigno Celenza).




Non ci sono calciatori squalificati per Marcianese e Trigno Celenza, che domenica alle 16:30 si affrontano in casa dei celenzani per il recupero della 17esima giornata, che a gennaio era stata rinviata in blocco a causa del maltempo. La squadra di Lanciano chiuderà poi il campionato il 7 maggio a Ortona.

Domenica 30 aprile, anche con i rossoneri che vanno fuori casa, lo stadio Biondi sarà ugualmente occupato, in quanto ospiterà la gara del campionato di Eccellenza tra Francavilla e Virtus Teramo. L’incontro è in programma alle 15:00.



CLICCA QUI per programma del recupero della 17esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Le immagini di Marcianese-Guastameroli 0-2





I gol segnati da Edoardo Iarlori che domenica al Biondi hanno permesso al Guastameroli di espugnare il campo della Marcianese Lanciano con il risultato di 0-2. QUI l’articolo completo sulla partita.

CLICCA QUI per risultati della 29esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Marcianese Lanciano 0
Guastameroli 2




Forlani, Morena, F. Di Campli (11’ st Dushkaj), Rullo [C], Di Martino, Carpineta, Marongiu (30’ st Troilo), Ruffilli [VC], Aielli, Del Peschio, Cianci (30’ st Abate Chechile). A disposizione: L. Di Campli, Samake, Bah. Allenatore: Piero D’Orazio
Del Bello, Di Campli Sanvito, Casalanguida, Annecchini, Di Camillo [C], Ciarelli, Pagano (32’ st Labbrozzi), Fischio [VC], Sciarrino, Di Girolamo (40’ st Salvatore), Iarlori (44’ st Lanci). A disposizione: La Pietra, Angelucci, Mancinelli, Sgrignoli. Allenatore: Matteo Pasquini
ARBITRO Jacopo Fabrizio di Vasto
RETI 20’ pt e 11’ st Iarlori
NOTE 42’ pt Del Bello para un calcio di rigore a Rullo; ammoniti Di Campli Sanvito, Annecchini, Del Bello; angoli 6-3; recupero 0’ pt 3’ st; spettatori 150 circa; in corsivo i fuori quota

Il saluto tra le due squadre prima del fischio d’inizio

Una Marcianese senza più obiettivi cede il passo al Guastameroli nell’ultima partita interna stagionale. Gli ospiti, a caccia di una vittoria indispensabile per sperare nei play off, cercano il successo con più convinzione e lo ottengono con merito: a decidere l’incontro è una doppietta di Iarlori che, con un gol per tempo, fissa il risultato sullo 0-2.




L’inizio di gara è quanto mai moscio. Ciarelli e Fischio rompono il ghiaccio al 17’ e al 19’ con un paio di tentativi fuori bersaglio dal limite. Alza il livello della gara un gran gol di Iarlori che al 20’ porta in vantaggio i nerarancio: da applausi è soprattutto il lancio col contagiri di Di Girolamo per l’attaccante, che si fa trovare smarcato al limite dell’area piccola e fulmina al volo Forlani, che fa a malapena in tempo ad abbozzare la parata.

La prima rete segnata da Iarlori su assist di Di Girolamo

Al 28’ si vedono finalmente i padroni di casa: Cianci trova libero in area Del Peschio, che dalla sinistra prova un tiro a giro sul secondo palo, ma tira debolmente e Del Bello ci arriva senza troppi patemi. Cinque minuti dopo Di Campli, nella stessa posizione, grazie a un rimpallo si ritrova la palla tra i piedi, ma calcia malamente e non centra la porta.




Il Guastameroli è di nuovo pericoloso al 35’: su calcio d’angolo Annecchini di testa colpisce la parte superiore della traversa. I padroni di casa si accendono prima del riposo, ma falliscono il pari dagli undici metri: incursione di Morena che dal fondo serve Aielli sottoporta, Del Bello si oppone, e sul successivo contatto tra portiere e attaccante l’arbitro decide per il rigore: Rullo angola alla sinistra del portiere, che però si distende bene e devia in angolo. È il terzo penalty stagionale neutralizzato dall’estremo difensore nerarancio.

La ripresa inizia con i nerarancio due volte vicinissimi al raddoppio, sventato in due occasioni da Di Martino: al 2’ sulla linea respinge una conclusione di Pagano; al 7’ in scivolata quando intercetta un diagonale di Sciarrino probabilmente destinato alla rete. Dall’altro lato al 9’ strappa applausi Cianci: lanciato verso il fondo, si libera con un tacco di prima intenzione del diretto avversario e serve Aielli, ma anche stavolta Del Bello è superlativo ed evita il gol.




Scampato il pericolo, gli ospiti raddoppiano, di nuovo con Iarlori, che conclude uno scambio con Pagano trafiggendo Forlani da distanza ravvicinata. La migliore occasione della Marcianese per accorciare è un tiro di Rullo a botta sicura al 19’, ma stavolta è un difensore nerarancio a salvare la porta. I rossoneri nella ripresa alzano il baricentro, ma con poca fortuna: gli ospiti sono decisamente più determinati e corrono pochi pericoli.

Il raddoppio di Iarlori nella ripresa

CLICCA QUI per risultati della 29esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche