Via libera alla panchina lunga tra i dilettanti: si potranno avere fino a nove riserve




La Lega Nazionale Dilettanti ha ricevuto il via libera alla sperimentazione della panchina lunga nei campionati di propria competenza per la stagione 2018-2019. La deroga è facoltativa, e saranno quindi i comitati regionali a decidere se applicarla o meno. Eventualmente, anche nel torneo di Promozione al quale parteciperà il Lanciano, si potranno portare in panchina fino a nove riserve anziché sette come avvenuto sino ad oggi.

«L’approvazione del provvedimento da parte della Figc viene incontro alla richiesta del consiglio direttivo della Lnd», dichiara il presidente della Lega Cosimo Sibilia, «ad un anno dall’entrata in vigore della norma che ha innalzato da tre a cinque le sostituzioni nei campionati dilettantistici, i tempi risultavano ormai maturi per questa iniziativa, che nella prossima stagione sportiva potrà dare un nuovo impulso alle competizioni agonistiche».

Pari con la Virtus Ortona: Atessa ai play off regionali di Prima. La Val di Sangro resta in Promozione




ATESSA MARIO TANO-VIRTUS ORTONA 0-0 (0-0) dts
DOMENICA 20 MAGGIO 2018 – 16:00 – FONTE CICERO DI ATESSA
Cericola, Iannone, Zinni, Manzone, Mainella, Vitullo, Del Roio (25’ pt Quintiliani), Caruso (31’ st Djolo), Di Francesco (15’ st E. Russi), Di Laudo, Barry. A disposizione: Iachini, Cancelmo, Fioriti, D’Ortona. Allenatore: Gabriele Farina
Nardone, Pedico (1’ st A. D’Alessandro), F. D’Alessandro, Grossi (1’ sts Di Lonardo), Luciani, Giammarino, Ranalli (14’ st Dragani), Di Meco, Del Peschio, Fedele, Leone (33’ st D’Aloisio). A disposizione: Vitale, Hamza. Allenatore: Alessandro Segalotti
ARBITRO Jacopo Di Michele di Chieti
NOTE Ammoniti Barry, Zinni e Vitullo dell’Atessa Mario Tano, Pedico, Leone, Giammarino, F. D’Alessandro e A. D’Alessandro della Virtus Ortona

Sarà l’Atessa Mario Tano la squadra del girone B a disputare la fase regionale dei play off di Prima Categoria. I rossoblù oggi hanno pareggiato 0-0 con la Virtus Ortona dopo i tempi supplementari al Fonte Cicero, e grazie al miglior piazzamento nella stagione regolare vanno avanti.

In semifinale gli atessani se la vedranno con l’Hatria, che nella finale del girone E ha sconfitto l’Elicese 1-0. L’altra finalista uscirà dal triangolare fra San Benedetto Venere, Sant’Anna e New Club Villa Mattoni.




Nella finale dei play off di Promozione invece il Pontevomano ha superato 1-0 la Val di Sangro con una rete quasi allo scadere del secondo tempo supplementare. Quindi nella prossima stagione il club di Montemarcone resterà a far compagnia al Lanciano nel girone B.

Il San Nicolò di Fabio Montani ha invece avuto la meglio nel play out di Serie D: non saranno perciò necessari ulteriori spareggi salvezza in Eccellenza, dove si sarebbero dovuti sfidare Cupello e Miglianico, né in Promozione, dove se la sarebbero vista Tossicia e Sportland Celano.

A metà giugno stage al Biondi per selezionare i fuori quota




A metà giugno lo stadio Guido Biondi ospiterà uno stage organizzato dal Lanciano per selezionare fuori quota in vista della prossima stagione. Nel campionato di Promozione sarà infatti obbligatorio avere in campo, nell’arco dei novanta minuti, almeno un ’98, un ’99 e un 2000. Alla selezione saranno perciò visionati soprattutto giovani nati tra il ’99 e il 2001 da mettere a disposizione della squadra guidata dall’allenatore Alessandro Del Grosso.

Il Lanciano tornerà al lavoro da fine luglio




Lunedì 23 luglio è la data fissata indicativamente dal Lanciano per l’inizio della preparazione estiva in vista della stagione 2018-2019, che dopo la vittoria del campionato di Prima Categoria vedrà i rossoneri partecipare al torneo di Promozione. Il ritiro, come l’anno scorso, si svolgerà in sede: allo stadio Guido Biondi e in altre strutture di Lanciano e del comprensorio frentano.

Val di Sangro allo spareggio regionale per l’Eccellenza, Casalbordino resta in Promozione




La Val di Sangro ha battuto 3-2 il Casalbordino nella finale play off del girone B di Promozione giocata sul neutro di Cupello. Per i giallorossi, dopo la sconfitta nella Coppa Italia di categoria, finisce così anche il sogno del passaggio in Eccellenza, e quindi saranno avversari del Lanciano nel campionato 2018-2019. La Val di Sangro dovrà vedersela invece nella finale regionale con il Pontevomano, vicecapolista del girone A.

Il Casalbordino in amichevole col Lanciano quest’anno a Mozzagrogna

Ancora in corsa per seguire il Lanciano in Promozione ci sono inoltre la Virtus Ortona e l’Atessa Mario Tano, che domenica prossima si affrontano nella finale di girone: la vincente se la vedrà nella semifinale regionale con chi la spunta tra Hatria ed Elicese, e quindi con l’altra finalista che uscirà del triangolare fra chi si è imposto nei gironi A, C e D.




Al via play off e play out di Prima. Promozione ed Eccellenza legate alla salvezza del San Nicolò in D




Domenica 13 maggio cominciano gli spareggi in Prima Categoria. Dopo la stagione regolare, sono cinque le formazioni del girone B chiamate a scendere ancora in campo: Atessa Mario Tano, Vasto Marina e Virtus Ortona giocano per salire in Promozione; Tre Ville e Roccaspinalveti per non scendere in Seconda.

Alle 16:00 a Ortona la Virtus e il Vasto Marina si sfidano per la quinta volta in questa stagione, dopo le due gare di campionato e quelle di Coppa Abruzzo. Gli ortonesi, terzi nella stagione regolare, hanno a disposizione due risultati su tre per andare a sfidare l’Atessa nella finale di girone.

L’ultima sfida di campionato tra Virtus Ortona e Vasto Marina

Chi la spunta domenica 20 maggio al Fonte Cicero se la vede con la vincente dei play off del girone E. Anche qui c’è solo una semifinale, quella in programma tra Elicese e Vis Montesilvano: chi la vince sfida l’Hatria per accedere alla semifinale regionale, che si gioca in andata e ritorno.

Chi si impone nei play off dei gironi A, C e D disputa invece un triangolare dal quale esce l’altra finalista. Alla fine in palio c’è solo un posto per salire in Promozione. Per chi perde questo treno non resta che la speranza dei ripescaggi estivi.



Dall’altro lato della classifica, sempre domenica alle 16:00, a Mozzagrogna il Tre Ville di mister Antonio Bucci ospita il Roccaspinalveti per evitare la retrocessione in Seconda. I padroni di casa in campionato hanno battuto i roccolani sia all’andata sia al ritorno (l’ultima volta appena tre settimane fa sul campo dei biancoverdi). La squadra di Bucci per salvarsi ha a disposizione due risultati su tre.

Il Lanciano nel frattempo getta anche un occhio a quello che succede dalla Serie D in giù. Nel massimo torneo dilettantistico infatti c’è una squadra abruzzese impegnata negli spareggi per non retrocedere: il San Nicolò allenato dall’ex rossonero Fabio Montani se la deve vedere con la Jesina.

Montani un anno fa nella finale play off per la Serie D alla guida del Francavilla

Se retrocedono gli abruzzesi, dall’Eccellenza deve scendere un’altra squadra: in ballo ci sono Cupello e Miglianico, che hanno vinto un primo play out, che quindi non li ha ancora messi in salvo definitivamente. La retrocessa di questo eventuale spareggio finirebbe nel girone B di Promozione con il Lanciano.

La sconfitta del San Nicolò rimetterebbe in discussione a che la salvezza di Fater Angelini e Sportland Celano, che hanno vinto i play out giocati finora nel girone B di Promozione. In questo stesso campionato c’è inoltre la finale Val di SangroCasalbordino: chi perde sarà avversario del Lanciano nel prossimo campionato, mentre chi vince continua a sperare nell’Eccellenza sfidando nella finale regionale il Pontevomano, vicecapolista del girone A.

Play out e play off d’Eccellenza e Promozione: ecco altri prossimi avversari del Lanciano

Con i play out e i play off di Eccellenza e di Promozione che si sono giocati oggi vengono definite altre squadre destinate a disputare lo stesso torneo del Lanciano nella prossima stagione.

Gli spareggi per non retrocedere dall’Eccellenza salvano il Cupello, che ha battuto il Montorio 88 destinato al girone A di Promozione; al raggruppamento B, e quindi con il Lanciano, sarà invece assegnato il River Chieti, sconfitto 2-5 dal Miglianico dell’ex rossonero Marfisi (autore di una rete nella cinquina gialloblù).



Resta in Promozione l’Ortona, che un anno fa ha spadroneggiato nel raggruppamento B di Prima Categoria: nella semifinale play off di girone il Casalbordino ha avuto la meglio 1-0, e ora dovrà vedersela in finale con la Val di Sangro, seconda al termine della stagione regolare. La vincente affronterà il Pontevomano, vicecapolista del girone A già qualificata per la finale regionale.



Per ora in palio, in attesa ripescaggi, c’è un solo posto per l’Eccellenza 2018-2019: quindi Casalbordino e Val di Sangro potrebbero ugualmente ritrovarsi ad affrontare i rossoneri nel prossimo torneo di Promozione.

Salutano invece il girone B di Promozione, perché retrocessi in Prima con i play out, il Castiglione Val Fino, ko con lo Sportland Celano (che però non è escluso che raggiunga l’altra squadra di Celano nel girone A), e la Virtus Pratola, sconfitta dai pescaresi della Fater Angelini. A parte il Castiglione, le altre tre squadre erano neopromosse.


su questo argomento leggi anche
Verso la Promozione 2018-2019: dal San Salvo che scende dall’Eccellenza agli spareggi negli altri tornei