Il Lanciano domina e stende il San Salvo con un gol per tempo

L’ingresso in campo di Lanciano e San Salvo

LANCIANO 2 Perri, Boccanera, De Santis, Avantaggiato (25’ st Verna), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone, Di Gennaro (11’ st Tarquini), La Selva (34’ st Shipple), Sardella (43’ st Cianci). A disposizione: Di Vincenzo, Kossiakov, Quacquarelli, Trisi, Mastronardi. Allenatore: Alessandro Del Grosso
SAN SALVO 0 Cialdini, Ramundo, Di Crescenzo, Triglione, Luongo, Galié (8’ st Di Pietro), D’Alessandro, Carro (34’ st Stafa), Molino (46’ st Costantini), Bolzan, De Vivo (19’ st Morlino). A disposizione: Castaldo, Di Tella, Pifano, La Vacca, Izzi. Allenatore: Alfredo Castellano
ARBITRO Simone Nuzzo di Seregno (segnalinee Fabio Gentile di Teramo e Francesco Di Marte di Teramo)
RETI 6’ pt Sardella, 32’ st La Selva
NOTE 35’ pt annullato un gol ad Avantaggiato (fuorigioco di Di Gennaro che ostruisce la visuale del portiere); ammoniti De Santis e Perri del Lanciano, Carro, Bolzan, Di Pietro, Ramundo e Luongo del San Salvo; angoli 6-0; tiri in porta 20-9 (9-1 nello specchio della porta); recupero 0’ pt 4’ st; spettatori oltre 500, circa 50 dei quali nel settore ospiti




Se quello visto oggi al Biondi è il divario tra il Lanciano e le più accreditate rivali, tra le quali appunto alla vigilia del campionato veniva annoverato il San Salvo, è difficile pensare a un epilogo del girone B di Promozione diverso da una vittoria a mani basse della squadra di Alessandro Del Grosso.

I due gol di scarto non sono infatti uno specchio fedele di quanto mostrato in campo. I padroni di casa hanno dominato la partita dall’inizio alla fine, lasciando solo per brevi tratti l’iniziativa agli ospiti, che raramente sono stati davvero pericolosi.

I tifosi ospiti in curva nord

Pronti via e subito occasioni a ripetizioni per il Lanciano: al 1’ La Selva centra per Sardella che di testa non inquadra la porta; al 3’ de Santis da trenta metri tira fuori; al 4’ Di Gennaro manda a lato dal limite una palla respinta dalla difesa; al 5’ un bella azione corale si conclude con Quintiliani che da fuori area impegna Cialdini.

Al 6’ arriva il vantaggio: La Selva da destra trova Sardella sotto porta, respinta d’istinto di Cialdini e ribattuta vincente in rete di Sardella che va in rete per la quarta partita consecutiva. Due minuti dopo ci prova Petrone da fuori area senza fortuna, e al 10’ gli ospiti sfiorano il pari: una combinazione tra Bolzan e Molino trova un buco nella difesa di casa, ma Molino defilato sulla sinistra non trova la porta.




Il Lanciano produce gioco e occasioni da rete: al 14’ inzuccata fuori di Scudieri su corner, al 19’ viene deviato in angolo un tiro di Sardella; al 23’ La Selva non indovina la porta da fuori area. Al 24’ si rivede in avanti il San Salvo, con Molino che si accentra e in spaccata non trova la porta su cross da destra. Al 31’ è Bolzan a calciare sul fondo dal limite.

Intorno alla mezzora c’è uno dei rari momenti di predominio territoriale degli ospiti, ma dura poco. Al 35’ viene annullato un gol al Lanciano: Avantaggiato segna dal limite, ma Gentile di Teramo alza la bandierina perché davanti a Cialdini c’è Di Gennaro che copre la vista all’ex portiere della Berretti Virtus Lanciano, e Nuzzo annulla.

Il gol annullato ad Avantaggiato nel primo tempo

Al 36’ Cialdini mette i pugni su una botta in diagonale di Sardella da trenta metri. Al 38’ palla buona per Avantaggiato che riceve un assist corto da Di Gennaro, ma appena dentro l’area il mediano rossonero tira malissimo. Al 39’ Cialdini respinge una conclusione frontale di Sardella.

Al 41’ Bolzan fa registrare l’unico tiro nello specchio della porta dei biancazzurri, ma Perri si distende alla sua sinistra per intercettare. Prima del riposo La Selva s’invola verso la porta, e sciupa il raddoppio calciando sull’esterno della rete da buona posizione. Al ritorno in campo il Lanciano è di nuovo aggressivo e arrembante come in avvio di gara: si gioca per un bel po’ a ridosso dell’area sansalvese, anche se le conclusioni a rete sono poche.




Al 4’ Di Gennaro si gira in area e tira fuori, e poi Sardella nel giro di due minuti impegna due volte Cialdini nella respinta di pugni. Al 18’ Tarquini si divora il 2-0 quando, servito da Sardella dopo una palla persa dalla difesa, manda fuori da ottima posizione. Il San Salvo a metà ripresa riesce ad alzare il baricentro, ma i tentativi ospiti si limitano a qualche cross senza seguito e a poche conclusioni fuori bersaglio.

È invece il Lanciano a trovare il meritato raddoppio. Al 23’ ci va vicino Quintiliani, con una girata in area sulla quale è reattivo l’estremo sansalvese, che però al 32’ nulla può sulla punizione chirurgica di La Selva che fissa il risultato sul 2-0.

Il raddoppio di La Selva su punizione

I rossoneri hanno ancora più d’una palla gol buona per il tris. Al 36’ Boccanera non arriva d’un soffio su un traversone di Shipple da sinistra sul secondo palo; al 39’ Quintiliani sfrutta un buco centrale della difesa ospite ma solo davanti a Cialdini tira sul portiere; infine Cianci, al 48’, supera il portiere ospite ma sulla linea salva Ramundo.

Con il pareggio della Bacigalupo Vasto Marina a Raiano, sono ora 6 i punti di distacco tra il Lanciano e la diretta insiguitrice, e 7 quelli sul Casalbordino terzo. Domenica prossima, nel dodicesimo turno, i rossoneri sono attesi dalla sfida in casa del Fossacesia, penultimo in classifica sconfitto oggi dalla Casolana.



Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.