Annullato Daspo dato a tifoso lancianese in occasione di Marcianese-San Vito 83





Il Tar di Pescara ha accolto la richiesta di sospensiva del Daspo emesso nei confronti di un tifoso lancianese che aveva acceso un fumogeno in occasione della partita Marcianese-San Vito 83 giocata allo stadio Biondi: a darne notizia è il portale Sportpeople, il quale riferisce che secondo il Tar «come osservato dalla difesa, il Daspo non costituisce un automatismo e che quindi bisogna valutare in concreto se il comportamento è stato o meno pericoloso, cosa che nel caso di specie non lo era».

I tifosi del settore sud durante la partita col San Vito 83





Play off di Prima Categoria: Piazzano prenota un posto in Promozione





Il Piazzano espugna il campo Febo-Ex Gesuiti di Pescara superando 1-2 la Fater Angelini Abruzzo nell’andata della doppia sfida che mette in palio l’accesso in Promozione: nel ritorno in programma tra sette giorni a Montemarcone i biancorossi avranno così due risultati su tre a disposizione per festeggiare il salto di categoria.

La festa di giocatori e tifosi piazzanesi a Pescara dopo il novantesimo


A firmare la vittoria del Piazzano sono stati due dei giocatori più rappresentativi della squadra allenata da Angelo Bisci: il capocannoniere del girone B Francesco Pierri e Mattia Bussoli, che nella stagione regolare hanno messo a segno rispettivamente 31 e 20 gol.



Play off per la Promozione, ecco gli accoppiamenti finali: Piazzano sfida la Fater





Due vittorie e due pareggi nei play off di Prima Categoria completano il quadro delle cinque squadre che si contenderanno altri due posti nel campionato di Promozione 2017-2018: dalla prossima settima si giocano infatti le “semifinali”, diventate di fatto “finali” in quanto i posti per la categoria superiore sono diventati due.

Real Carsoli e Sportland Celano prima del fischio d’inizio (dalla pagina Fb dello Sportland)

Nel raggruppamento B, dove ha militato la Marcianese Lanciano, il Piazzano è andato direttamente al turno successivo in quanto ha staccato di 12 punti le terze classificate. I biancorossi affronteranno la Fater Angelini, con andata a Pescara domenica prossima e ritorno a Montemarcone il 4 giugno. L’altro posto sarà aggiudicato con un triangolare: nella prima gara di questa sfida a tre i chietini del Sant’Anna ospitano lo Sportland Celano; il Piano della Lente inizia col riposo, mentre nella seconda giornata sta fermo chi ha vinto la prima gara o, in caso di pareggio, ha giocato in trasferta.




Risultati delle finali di girone dei play off
girone A: Real Carsoli-SPORTLAND CELANO 1-2
girone C: SANT’ANNA-Scafa Cast 2-0
girone D: PIANO DELLA LENTE-Atletico Lempa 0-0
girone E: FATER ANGELINI-Hatria 1-1

Chi perde il treno di questi play off, per salire di categoria dovrà cercare di salire su quello dei ripescaggi, strada che tenterà anche il Lanciano appena rifondato grazie al titolo sportivo della Marcianese. Per i rossoneri le possibilità rischiano di essere poche, considerati i punti che nella graduatoria dei ripescaggi vengono assegnati con partecipazione ai play off, piazzamento in campionato e Coppa Disciplina, tutte voci dalle quali i frentani raccolgono zero!

Fater Angelini e Hatria sul campo dove sarà di scena il Piazzano domenica

Ad ogni modo il numero delle squadre da ripescare dipenderà da quanti club daranno forfait nelle categorie superiori. Tra l’altro non è detto che tutte le formazioni arrivate ai play off avanzino l’istanza per essere ammesse in Promozione: l’anno scorso a fare domanda di ripescaggio furono in sei per due posti disponibili, poi diventati inaspettatamente tre poco prima dell’inizio del campionato. Teoricamente al momento tutte e cinque le squadre qualificate alle semifinali-finali dei play off di Prima Categoria sarebbero davanti al Lanciano 1920, oltre al Real Carsoli che pure sarebbe tra le favorite.




Su questo argomento ti può interessare anche…
Il prossimo campionato del nuovo Lanciano: ipotesi con e senza ripescaggio

Il prossimo campionato del nuovo Lanciano: ipotesi con e senza ripescaggio

Entrano nel vivo play off e play out dei campionati regionali, e cominciano così a delinearsi quelli che saranno gli organici della prossima stagione. Il nascituro nuovo Lanciano, ovvero il Lanciano 1920 che prenderà il posto della Marcianese, salvo ripescaggi oggi è destinato alla Prima Categoria.

Al momento, senza contare eventuali forfait, delle squadre che vengono solitamente inserite nel girone B di Prima che include l’Abruzzo sudorientale, hanno diritto a iscriversi Fresa, Guastameroli, Paglieta, Real Montazzoli, Roccaspinalveti, San Vito 83, Scerni, Sporting San Salvo, Tollese e Trigno Celenza.




Tra questi club, il principale candidato a emigrare nel raggruppamento “chietino-pescarese” in caso di necessità, è la Tollese. Al contrario, dal girone C, nel caso ci fosse un posto da riempire, potrebbe trasferirsi su quest’altro versante l’Orsogna.

Sono poi già stati determinati alcuni arrivi e partenze. Innanzitutto non ci sarà più l’Ortona (primo classificato) salito in Promozione, né i retrocessi Tre Ville (ultimo) e Real Porta Palazzo, che proprio oggi ha pareggiato 2-2 a Fresagrandinaria nella gara unica di play out: reti nell’ordine di Vasiu (F, rigore 8’ st), D’Adamo (R, rigore 17’), G. Racano (F, 32’ st) e Russo (R, 44’).




Il girone B di Prima Categoria sarà sicuramente integrato dalle due squadre che salgono dal girone F di Seconda: Atletico Cupello e Atessa; nel girone C, dove ha militato la Spal Lanciano, hanno infatti primeggiato formazioni destinate al raggruppamento “chietino-pescarese”.

Con il Real Porta Palazzo che retrocede, un’altra squadra vastese scende però dalla Promozione: il Vasto Marina che si è piazzato all’ultimo posto nel girone B. Anche qui si sono svolti i play out: il Palombaro l’ha spuntato con la Virtus Ortona che, salvo fusioni con l’Ortona promosso, giocherebbe in Prima; lo Sporting Casolana ha eliminato il Silvi, che in Prima non è da girone B.




Nel frattempo è iniziata la prima fase dei play off di Prima Categoria, che non si gioca nel girone B perché il Piazzano è già qualificato alla seconda fase, dove affronta la vincente del girone E. Se i biancorossi la spuntano, salgono in Promozione insieme a chi vince il triangolare tra i gironi A, C e D.

In caso di domanda di ripescaggio, il Piazzano sarà comunque tra i favoriti. Lo scorso anno, come spiegato in un precedente articolo, i posti liberi per i ripescaggi in Promozione erano due, poi diventati tre alla vigilia del campionato. Il nuovo Lanciano presenterà domanda, ma in realtà non sono molte le chance che ha di essere ripescato.




Nel caso però ci fossero abbastanza posti liberi, e uno spettasse ai rossoneri, in Promozione il Lanciano verrebbe inserito nel girone B che raccoglie la nostra provincia, quella di Pescara e, in caso di necessità, uno spicchio di quella aquilana. Qui ritroverebbe il neopromosso Ortona, e Sporting Casolana e Palombaro salvi ai play out.

In attesa di completare il quadro delle promosse dalla Prima, è ipotizzabile un rimescolamento col girone A, visto che dall’Eccellenza sono retrocessi club più affini a questo raggruppamento: Virtus Teramo, Morro d’Oro e Amiternina. In ogni caso, tra chi quest’anno ha giocato nel gruppo B, hanno diritto a restare Bucchianico, Casalbordino, Castello 2000, Castiglione Valfino, Delfino Flacco Porto, Fossacesia, Passo Cordone, Raiano, Sulmonese OfenaVal di Sangro e Villa 2015,

Festa Piazzano: va alla finale per la Promozione senza play off. Pierri capocannoniere

Non ci saranno i play off nel girone B di Prima Categoria: il Piazzano ha strapazzato il Roccaspinalveti a Montemarcone, portando a 12 i punti di distacco dalla terza classificata. I biancorossi vanno perciò direttamente alla fase degli spareggi con gli altri gironi. Il 28 maggio e il 4 giugno affronteranno, con ritorno in casa, chi la spunterà nel gruppo E: in ballo ci sono Elicese, San Donato, Fater e Hatria.




Poiché sono due le promozioni previste quest’anno, in quanto non sono retrocesse squadre abruzzesi dalla Serie D, al Piazzano basterà aggiudicarsi questa semifinale-finale per salire nel campionato di Promozione, obiettivo che il club della Val di Sangro ha fallito lo scorso anno, quando ha perso la semifinale col Raiano.

Pierri esulta coi compagni e i tifosi piazzanesi dopo un gol (immagine Abruzzowebtv.it)

Nell’ultimo incontro della stagione regolare i biancorossi hanno battuto 6-2 il Roccaspinalveti grazie alle reti di Pasquale Schieda, Nicola Carunchio, Emilio Pasquini e Francesco Pierri, quest’ultimo autore della sua quarta tripletta stagionale. Pierri, con 31 reti, si aggiudica quindi il titolo di capocannoniere del girone, mentre il Piazzano con questi 6 gol si afferma come attacco più prolifico del campionato.

La rosa dello Scerni che ha affrontato il Guastameroli

Alla fine la terza piazza, traguardo quanto mai effimero, se la dividono Real Montazzoli e Scerni. I biancazzurri erano costretti al turno di riposo, mentre gli scernesi hanno espugnato 1-2 il campo di Colle della Fonte, infliggendo al Guastameroli la seconda sconfitta interna stagionale. Per i padroni di casa ha segnato Carmelo Sciarrino, che si afferma perciò come miglior marcatore stagionale dei nerarancio.

Il gol della bandiera nerarancio siglato da Sciarrino

Lo Sporting San Salvo coglie la vittoria più larga della giornata, rifilando ben sette reti al Trigno Celenza. Tollese e San Vito 83 chiudono la stagione pareggiando 2-2 al Di Pillo (Nicola Moretti e Osman Prince per i sanvitesi), mentre, dopo la salvezza matematica, chiude in bellezza il Paglieta che va a vincere a Fresagrandinaria 0-1 (gol di Alex Verna).




I fresani domenica giocano in casa lo spareggio salvezza per la permanenza in Prima Categoria, ospitando il Real Porta Palazzo nella gara secca di play out. I gialloneri hanno finito il campionato vincendo a Mozzagrogna con il già retrocesso Tre Ville grazie alle reti di Lanfranchi, Menabuoni e Priolo.

CLICCA QUI per risultati della 30esima giornata e classifiche
Miglior attacco Peggior attacco
86 Piazzano
84 Ortona
48 Marcianese Lanciano
20 Fresa
20 Tre Ville
29 Trigno Celenza
Miglior difesa Peggior difesa
25 Real Montazzoli
27 Scerni
30 Ortona
69 Real Porta Palazzo
61 
Tre Ville
55 Trigno Celenza
Miglior differenza reti Peggior differenza reti
+54 Ortona
+52 Piazzano
+18
 Real Montazzolli
-43 Tre Ville
-29 Real Porta Palazzo
-26 Trigno Celenza

Ortona 2
Marcianese Lanciano 5




Kolloni, Zannini (30’ st Luciani), Carrieri (41’ st D’Intino), Verì, Di Gregorio [VC], Pelusi, Ranalli (1’ st Granata), D. Dragani, Battistella [C], A. Dragani, Pompilio. A disposizione: La Barba, Centurione, Annecchini, Sciolettti. Allenatore: Donato Carinci
L. Di Campli, Morena, Cianfarra, Rullo [C] (37’ st Abate Chechile), Di Martino, Carpineta, Marongiu (40’ pt Troilo), Ruffilli [VC], Aielli (41’ st Bah), Del Peschio, Cianci. A disposizione: Forlani, Samake, F. Di Campli, Dushkaj. Allenatore: Piero D’Orazio
ARBITRO Elena Bomba di Lanciano
RETI 9’ pt Marongiu, 12’ pt Verì, 41’ pt Cianci, 32’ st Aielli, 35’ Rullo (rigore), 41’ st A. Dragani, 48’ st Abate Chechile
NOTE ammoniti Rullo, Morena, Di Gregorio; angoli 4-0; recupero 2’ pt 4’ st; spettatori un centinaio circa; in corsivo i fuori quota

La punizione di Rullo respinta da Kolloni al 4’

La Marcianese chiude in bellezza il campionato andando a espugnare il campo del già promosso Ortona: al Comunale di via Giovanni XXIII si vedono tanti gol e tante occasioni da rete, frutto di una gara giocata a viso aperto da due squadre senza più obiettivi.

Al 4’ la prima conclusione degli ospiti è una punizione di Rullo respinta a pugni chiusi da Kolloni, mentre al 9’ i rossoneri vanno in vantaggio con Marongiu, lanciato da Del Peschio, che si fa neutralizzare la prima conclusione dal portiere ortonese e poi ribadisce in rete. Qualche minuto e Verì riceve un passaggio filtrante che sfrutta per trafiggere Di Campli da pochi passi.




Al 14’ Verì serve Diego Dragani, che al volo calcia fuori. Al 18’ Di Campli blocca un colpo di testa di Pompilio, che rimane a secco nel tentativo di rincorsa a Pierri nella classifica marcatori. Un minuto dopo si rivedono gli ospiti, con Cianci che non aggancia un cross di Marongiu che potrebbe portarlo in porta.

Al 22’ un cross di Aielli trova Del Peschio pronto al tiro al volo, ma Kolloni è altrettanto reattivo per la respinta. Alla mezzora primo legno ortonese: cross di Zannini per Pompilio, che anticipa Di Campli in uscita e colpisce la traversa, per poi mandare clamorosamente fuori a porta vuota.

Uno degli attacchi ortonesi nel secondo tempo

Gli ospiti tornano in vantaggio: fa quasi tutto Ruffilli, che dopo una buona porzione di campo palla al piede imbecca Cianci, bravo a destreggiarsi in area e a infilare Kolloni. Prima del riposo Ortona ha un altro paio di occasioni per pareggiare: al 44’ Pompilio da posizione proibitiva, quasi dal fondo, non indovina la porta: al 47’ Di Campli respinge di piede un tiro di Verì.

Nella ripresa i padroni di casa premono maggiormente, decisi a raddrizzare il risultato. Più della supremazia territoriale gialloverde si rivelano però vincenti i contropiedi degli ospiti, che dilagano nell’ultimo quarto d’ora.




Al 5’ Alessio Dragani è pericoloso con dal limite su corner corto, ma tira alto; lo stesso Dragani al 25’ colpisce la traversa direttamente da calcio d’angolo. Al 27’ Pompilio serve Battistella in area, che stoppa di petto e tenta la rovesciata spalle alla porta, ma la conclusione è debole e facile preda del portiere.

L’Ortona preme ma la Marcianese segna: Aielli al 32’ firma il tris di testa. Prima del poker di Rullo su rigore, c’è spazio anche per un palo dei gialloverdi, e poco dopo si vedono anche una traversa di Del Peschio con una conclusione dalla lunetta della metà campo. A determinare il risultato finale sono una punizione di Alessio Dragani al 41’ e, dopo un altro calcio piazzato neutralizzato da Di Campli, un tiro da fuori area di Abate.

I giocatori rossoneri salutano i tifosi lancianesi a fine gara

CLICCA QUI per risultati della 30esima giornata e classifiche

Elena Bomba arbitra Ortona-Marcianese





La partita dell’ultima giornata del campionato di Prima Categoria tra Ortona e Marcianese, in programma domenica alle 16:30 al Comunale di via Giovanni XXIII, sarà diretta da Elena Bomba, arbitro della sezione di Lanciano che ha già arbitrato i rossoneri in occasione della vittoria a Vasto con il Real Porta Palazzo. Due sono invece i precedenti stagionali con l’Ortona: la vittoria casalinga in Coppa Abruzzo col San Vito 83 (4-2) e la sconfitta a Montazzoli in campionato (2-1).

Elena Bomba esce dal campo dopo Real Porta Palazzo-Marcianese

La Bomba quest’anno ha diretto finora 25 partite, 11 delle quali in Prima Categoria (6 nel girone B, 1 nel C e 4 in quello E), 6 nel torneo Juniores, 5 in Coppa Abruzzo, 2 in Seconda Categoria e 1 in Serie C femminile. Con la direttrice di gara della sezione di Lanciano in campo ha vinto 12 volte la squadra di casa e 10 quella ospite e appena 3 sono stati i pareggi.




Partite e designazioni dell’utima giornata
Fresa-Paglieta Nicola Di Monte di Lanciano
Guastameroli-Scerni Federico Russo Pescara
Ortona-Marcianese Lanciano Elena Bomba di Lanciano
Piazzano-Roccaspinalveti Davide D’Adamo di Vasto
Sporting San Salvo-Trigno Celenza Francesco Colanzi di Lanciano
Tollese-San Vito 83 Antonio Diella di Vasto
Tre Ville-Real Porta Palazzo Stefano Altobelli di Pescara

CLICCA QUI per programma della 30esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Le partite dirette da Elena Bomba in questa stagione
29 aprile Prima Categoria C San Martino S.M.-Canosa 1-1
22 aprile Seconda Categoria F Villa Santa Maria-Tornareccio 1-2
8 aprile Seconda Categoria C Fossacesia 90-Michetti Tocco 1-3
27 marzo Juniores reg. Francavilla-Vasto Marina 4-0
26 marzo Prima Categoria B Roccaspinalveti-Paglieta 2-0
1 marzo Coppa Abruzzo Ortona-San Vito 83 4-2
27 febbraio Juniores reg. Cupello-San Salvo 5-3
26 febbraio Prima Categoria E Virtus Pescara-Borgo Santa Maria 1-4
13 febbraio Juniores reg. Fossacesia-Vasto Marina 1-1
12 febbraio Serie C femm. Intrepida Ortona-Women Soccer Castelnuovo 0-2
30 gennaio Juniores reg. Casalbordino-River Chieti 65 0-1
11 dicembre Prima Categoria B San Vito 83-Tre Ville 4-1
6 dicembre Coppa Abruzzo Tollese-Sant’Anna 3-2
5 dicembre Juniores reg. Cupello-Miglianico 1-0
4 dicembre Prima Categoria E San Marco-San Donato 0-3
20 novembre Prima Categoria E Virtus Pescara-Fater Angelini Abruzzo 0-1
5 novembre Prima Categoria B Real Porta Palazzo-Marcianese 1-2
1 novembre Coppa Abruzzo Virtus Castel Frentano-Palena 3-3
31 ottobre Juniores reg. Casalbordino-Miglianico 0-1
30 ottobre Prima Categoria B Sporting San Salvo-Fresa 3-0
23 ottobre Prima Categoria B Roccaspinalveti-Trigno Celenza 2-0
8 ottobre Prima Categoria E Vis Cerratina-San Giovanni Teatino 1-0
24 settembre Prima Categoria B Real Montazzoli-Ortona 2-1
11 settembre Coppa Abruzzo Palena-Sporting Altino 2-0
4 settembre Coppa Abruzzo Virtus Rocca San Giovanni-Guastameroli 1-6

Ripescaggio in Promozione, ecco i criteri: il nuovo Lanciano ha poche speranze ma non è impossibile





È difficile ma non impossibile il ripescaggio in Promozione del Lanciano 1920, denominazione che la Marcianese, prima squadra della città, assumerà nelle prossime settimane. La Figc abruzzese ha ufficializzato oggi i criteri per completare gli organici in caso di posti vacanti: numeri alla mano, per sperare nel “salto di categoria estivo”, ai rossoneri serve più d’una circostanza favorevole, dalle mancate iscrizioni alle rinunce al ripescaggio.

Di certo, se non si liberano posti nelle categorie superiori, per fare passi avanti il nuovo Lanciano può solo acquistare il titolo sportivo di un club che milita in Promozione o in Eccellenza. Se invece qualcuno dà forfait, si fa un pensierino al ripescaggio: il termine per le domande non è stato ancora fissato, ma ci sono i criteri.




Innanzitutto valgono anzianità di affiliazione, risultati sportivi degli ultimi cinque anni e della stagione in corso, attività giovanile e Coppa Disciplina. Vengono considerati inoltre l’impianto sportivo a disposizione, eventuali detrazioni per sanzioni disciplinari particolarmente gravi e la partecipazione alle assemblee federali.

Infine «il consiglio direttivo, per particolari condizioni e titoli di una società, potrà assegnare un punteggio discrezionale fino ad un massimo di 5 punti»: questa è una voce che sicuramente favorirà una società come il nascituro Lanciano 1920, che raccoglie a tutti gli effetti la tradizione sportiva di una città che, fino all’anno scorso, ha rappresentato l’Abruzzo ai massimi livelli del calcio nazionale.




Tuttavia, anche così, il nuovo Lanciano arriverebbe sì e no a una decina di punti: pochi se, come un anno fa, i posti disponibili saranno due (poi sono diventati tre per la defezione last minute del Sulmona). Ne hanno beneficiato il non promosso Raiano e il retrocesso Castiglione Val Fino, che avevano rispettivamente 19,50 e 18,95 punti; seguivano con 13,50 la Virtus Ortona (ripescato per il Sulmona) e con 11,60 il Piazzano.

Purtroppo quasi tutti i criteri fanno perdere terreno ai rossoneri, a partire dalla partecipazione ai play off. Le due finaliste degli spareggi di Prima Categoria saliranno direttamente in Promozione, e se le altre tre semifinaliste chiederanno il ripescaggio, avranno già 3 punti nel carniere. A questi si sommeranno poi i punti per il piazzamento in campionato: da 2 del secondo posto a 0,25 del quinto.




L’anzianità di affiliazione darà 1 punto ai rossoneri, mentre per i risultati degli ultimi 5 anni la Marcianese-Lanciano 1920 ne avrebbe 1,50 per tre stagioni in Prima Categoria e 0,50 per due in Seconda. Con la “storia recente” bisogna fare attenzione a chi scende dalla Promozione, soprattutto se ha militato anche in Eccellenza (è esclusa dal ripescaggio l’ultima classificata).

Invece tra i club di Prima messi meglio in questo caso ci sarebbe il Real Carsoli, che vanta una discreta militanza nel torneo di Promozione, che dà 0,75 punti a campionato, e non è stato ripescato nelle ultime tre stagioni: questa circostanza infatti esclude la possibilità di fare domanda.




Il Real Carsoli potrebbe inoltre avere altri punti se arriva in finale di Coppa Abruzzo, dove, tra chi è in ballo per arrivare agli spareggi, c’è pure Scafa Cast. I marsicani poi sono messi bene in Coppa Disciplina, almeno nella graduatoria di girone.

La squadra che qui farebbe un bel salto in avanti (ma può ancora arrivare prima) è il Piano della Lente. La Marcianese è fuori dalla Disciplina sia generale sia di girone, mentre tra chi potrebbe ambire al ripescaggio sono in buona posizione New Team Pizzoli e Sant’Anna.




Altra nota dolente per la Marcianese-Lanciano 1920 è il settore giovanile: almeno la Juniores la vantano ad esempio Atletico Lempa, Castelnuovo Vomano, Piano della Lente, Real Carsoli, Sant’Anna e Scafa Cast. Qui brilla sicuramente il Piazzano, che ha un settore giovanile ben strutturato.

Insomma, per sperare nel ripescaggio del Lanciano in Promozione, bisogna incrociare le dita per veder inanellarsi: la vittoria dei play off delle squadre che sarebbero avvantaggiate per il ripescaggio; la disponibilità di più posti possibili tra fusioni e defezioni nelle categorie superiori; qualche rinuncia a salire “a tavolino” da qualcuno che sarebbe avanti in graduatoria. Sicuramente è difficile, ma non è impossibile

Giudice Sportivo, Ortona ospita la Marcianese senza Bolognini squalificato





Domenica a Ortona, dove la Marcianese chiude il campionato, i già promossi gialloverdi non avranno a disposizione il vicecapocannoniere della squadra, Giovanni Bolognini, squalificato per un turno dal giudice sportivo. Tuttavia la sfida per il titolo di re dei bomber, nel girone B di Prima, è ormai ristretta a Francesco Pierri del Piazzano (che ospita Roccaspinalveti) e all’ortonese Stefano Pompilio: l’attaccante biancorosso conduce con 28 reti contro le 26 del rivale.




Nell’ultima giornata di campionato sono inoltre squalificati Valerio Catenaro (San Vito 83), Federico Argirò, Claudio Natale e Nicola Di Laudo (Sporting San Salvo), Marco Primomo (Tollese). Tra i diffidati sconterebbero un’eventuale squalificati nei play out Daniele Ottaviano (Fresa) e Luigi Romilio (Real Porta Palazzo); nelle squadre potenzialmente impegnate nei play off non ci sono invece giocatori diffidati.

CLICCA QUI per programma della 30esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Tre Ville in Seconda dopo 10 anni, il play out sarà Fresa-Real Porta Palazzo





A un turno dalla fine del campionato arrivano i verdetti per retrocessione diretta e play out nel girone B di Prima Categoria: il recupero della 17esima giornata sancisce il ritorno del Tre Ville in Seconda Categoria dopo ben dieci anni, mentre Fresa e Real Porta Palazzo si affronteranno nello spareggio che determinerà l’altra squadra che scende.

La rosa del Paglieta (foto di Abruzzowebtv)

Il Paglieta aveva bisogno ancora di un punto per la salvezza aritmetica, che avrebbe conquistata ugualmente grazie al ko del Fresa a Montemarcone. I biancazzurri sono andati comunque a vincere 0-3 a Mozzagrogna, con reti segnate nel secondo tempo di Pino Remigio e Marco Bosco (doppietta). Il Paglieta centra così la salvezza che aveva fallito nelle due precedenti apparizioni in Prima Categoria: il club del presidente Filippo Di Nucci era infatti retrocesso sia nel 2014-2015 sia nel 2012-2013.




Per i gialloverdi si chiude invece il “decennio d’oro” che ha visto la squadra di Mozzagrogna, Santa Maria Imbaro e Villa Romagnoli affermarsi come uno dei migliori club del comprensorio frentano, salendo tre volte in Promozione (nel 2010-2011 con la tripletta campionato, Coppa Abruzzo e Coppa Disciplina) e disputando nel 2011-2012 gli spareggi per l’Eccellenza.

Il Real Porta Palazzo (foto da Zonalocale)

Dovrà giocarsi fuori casa la salvezza ai play off l’altra neopromossa, il Real Porta Palazzo: i vastesi sono stati sconfitti a Tollo 4-2. In gol per i gialloneri sono andati Daniele D’Alessandro e Simone Lizzi. Il Real domenica chiude in casa con il Tre Ville, ma non può più raggiungere il Fresa, che pur battuto dal Piazzano conserva 4 punti di vantaggio sul penultimo posto, e ha quindi diritto a giocare tra le mura amiche lo spareggio-salvezza.

CLICCA QUI per risultati del recupero della 17esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche