Corsa a tre per la salvezza: Rocca condannato al play out, Tre Ville spera, Fresa sogna l’impresa




Nel girone B di Prima Categoria servono ancora novanta minuti per decide chi disputerà il play out per non scendere in Seconda: per scongiurare la retrocessione sono in ballo Fresa, Roccaspinalveti e Tre Ville. Certi di giocare lo spareggio sono i biancoverdi, praticamente colati a picco nelle ultime settimane: a parte la vittoria a tavolino con l’Atletico Cupello del 15 aprile, non vincono sul campo dal recupero col San Vito 83 del 7 marzo.

L’esultanza biancorossa dopo il gol vittoria contro il Tre Ville nell’andata a Fresagrandinaria

Da allora i roccolani hanno infilato cinque ko di fila, l’ultimo dei quali domenica scorsa a Lanciano con l’Athletic. Se vincono tutte e tre le squadre ora a 21 punti, il play out si gioca a Mozzagrogna fra Tre Ville e Roccaspinalveti. Se biancoverdi e fresani arrivano a pari punti perdendo o pareggiando, lo spareggio si disputa invece fra queste due squadre a Fresagrandinaria. In pratica, a causa dello svantaggiato nella classifica avulsa, Rocca deve sperare in uno scivolone del Fresa per giocarsi la salvezza in casa.

Con il Tre Ville che incassa il 3-0 a tavolino dall’Atletico Cupello, e i biancoverdi che ricevono l’ormai salva Tollese, la gara più impegnativa è quella del Fresa che ospita l’Athletic Lanciano. I rossoneri hanno ancora qualche residua chance di raggiungere i play off: devono sperare in una sconfitta dell’Atessa Mario Tano, che riceve Scerni al Fonte Cicero.



I biancorossi invece vedono da vicino la seconda salvezza-prodigio consecutiva: come l’anno scorso, a dicembre la formazione di Olivio Stella sembrava spacciata. Con i ritocchi del mercato di riparazione è pero iniziata la rincorsa: nel precedente campionato si è conclusa con il play out vinto con i vastesi del Real Porta Palazzo; stavolta può addirittura terminare senza play out!

A masticare amaro è il Tre Ville di Antonio Bucci, che domenica scorsa aveva la salvezza in pugno: nella decisiva sfida proprio con i fresani, i gialloverdi hanno subito il pari in pieno recupero. Se avesse vinto, la squadra di Mozzagrogna avrebbe potuto già iniziare a pensare al prossimo campionato di Prima: per farlo senza play out, deve sperare che il Fresa non vinca.

Athletic Lanciano-Roccaspinalveti giocata domenica all’Esposito

L’ultimo ostacolo sulla strada del Fresa è, come detto, la sfida con l’Athletic, costretto a sperare in un’improbabile ko casalingo dell’Atessa. Mai dire mai, anche se i rossoblù, dal canto loro, pure sognano il difficile (ma ancora possibile) accesso diretto alla fase regionale dei play off: se battono Scerni e la Virtus Ortona perde a San Vito, la squadra di Gabriele Farina va dritta dritta alla semifinale regionale con chi vince i play off nel girone E.




Ultima giornata (6 maggio)
Atessa Mario Tano-Scerni
Fresa-Athletic Lanciano
Lanciano-Trigno Celenza
Paglieta-Orsogna
Roccaspinalveti-Tollese
San Vito 83-Virtus Ortona
riposano Tre Ville (per ritiro A. Cupello) e Vasto Marina

Classifica
74
Lanciano
64 Atessa Mario Tano
57 Virtus Ortona
56 Vasto Marina
52 Athletic Lanciano
41 Orsogna
35 Scerni
34 San Vito 83
29 Paglieta
26 Trigno Celenza
25 Tollese
21 Fresa, Roccaspinalveti e Tre Ville
Atletico Cupello ritirato

SCARICA IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Stop per due nel Tre Ville che sfida Fresa per la salvezza. Stangata per l’orsognese Di Nardo

La sanzione più pesante dopo la 28esima giornata di Prima Categoria è quella per Simone Di Nardo, l’attaccante dell’Orsogna espulso domenica scorsa al Biondi: il giudice sportivo lo ha squalificato per 4 giornate «perché dopo aver commesso un fallo di gioco a calciatore avversario, assumeva nei suoi confronti comportamento gravemente antisportivo». Di Nardo salterà quindi anche le prime due gare del prossimo campionato.



L’altro orsognese espulso al Biondi, Mattia Valentini, è stato invece fermato per un turno, come pure il compagno di squadra Marco Primomo. Saltano la penultima giornata anche Alessandro Mezzanello e Jacopo Sorrentino del Tre Ville, e Fabakary Samba del Trigno Celenza. Sono stati diffidati Giovanni Orlando del Roccaspinalveti, Mirko Monteferrante dello Scerni, Giuseppe Serafini del Trigno Celenza.

Lanciano-Orsogna

Inoltre, come annunciato, Atessa Mario Tano-Tollese è stata assegnata 3-0 a tavolino ai padroni di casa, in quando i biancorossi al 18’ pt sono rimasti in campo con meno di otto giocatori. Gli atessani salgono così ufficialmente a quota 61 punti, a +4 dalla Virtus Ortona terza, e sono a un passo dalla sicurezza matematica del secondo posto.




Penultima giornata (29 aprile)
Athletic Lanciano-Roccaspinalveti
Orsogna-Atessa Mario Tano
Scerni-Lanciano
Tollese-Paglieta
Tre Ville-Fresa
Trigno Celenza-San Vito 83
Virtus Ortona-Vasto Marina

Classifica
71
Lanciano
61 Atessa Mario Tano
57 Virtus Ortona
53 Vasto Marina
49 Athletic Lanciano
41 Orsogna
35 Scerni
31 San Vito 83
29 Paglieta
26 Trigno Celenza
22 Tollese
21 Roccaspinalveti
20 Fresa e Tre Ville
Atletico Cupello ritirato

Ultima giornata (6 maggio)
Atessa Mario Tano-Scerni
Fresa-Athletic Lanciano
Lanciano-Trigno Celenza
Paglieta-Orsogna
Roccaspinalveti-Tollese
San Vito 83-Virtus Ortona
riposano Tre Ville (per ritiro A. Cupello) e Vasto Marina

Atessa quasi in finale play off. Lo scivolone del Vasto Marina salva Celenza e fa sperare l’Athletic. Risorge Tre Ville

Il Lanciano festeggia la Promozione di fronte al pubblico amico e saluta dopo due anni la Prima Categoria. Ora nel girone B restano da definire la griglia play off e lo spareggio per non retrocedere in Seconda: dalla lotta nei quartieri alti può uscire (ripescaggi a parte) un’altra formazione che i frentani ritroveranno nella categoria superiore.

La curva sud dello stadio Biondi

All’Atessa Mario Tano mancano 2 punti per la certezza matematica del secondo posto: in settimana il giudice sportivo ufficializzerà la vittoria a tavolino dei rossoblù, in quanto la Tollese oggi al Fonte Cicero ha lasciato il campo dopo una ventina di minuti perché, arrivata con 8 giocatori, ha accusato due infortuni. Con un pareggio e una vittoria, gli atessani invece saranno certi di passare direttamente alla finale play off di girone.




La sorpresa della giornata è il ko interno del Vasto Marina, che rischia di veder sfumare la lunga rincorsa ai play off. Un gol di Samba in pieno recupero ha regalato al Trigno Celenza il successo che vale la salvezza matematica per i biancazzurri, ma che inguaia i vastesi.

I celenzani festeggiano la salvezza nel bar del paese

Domenica a Ortona c’è lo scontro diretto tra Virtus e biancorossi: se i gialloverdi vincono, possono sperare di “tagliare” la semifinale, Athletic Lanciano permettendo. I rossoneri infatti hanno espugnato Paglieta con Verì e Simone Aielli, e con due vittorie e un mezzo passo falso del Vasto Marina rientrano nei play off.




L’altra gara cruciale di oggi era lo scontro diretto di Roccaspinalveti, dove l’ha spuntata il Tre Ville con non poche emozioni. I gialloverdi sono andati subito sotto ma hanno rimontato fino all’1-3 grazie a Di Florio e Pagano (doppietta), per poi subire il ritorno dei padroni di casa con Piccirilli e Costantini. Alla fine ci ha pensato Di Pendima a riprendere la partita quasi in zona Cesarini.

IL CALENDARIO IN FORMATO PDF
TUTTA LA XXVIII GIORNATA

Respinto il reclamo della Tollese: Lanciano in Promozione a tutti gli effetti

«Il reclamo è infondato e non merita accoglimento»: così il giudice sportivo ha respinto oggi la richiesta della Tollese di dichiarare irregolare la gara con il Lanciano, e di avere di conseguenza la vittoria a tavolino.

Il ricorso del club biancorosso è maturato «a causa del lancio in campo di materiale pirotecnico da parte dei sostenitori della squadra ospite», ricorda il giudice sportivo, «episodio che avrebbe reso necessario la sostituzione di un proprio calciatore stordito da un petardo di forte potenza».



Secondo il giudice l’episodio non ha però influito sul regolare svolgimento della gara: «Le circostanze riferite nel reclamo non sono riscontrabili nel referto di gara, fonte privilegiata di prova», si legge nelle motivazioni, «nel quale l’arbitro precisa che “dopo pochi secondi il gioco riprendeva regolarmente”».

«Va detto peraltro che la società reclamante», precisa poi il giudice sportivo, «ha provveduto alla sostituzione soltanto all’inizio del secondo tempo, avendo comunque a disposizione altre sostituzioni».



Resta così lo 0-6 maturato sul campo, che comporta la vittoria matematica del campionato e quindi l’ammissione del Lanciano al campionato di Promozione 2018-2019. Al club frentano è stata comunque inflitta un’ammenda di 500 euro «per l’utilizzo di materiale pirotecnico da parte di propri sostenitori».

LA CRONACA DI TOLLESE-LANCIANO
TUTTA LA XXVII GIORNATA
IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

Sei reti a Tollo: Lanciano sempre più vicino alla Promozione

Il rigore trasformato da Tarquini al 33’

TOLLESE-LANCIANO 0-6 (0-3)
SABATO 14 APRILE 2018 – 16:00 – GIGINO DI PILLO DI TOLLO
S. Tancredi, Leve, Ruggieri, Lombardini, Spoltore, Aquila (16’ st Cavuto), Di Muzio, Castellani (40’ st Berisha), Scarinci (18’ st Di Ludovico), Cicchitti (1’ st A. Tancredi), Gningue. A disposizione: Savino, Berisha, Bottari, Salvatore. Allenatore: Massimo La Barba
Di Vincenzo, Boccanera (24’ st De Santis), Shipple (20’ st Giancrisofaro), Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone (30’ st Rullo), Tarquini, Di Gennaro (13’ st Cianci), Sardella (38’ st Vitali). A disposizione: Bucceroni, Val. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Ludovico Esposito di Pescara
RETI 20’ pt Shipple, 33’ Tarquini (rigore), 41’ pt Natalini, 12’ st Tarquini, 28’ st e 36’ st Cianci
NOTE Ammoniti Cicchitti, Leve e A. Tancredi della Tollese; angoli 4-11; recupero 5’ pt 0’ st; spettatori 250 circa




Il Lanciano conquista senza problemi quella che potrebbe essere la vittoria decisiva per portare i rossoneri in Promozione: la squadra di Alessandro Del Grosso espugna Tollo con un tennistico 0-6 e si porta a +10 sull’Atessa Mario Tano, che domenica all’Esposito affronta l’Athletic Lanciano. Se gli atessani vincono o pareggiano alla Pista, accorciando quindi a -7 o -9 dalla capolista, la festa lancianese è però rimandata a domenica prossima.

A rallentare la corsa dei lancianesi potrebbe essere inoltre il possibile ricorso della Tollese: il capitano di casa, Cicchitti, al 28’ è rimasto stordito da un petardo fatto esplodere dai tifosi ospiti, e pur rimanendo in campo fino al 45’, durante l’intervallo è stato sostituito e portato in ospedale. Se il club biancorosso chiederà il 3-0 a tavolino, sulla questione dovrà presentarsi il giudice sportivo.

Un’azione offensiva impostata da Boccanera

Ad ogni modo, la partita del Di Pillo non ha avuto storia o quasi. L’avvio di gara infatti è equilibrato, con i padroni di casa che per primi creano occasioni da rete: al 2’ corner da destra di Cicchitti e incornata di Spoltore di poco sopra la traversa. Al 16’ angolo dall’altro lato e rinvio svirgolato di Quintiliani, che si alza a campanile e ricadendo sbatte quasi sulla linea di porta.

Dal quarto d’ora però in campo c’è solo il Lanciano, che manovra costantemente nella metà campo biancorossa. Al 17’ Quintiliani vince un contrasto e serve Di Gennaro che lancia Sardella, il quale si invola sulla fascia e dal fondo crossa proprio per Quintiliani, contrastato nell’area piccola dal portiere tollese. Al 19’ è Tarquini che ci prova di testa su angolo di Shipple, ma la palla è alta.



Al 20’ vantaggio ospite: Sardella dalla bandierina anziché crossare appoggia a Shipple, che dal limite, complice una deviazione della difesa, beffa Tancredi. Al 22’, dopo uno scambio con Petrone, Di Gennaro imbecca Sardella in area, ma il suo stop a seguire di testa porta la palla direttamente tra le braccia del portiere.

Al 24’ e al 25’ ci provano dalla distanza senza fortuna prima Sardella e poi Petrone, mentre al 33’ arriva il raddoppio di Tarquini dagli undici metri, per un rigore causato da un fallo di Leve su Di Gennaro. Al 38’ Sardella ci prova direttamente dalla bandierina, sfiorando la traversa, mentre l’angolo battuto al 41’ trova Natalini pronto all’inzuccata vincente che fissa il risultato sullo 0-3.

Tarquini festeggiato dai comagni di squadra dopo lo 0-2

La ripresa comincia con una buona occasione per Quintiliani, servito in area da Avantaggiato, ma da posizione defilata il numero 7 rossonero non trova l’angolino buono sul secondo palo. Al 12’ Tarquini firma il poker ribattendo in rete una palla non trattenuta da Tancredi su conclusione di Sardella.

Sono sempre Sardella e Tarquini a tentare la via della rete nei minuti successivi, prima che al 23’ arrivi una nuova occasione della Tollese, sempre con Spoltore che, su calcio d’angolo, non trova la porta di testa.



L’ingresso di Cianci per Di Gennaro rinvigorisce la manovra offensiva, e proprio Cianci firma gli ultimi due gol: al 28’ intercetta un lancio di Petrone, evita Ruggieri e trova l’angolino alla sinistra di Tancredi; al 36’ approfitta di un rilancio di Scudieri dalla propria metà campo, scappa sul filo del fuorigioco, e trova la sesta rete con un pallonetto.

Nel frattempo al 35’ c’era stato anche lavoro per Di Vincenzo, chiamato a deviare oltre la traversa un tiro dal limite di Di Muzio che concludeva un’azione di contropiede. Prima del novantesimo invece il Lanciano ha ancora la possibilità di andare in rete: al 40’ con Cianci che, dopo un velo di Tarquini, non trova la porta da pochi passi, e al 44’ con Rullo che dal limite conclude centralmente.

IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

TUTTA LA XXVII GIORNATA

A Tollo arbitra Esposito della sezione di Pescara




Ludovico Esposito della sezione di Pescara è stato designato per arbitrare la gara della 27esima giornata fra Tollese e Lanciano, in programma sabato 14 aprile alle 16:00 allo stadio Gigino Di Pillo. Esposito in questo campionato è stato designato finora per un solo incontro nel girone B di Prima Categoria: Atessa Mario Tano-Orsogna 4-0 della 14esima giornata. Complessivamente nella stagione in corso ha comunque arbitrato 20 incontri, quasi tutti in altri gironi di Prima, mentre a febbraio ha esordito in promozione (Ortona-Fater Angelini 2-0).

La tribuna dello stadio di Tollo

PARTITE E ARBITRI DELLA 27ESIMA GIORNATA
sabato 14 e domenica 15 aprile 16:00
ATHLETIC LANCIANO-ATESSA MARIO TANO
Manuel Giorgetti di Vasto
V Atletico Cupello-Trigno Celenza 3-1
VII Tre Ville-Virtus Ortona 0-3
XIV Roccaspinalveti-Athletic Lanciano 1-4
XXV Tre Ville-Lanciano 0-2
ORSOGNA-SAN VITO 83
Emanuele D’Adamo di Vasto
XX San Vito 83-Paglieta 1-0
SCERNI-VASTO MARINA
Steven Terrenzi di Pescara
prima designazione nel girone B



TOLLESE-LANCIANO (sabato 14 aprile)
Ludovico Esposito di Pescara
XIV Atessa Mario Tano-Orsogna 4-0
TRE VILLE-PAGLIETA
Christian D’Alessandro di Vasto
XVIII Scerni-Fresa 0-1
XIX Athletic Lanciano-Tollese 3-0
TRIGNO CELENZA-VIRTUS ORTONA
Davide D’Adamo di Vasto
VII Roccaspinalveti-Lanciano 0-8
XV Scerni-Atessa Mario Tano 0-0
XIX Fresa-Trigno Celenza 0-1
XXIII Orsogna-Scerni 2-2
XXV Athletic Lanciano-San Vito 83 2-1
Riposano FRESA e ROCCASPINALVETI

IL CALENDARIO DEL GIRONE B IN PDF