Il club rossonero punta sul portiere lancianese Di Vincenzo

Il Lanciano cambia strategia per la scelta del portiere e va sul sicuro: a difendere i pali della porta rossonera sarà Mattia di Vincenzo, lancianese classe 1992, l’anno scorso in Eccellenza con il Cupello.




La dirigenza frentana inizialmente aveva infatti programmato di puntare esclusivamente su due fuori quota per primo e secondo portiere. Ora invece, con Di Vincenzo, il Lanciano avrà un estremo difensore con una discreta esperienza non solo tra i dilettanti ma anche tra i professionisti.

Di Vincenzo in allenamento col Cupello (foto da Abruzzowebtv.it)

Di Vincenzo ha mosso i primi passi nella Spal Lanciano, ma dai Giovanissimi in poi ha completato la trafila nel settore giovanile nel Siena, svolgendo anche più di un ritiro con la prima squadra. Una volta lasciato il club bianconero, il portiere lancianese ha giocato due anni in D, prima con la Santegidiese e poi con la Sambenedettese (secondo posto e play off).




Nel 2012-2013 ha esordito in C2 difendendo la porta dell’Aprilia che è stato eliminato in semifinale play off dal Teramo. Durante la militanza nella formazione laziale è stato inoltre convocato tre volte nella nazionale di categoria.

Il portiere lancianese in campo con la rappresentativa di Lega Pro

Dopo Aprilia, di Vincenzo è stato con la Maceratese in D e in C, con l’Amiternina in D e, infine, nell’ultima stagione al Cupello, che ha concluso il campionato di Eccellenza a metà classifica.