Vasiu appaia Del Peschio in testa alla classifica marcatori





L’attaccante albanese del Vasto Marina, Admir Vasiu, affianca Antonio Del Peschio in testa alla classifica marcatori del girone B di Prima Categoria. Vasiu oggi ha realizzato una doppietta nel primo tempo proprio alla sua ex squadra, il Fresa, dove ha militato nella seconda parte dello scorso campionato e nelle stagioni precedenti. Per il bomber gialloverde invece oggi è arrivata una sola rete, su rigore, per il momentaneo pari degli ortonesi contro l’Ateltico Cupello.

Admir Vasiu, attaccante del Vasto Marina (foto Vasport.it)

Quella dell’attaccante albanese è una delle tre doppiette messe a segno oggi: le altre due le hanno realizzate il celenzano Fabakary Samba al Tre Ville e Lorenzo Sardella del Lanciano al Paglieta, che insieme a Vasiu in questo campionato è finora l’unico a far registrare due doppiette.



CLASSIFICA MARCATORI
6 reti Del Peschio [3 rigori] (Virtus Ortona); Vasiu [1] (Vasto Marina)
Sardella (Lanciano)
4 Del Roio (Atessa Mario Tano); Rapino (Athletic Lanciano); Natalini e Tarquini [1] (Lanciano); Farina (Scerni)
3
 Manzone (Atessa Mario Tano); Di Girolamo [1] e Verì (Athletic Lanciano); Quintiliani (Lanciano); Barone, Di Nardo e Sferrella (Orsogna); D’Eusanio (Tollese); Di Vito [2] (Vasto Marina)
2 Sciarrino [1], Venditti (Atessa Mario Tano); Marino, Mirolli e Ruzzi (Atletico Cupello); Gius. Tracchia [1] (Fresa); Di Meco, Pierantoni (Orsogna); S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Manneh, Moretti e Pasquini (San Vito 83); Erragh (Scerni); Samba (Trigno Celenza); Natarelli (Vasto Marina); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Barry, Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Fischio, Scopinaro e Valbonesi (Athletic Lanciano); Luciano e Zara (Atletico Cupello); C. Di Laudo (Fresa); Di Gennaro, Giancristofaro e Petrone (Lanciano); Iarlori, Luciano e Valentini (Orsogna); Di Campli, Di Paolo e M. Bosco (Paglieta); Battista, A. Farina e Orlando (Roccaspinalveti); Ciancaglini, Ferrante, Ferrazzo, Lupo e Orunesu (Scerni); Piemonte e Spoltore (Tollese); Campitelli, Di Pendima [1], D’Ovidio, Kossiakov, Memmo e Tritapepe (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco, Manneh, Piedigrosso e G. Serafini (Trigno Celenza); D’Adamo e Di Gennaro (Vasto Marina); D’Alessandro e Ranalli (Virtus Ortona)
PLURIMARCATURE
Quadriplette Rapino (Athletic Lanciano)
Doppiette 2 Sardella (Lanciano) e Vasiu (Vasto Marina); Mirolli (Atletico Cupello), Venditti (Atessa Mario Tano), Tarquini (Lanciano), Moretti (San Vito 83), Erragh (Scerni), Samba (Trigno Celenza), Di Vito (Vasto Marina), Del Peschio (Virtus Ortona)

TUTTA LA SESTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Marcatori: Del Peschio da solo in testa, in quattro al secondo posto

Basta una rete ad Antonio Del Peschio per passare da solo al comando della classifica marcatori del girone B di Prima Categoria. L’attaccante della Virtus Ortona ha siglato nel secondo tempo il raddoppio dei gialloverdi a Fresagrandinaria: per lui è il quinto centro stagionale, il secondo dagli undici metri.

I giocatori della Virtus Ortona festeggiano un gol a Fresagrandinaria

La piazza d’onore invece se la dividono in quattro: al secondo posto ci sono oggi Alessandro Tarquini del Lanciano, Moreno Roio dell’Atessa Mario Tano e Admir Vasiu del Vasto Marina, che raggiungono Luca Rapino dell’Athletic Lanciano a quota 4 marcature.




Il quinto turno ha fatto registrare anche il maggior numero di reti in una giornata: 28, oltre a ben 5 vittorie esterne. Tre sono state invece le doppiette: le hanno realizzate Emanuele Mirolli dell’Atletico Cupello, Nicola Moretti del San Vito 83 e il vastese Vasiu. Diventano quindi nove i calciatori che hanno segnato due volte nella stessa partita.

Tarquini che contro l’Atessa ha segnato il suo quarto gol stagionale

CLASSIFICA MARCATORI
5 reti Del Peschio [2] (Virtus Ortona)
4
 Del Roio (Atessa Mario Tano); Rapino (Athletic Lanciano); Tarquini [1 rigore] (Lanciano); Vasiu (Vasto Marina)
3
 Manzone (Atessa Mario Tano); Di Girolamo [1] (Athletic Lanciano); Natalini e Sardella (Lanciano); Farina (Scerni); D’Eusanio (Tollese); Di Vito [2] (Vasto Marina)
2 Sciarrino [1], Venditti (Atessa Mario Tano); Verì (Athletic Lanciano); Mirolli e Ruzzi (Atletico Cupello); Quintiliani (Lanciano); Barone, Di Meco, Di Nardo, Pierantoni e Sferrella (Orsogna); Manneh, Moretti e Pasquini (San Vito 83); Erragh (Scerni); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Barry, Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Scopinaro e Valbonesi (Athletic Lanciano); Marino e Zara (Atletico Cupello); Tracchia (Fresa); Di Gennaro e Giancristofaro (Lanciano); Luciano e Valentini (Orsogna); Di Campli, Di Paolo e M. Bosco (Paglieta); Battista, A. Farina, Orlando e S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Ciancaglini, Ferrante, Ferrazzo, Lupo e Orunesu (Scerni); D’Adamo (Vasto Marina); Piemonte (Tollese); Di Pendima [1], Kossiakov e Memmo (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco, Manneh e Piedigrosso (Trigno Celenza); Natarelli (Vasto Marina); D’Alessandro e Ranalli (Virtus Ortona)
PLURIMARCATURE
Quadriplette Rapino (Athletic Lanciano)
Doppiette Mirolli (Atletico Cupello), Venditti (Atessa Mario Tano), Sardella e Tarquini (Lanciano), Moretti (San Vito 83), Erragh (Scerni), Di Vito e Vasiu (Vasto Marina), Del Peschio (Virtus Ortona)

TUTTA LA QUINTA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Classifica marcatori, Del Peschio aggancia il primo posto

Con la doppietta messa a segno oggi contro il Roccaspinalveti, l’attaccante della Virtus Ortona Antonio Del Peschio ha raggiunto in testa alla classifica marcatori del girone B Luca Rapino dell’Athletic Lanciano. I due sono appaiati a quota 4, e precedono 5 calciatori a quota 3.




Ben tre sono i giocatori che oggi hanno fatto registrare una doppietta: oltre a quella di Del Peschio, nella quarta giornata si contano quelle di Venditti dell’Atessa Mario Tano e Di Vito del Vasto Marina. Diventano così sei i calciatori del girone che hanno marcato due reti in una partita: gli altri sono Sardella e Tarquini del Lanciano, ed Erragh dello Scerni.

Del Peschio con la divisa da allenamento della Virtus Ortona

CLASSIFICA MARCATORI DOPO 4 GIORNATE
4 reti Rapino (Athletic Lanciano); Del Peschio [1] (Virtus Ortona) 
3
 Del Roio (Atessa Mario Tano); Sardella e Tarquini [1 rigore] (Lanciano); D’Eusanio (Tollese); Di Vito [2] (Vasto Marina)
2 Manzone, Sciarrino [1], Venditti (Atessa Mario Tano); Ruzzi (Atletico Cupello); Di Girolamo (Athletic Lanciano); Natalini e Quintiliani (Lanciano); Barone, Di Meco, Di Nardo, Pierantoni e Sferrella (Orsogna); Manneh (San Vito 83); Erragh e Farina (Scerni); Vasiu (Vasto Marina); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Barry, Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Scopinaro, Valbonesi e Verì (Athletic Lanciano); Marino (Atletico Cupello); Tracchia (Fresa); Giancristofaro (Lanciano); Luciano (Orsogna); Di Campli e M. Bosco (Paglieta); Battista, Orlando e S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Pasquini (San Vito 83); Ciancaglini e Orunesu (Scerni); D’Adamo (Vasto Marina); Piemonte (Tollese); Di Pendima [1] (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco e Piedigrosso (Trigno Celenza); D’Alessandro (Virtus Ortona)
Autoreti nessuna
TUTTA LA QUARTA GIORNATA
IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

Le immagini di Lanciano-Virtus Ortona 5-1





Le immmagini dei gol della partita tra Lanciano e Virtus Ortona vinta 5-1 dai rossoneri domenica al Biondi. Riprese e montaggio sono di Alessandro Di Biase di LancianoReporter.it.




I gol sono stati segnati nel primo tempo al 6’ da Quintiliani su assist di Shipple, al 17’ da Tarquini, al 34’ da Del Peschio per gli ospiti, al 37’ da Natalini su corner calciato da Sardella; nel secondo tempo al 4’ da Tarquini su rigore procurato da Boccanera e al 26’ Sardella su assist di Cianci.

L’ARTICOLO SU LANCIANO-VIRTUS ORTONA 5-1
TUTTE LE PARTITE DELLA PRIMA GIORNATA
IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF

Il Lanciano parte con il piede giusto: pokerissimo alla Virtus Ortona

Al Biondi in 1.500 per il debutto in campionato della squadra di Del Grosso. Secondo tempo dei rossoneri tambureggiante dopo la partenza in sordina

L’ingresso delle squadre in campo

LANCIANO-VIRTUS ORTONA 5-1 (3-1)
17 SETTEMBRE 2017 – 15:30 – GUIDO BIONDI DI LANCIANO
Di Vincenzo, Boccanera (30’ st Rullo), Shipple (40’ st Nativio), Quintiliani, Natalini, Scudieri, Petrone, Val (30’ Giancristofaro), Tarquini, Di Gennaro (18’ st Cianci), Sardella. A disposizione: Rossetti, De Rentiis, La Morgia. Allenatore: Alessandro Del Grosso
Nardone, D’Alessandro (18’ st Altobelli), Pantalone, Ranalli, Luciani, Giammarino, D’Aloisio, Di Nenno (22’ Hamza), Del Peschio, Fedele, Leone. A disposizione: Di Salvatore. Allenatore: Alessandro Segalotti
ARBITRO Luca Di Monteodorisio di Vasto
RETI 6’ pt Quintiliani, 17’ pt Tarquini, 34’ pt Del Peschio, 37’ pt Natalini, 4’ st Tarquini (rigore), 26’ st Sardella
NOTE 29’ pt annullato un gol a Tarquini; angoli 10-0; recupero 2’ pt 4 ’ st; spettatori 1.500 circa di cui 1.283 paganti e 150 abbonati





Vittoria con goleada per il Lanciano nell’esordio stagionale ai danni della Virtus Ortona dell’ex Del Peschio. Davanti ai circa 1.500 spettatori del Biondi (una cifra monstre per la Prima Categoria!) la gara inizia in sordina per gli uomini di Del Grosso che, a differenza delle amichevoli estive, hanno avuto un approccio più di controllo del match, senza attaccare a pieno organico.

I rossoneri passano in vantaggio al 6’ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto, Shipple, che Del Grosso ha arretrato terzino, penetra in area e serve con un cross basso Quintiliani che realizza con un tap in a porta sguarnita. Il raddoppio arriva al 17’ con il numero 9 Alessandro Tarquini che batte a rete da 25 metri dopo una grande azione personale.

Il tap in di Quintiliani che vale l’1-0

Poco dopo viene annullato un gol allo stesso Tarquini per sospetto fallo di mano. Con la gara in pugno, i rossoneri pagano una l’unica distrazione che permette al 34’, a Del Peschio, di realizzare il gol che accorcia le distanze. L’ex centravanti della Marcianese raccoglie un lancio lungo dalle retrovie e, appena entrato in area, trafigge Di Vincenzo con un sinistro letale che termina sotto l’incrocio.

Le speranze di rimonta dei gialloverdi però sono destinate a spegnersi in tre minuti: un calcio d’angolo teso battuto da Sardella pesca Natalini tutto solo nel cuore dell’area di rigore; il difensore frentano non può che spingere in rete il gol che vale il 3-1.




A qualche minuto dalla conclusione della prima frazione di gara, i rossoneri hanno la possibilità di chiudere definitivamente i giochi prima con Petrone, che non riesce a trovare l’angolo giusto dopo l’invito di capitan Di Gennaro; poi con Sardella che conclude alto di sinistro.

Il secondo tempo inizia con un piglio diverso per la compagine casalinga, complice anche un evidente calo fisico degli avversari. Al 1’ Sardella sfiora il gol con un colpo di tacco volante su angolo battuto da Shipple, ma il tentativo viene bloccato dall’estremo difensore avversario.

Al 4’ Tarquini effettua un passaggio filtrante per Boccanera che, dopo un dribbling secco, viene atterrato in area: Di Monteodorisio della sezione di Vasto non può che concedere il penalty che viene realizzato con freddezza da Tarquini. Doppietta personale per il 9 rossonero che affonda definitivamente gli ospiti.

Dopo il 4-1 il Lanciano crea ancora diverse occasioni da rete: prima con Petrone che si vede respingere il tentativo a pochi metri dalla porta da Nardone; poi con Val imbeccato da Tarquini, ancora bravo Nardone in uscita bassa.




Al 26’ della ripresa si registra il primo e quasi unico intervento di Di Vincenzo su un tentativo di Ranalli dalla distanza. Da qui scaturisce un contropiede devastante dei padroni di casa che calano il pokerissimo con un destro a incrociare di Sardella, pescato in profondità dal neoentrato Cianci. Il tiro al bersaglio del Lanciano continua fino al 90’. Degni di nota i tentativi di Quintiliani, che prova a far venire giù lo stadio con un cucchiaio dai 20 metri che termina sulla parte alta della rete; e di Tarquini, che dopo uno slalom al limite dell’area, batte a giro colpendo il legno che gli nega la tripletta.

La curva sud

Da registrare anche un tentativo dell’ex capitano della Marcianese Rullo, che al 47’ ci prova con un destro al volo che sibila a pochi centimetri dalla porta difesa da Nardone. Non ci poteva essere inizio migliore, dunque, per i ragazzi di Mister Alessandro Del Grosso, che liquidano una compagine retrocessa dalla promozione, e seria candidata alla corsa play off, con un netto 5-1.

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF

TUTTE LE PARTITE DELLA PRIMA GIORNATA

Del Peschio (Virtus Ortona): «Tornare al Biondi sarà un’emozione. Noi speriamo nei play off»

Intervista all’ex attaccante della Marcianese, ora con i gialloverdi domenica ospiti del Lanciano. È suo il record di gol in Prima Categoria, ma quest’anno per il titolo di cannoniere deve vedersela cogli avanti rossoneri




Antonio Del Peschio, quali sono le aspettative della Virtus Ortona per la nuova stagione?
«Si punta a fare bene, siamo una buona squadra. L’obiettivo primario è salvarsi il prima possibile, poi speriamo di giocarcela per i play off».

Quali sono stati i cambiamenti più significativi nella rosa gialloverde rispetto all’annata precedente?
«Il nuovo allenatore è sicuramente un cambio radicale, pur avendo mantenuto immutata gran parte della rosa: il tecnico Alessandro Segalotti ha fatto molto bene a San Giovanni Teatino, è un allenatore abituato a dover rispondere a grandi aspettative. L’attacco poi è stato affidato a me, e intendo ripagare la fiducia con tanti gol».

Del Peschio con la divisa da allenamento della Virtus Ortona

Con quali compagni di squadra c’è maggiore affinità?
«Il centrocampista Stefano Fedele, ex giovanili Virtus Lanciano, e il trequartista Davide Leone sono i ragazzi con cui mi intendo di più all’interno del rettangolo verde. Come ho già detto però siamo una buona squadra e c’è intesa con tutti. Possiamo crescere».

È d’accordo con quanti vedono il Lanciano come strafavorito del campionato?
«Sono più che d’accordo: i rossoneri hanno una squadra e una piazza di categoria superiore. Lanciano merita di essere con continuità almeno in Serie C, come d’altronde ci insegna la storia».




Oltre al Lanciano, chi altro vede in alto a fine stagione?
«L’Atessa Mario Tano e l’Orsogna credo siano due compagini che saranno coinvolte nella lotta al vertice. Poi, come ho detto, mi auguro che la Virtus Ortona possa rientrare nel treno play off a maggio».

Avete esordito in Coppa Abruzzo contro il Fossacesia 90 che milita in Seconda Categoria, e non ha esitato a timbrare il cartellino. Si è fatto un’idea sulla lotta al vertice anche in quest’altro campionato?
«Sono rimasto impressionato dal Fossacesia 90: ci hanno fatto sudare per il passaggio del turno, e il 4-0 della gara d’andata è stato un risultato bugiardo per i valori visti in campo. Credo che possano giocarsela quantomeno per i play off. A lottare con loro penso che ci saranno Draghi San Luca, Sporting Altino e Castel Frentano».

L’attaccante in campo con la maglia rossonera

Passiamo alla parentesi Marcianese: si aspettava di più dall’esperienza rossonera? Cosa non ha funzionato?
«Quando sono arrivato ho trovato una famiglia. Ero certo che avremmo potuto fare bene. La squadra era una buona compagine di Prima Categoria, ma a mio parere ci sono stati troppi stravolgimenti. Lo spogliatoio ha risentito dell’esonero dell’allenatore Antonio Bucci quando eravamo a soli 2 punti dai play off. Senza nulla togliere al suo successore Piero D’Orazio, con cui peraltro sono stato compagno di squadra a Perano nel 2004, penso che tenere Bucci sarebbe stato fondamentale quantomeno per l’armonia.

Cosa è cambiato dopo l’avvicendamento in panchina?
«Con l’esonero si è andato a disperdere quello spirito di “famiglia” di cui parlavo. Altro fattore penalizzante è stata la decisione di giocare le partite casalinghe allo stadio: gran parte di noi non era abituata a giocare in campi di tali dimensioni, e per di più ci allenavamo sul sintetico di Villa Delle Rose, fondo diametralmente opposto a quello del Biondi. Probabilmente, se avessimo continuato a giocare a Villa Delle Rose, avremmo ottenuto risultati migliori».




Sarà emozionato nel rientrare al Biondi da ex?
«Decisamente sì. Per me è stato un orgoglio vestire la maglia rossonera nello stadio che ha fatto la storia della Lanciano calcistica. Sarei rimasto volentieri, ma l’incongruenza con gli orari di lavoro non me l’ha permesso».

In caso di gol dell’ex esulterà?
«Sì, festeggerò come ho sempre fatto. Il rispetto per la tifoseria e per la maglia rossonera ci saranno sempre e sono convinto che non si debbano dimostrare attraverso una non esultanza. La gente mi ha sostenuto e io li ho amati, ma l’esultanza è un discorso personale che non ha nulla a che vedere con tutto ciò».

Una pausa durante un allenamento della Marcianese: Del Peschio è il primo a terra da sinistra

Punterà a vincere la classifica marcatori come al solito, o pensa che la coppia Di Gennaro-Tarquini la precederà in graduatoria?
«Intendo giocarmela con i due attaccanti del Lanciano, anche se so che saranno due ossi duri».

Qual è il modello di giocatore a cui si è ispirato fino ad oggi?
«Su tutti Roberto Baggio. È il mio idolo fin da bambino, e credo che sia tra i numeri 10 più forti della storia del calcio».




Passiamo ai numeri: quanti gol ha fatto in carriera fino ad oggi e a quanto punta ad arrivare?
«Fino ad oggi sono 280 tra Promozione e Prima Categoria. Punto a raggiungere i 300 già quest’anno, e poi, se il fisico mi accompagna, vorrei arrivare a 400 gol. Sarebbe una grande soddisfazione superare il mio record di reti in una stagione (43 in 30 presenze a Perano, record assoluto della categoria, ndr)».

Qual è stato il suo gol più significativo e quale quello più importante?
«A livello di cuore ricorderò sempre il gol a Piazzano dello scorso anno con la maglia della Marcianese: un eurogol da centrocampo, il primo segnato davanti agli occhi di mio figlio. I più pesanti sono stati quelli nella semifinale play off per accedere in Eccellenza, con il Fossacesia: una doppietta che ci stava regalando un sogno».

Il centravanti abbracciato dai compagni di squadra dopo il gran gol col Piazzano

Marcianese Lanciano 3
Tollese 3

Forlani, Dushkaj, F. Di Campli, Bah [VC] (31’ st Cianci), Di Martino, Cianfarra, Marongiu (14’ st Valentini), Ruffilli [C], Aielli, Del Peschio, Di Piero (40’ st Samake). A disposizione: L. Di Campli, Falcone. Allenatore: Piero D’Orazio
Sorrentino, Primomo [VC] (40’ pt Cassano), Tacconelli, D’Eusanio, Marini Misterioso, Anzellotti, Silverio (11’ st Di Battista), Perfetti, Luciani, Criber [C], Cicchitti. A disposizione: Nobile, Marku, Crognale. Allenatore: Marcello Cicchitti
ARBITRO Manuel Franchi di Teramo
RETI 6’ pt Marongiu, 15’ pt Aielli, 39’ pt Primomo (rigore), 46’ pt Del Peschio (rigore), 14’ st Cicchitti, 30’ st Anzellotti
NOTE 13’ st espulso Cianfarra per doppia ammonizione; ammoniti Criber, Cianfarra, Tacconelli, Cianci; angoli 4-5; recupero 1’ pt 4’ st; spettatori 120 circa; in corsivo i fuori quota

La Marcianese fallisce l’appuntamento con il ritorno alla vittoria, e nonostante il buon avvio di gara, e il doppio vantaggio con cui chiude il primo tempo, non riesce ad avere ragione della Tollese, brava nel secondo tempo a credere fino in fondo nella rimonta.



I rossoneri partono bene, e dopo una trentina di secondi Del Peschio sfiora il gol con un tiro al volo dal limite. Al 5’ Di Piero imposta nella propria metà campo, cambia tutto per Marongiu che serve Aielli che appoggia a Del Peschio, che però cicca la conclusione. La palla buona arriva un minuto dopo: Del Peschio lancia Di Piero, che guadagna il fondo e crossa per l’inzuccata vincente di Marongiu.

Marongiu festeggiato dai compagni dopo il suo primo gol stagionale

La squadra di Lanciano raddoppia con Aielli: punizione di Ruffilli dalla tre quarti e colpo di testa a pallonetto che beffa Sorrentino. La partita sembra in discesa per la Marcianese, ma un po’ alla volta vengono fuori gli ospiti, pericolosi con due azioni quasi “a specchio”: al 21’ lancio lungo di Perfetti per Tacconelli, sponda attraverso l’area piccola da destra a sinistra e Cicchitti, contrastato, non riesce a far male; al 25’ è dalla sinistra che Tacconelli fa una sponda interessante per Luciani, che da buona posizione svirgola.




La Tollese è ancora pericolosa al 29’ con Criber (testa su corner di un filo a lato) e accorcia le distanze con Primomo su rigore, che subito dopo esce infortunato. Tra l’altro la scivolata di Cianfarra che causa la massima punizione sembra sul pallone, ma non è dello stesso avviso Franchi di Teramo, che tira fuori anche il primo giallo per il difensore rossonero.

Il rigore del 2-1 di Primomo che spiazza Forlani

Allo scadere la Marcianese mette a segno il tris: Del Peschio conclude un’azione solitaria con un tiro che, deviato, colpisce la traversa e va in corner; dalla bandierina il traversone di Di Piero è intercettato con una mano da Silverio, ed è inevitabile il tiro dal dischetto con il quale Del Peschio firma la decima rete stagionale.




Al rientro in campo, dopo qualche scaramuccia di poco conto, al quarto d’ora cambia l’equilibrio della partita: Cianfarra rimedia l’ammonizione bis perché “inciampa” su Luciani mentre lo sta tallonando, ma per Franchi è uno sgambetto che vale il secondo giallo; la Marcianese non solo resta in dieci, ma sulla punizione seguente Cicchitti trova pure il gol del 3-2.

La punizione vincente di Cicchitti dopo il rosso a Cianfarra…

D’Orazio corre ai ripari con Valentini per Marongiu, ma i biancorossi (oggi in campo in maglia verde) appaiono più convinti e più capaci di fare la partita. Vanno vicini al pari già al 20’, quando Forlani si lascia scivolare una tiro dalla distanza di Marini Misterioso, che fortunatamente carambola in calcio d’angolo. Il 3-3 però lo firma Anzellotti alla mezzora quando, grazie anche ad un rimpallo, conclude una lunga azione intorno all’area rossonera.

…e quella un soffio a lato di Del Peschio al 45’

I padroni di casa cercano nuova verve con l’innesto di Cianci, protagonista di alcuni spunti interessanti, ma senza particolare seguito. Alla fine però saranno i tollesi a sfiorare il colpaccio, dopo essersi fatti vedere al 37’ con un tiro debole di Cassano bloccato da Forlani, e al 44’ con Tacconelli che tira fuori bersaglio.




Il sussulto finale della Marcianese è una punizione di Del Peschio che al 45’ fa la barba al palo, ma i rossoneri tremano all’ultimo minuto di recupero quando Tacconelli si ritrova solo in area, con la palla che gli arriva da un lungo traversone e che sciupa malamente con una conclusione sul fondo anziché cercare un compagno al centro.

CLICCA QUI per programma della 27esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Piazzano 5
Marcianese Lanciano 3




G. Lusi, J. Lusi, Spinelli (29’ st Faienza), Pasquini, Sciorilli, Orsini, Pierri, Carunchio [C], Troilo, Bussoli, Caporale (13’ st Schieda). A disposizione: D’Angelo, Cirigliano, Sisti, Crognale, D’Onofrio. Allenatore: Angelo Bisci
Forlani, Di Martino, Cianfarra, Rullo [C], Bah (1’ st Ruffilli), Rositi, Carpineta, Cianci (43’ st Cocco), Aielli, Del Peschio, Di Piero (1’ st Dushkaj). A disposizione: L. Di Campli, Marongiu, Abate Chechile, Valentini. Allenatore: Piero D’Orazio
ARBITRO Mirco Monaco di Chieti
RETI 2’ Carunchio, 7’ Del Peschio, 20’ Pierri, 26’ Bussoli, 4’ st Cianci, 7’ st Carunchio, 40’ Del Peschio, 45’ Pierri
NOTE Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria del tifoso ed ex calciatore piazzanese Biagio Bravo; 27’ pt espulso Rositi per doppia ammonizione (la seconda per proteste); ammoniti Sciorilli, Carunchio del Piazzano, Rositi, Carpineta, Bah, Del Peschio, Cianci, Dushkaj, Ruffilli della Marcianese; angoli 0-2; recupero 1’ pt 3’ st; spettatori 200 circa di cui 50 ospiti; in corsivo i fuori quota

Con il ko di Montemarcone la Marcianese perde le residue speranze di arrivare agli spareggi per la Promozione: aumento del distacco dal Piazzano a parte, anche terza e quarta in classifica sono andate avanti. I rossoneri hanno coltivato fino al novantesimo la speranza di risalire a Lanciano almeno con un pareggio ma, ogni volta che sono sembrati sul punto di aprire la partita, i piazzanesi si sono riportati sul doppio vantaggio.

Il calcio d’inizio allo stadio di Montemarcone

Gli ospiti si presentano in campo con il chiaro intento di puntare all’intera posta in palio: Piero D’Orazio schiera una squadra iperoffensiva, confermando Cianci e di Piero esterni a supporto di Aielli e del rientrante Del Peschio. Però i biancorossi (oggi in maglia blaugrana) alla prima occasione vanno in gol: su un tiro di Bussoli smorzato dalla difesa c’è Carunchio in agguato pronto a battere Forlani. Tuttavia passano 5’ e Del Peschio trova Lusi fuori dai pali quanto basta per beffarlo con un tiro poco dopo il cerchio di centrocampo.




Nel primo tempo, a conti fatti, si vedono più gol che occasioni da gol! Al 20’ infatti Pierri riporta avanti i suoi (brucia tutti su una punizione battuta d’astuzia da Bussoli), e al 26’ il Piazzano scappa avanti con Bussoli, che su un capovolgimento di fronte capitalizza al massimo il rinvio del suo portiere, arrivando di fronte a Forlani e scavalcandolo in corsa, con Cianfarra che non riesce a evitare la rete in spaccata. Oltre al doppio svantaggio, i lancianesi incassano pure l’inferiorità numerica, perché Rositi si fa espellere per proteste.

Del Peschio abbracciato dai compagni di squadra dopo l’1-1

Per il resto, prima del riposo, si registrano una punizione di Rullo fuori bersaglio e un’occasione di Pierri simile al gol di Bussoli allo scadere. Più evidenti sono invece un paio di colpi bassi che rischiano di incattivire la partita: sul 3-1 la Marcianese continua a giocare nonostante Caporale sia rimasto a terra, e quando Carunchio si trova a tiro Bah ferma l’azione con un calcio deciso che gli costa l’ammonizione, e che il gambiano poco dopo non esita a restituirgli (anch’egli ammonito).

Salgono di tono pure le contestazioni all’arbitro, che nella ripresa aumentano ulteriormente: alla fine gli ammoniti della Marcianese saranno ben sette, con il giallo più pensate che è quello a Carpineta, diffidato e quindi fuori per la sfida di domenica con la Tollese al Biondi; Del Peschio e Ruffilli invece saranno diffidati.

Cianci accorcia le distanze a inizio secondo tempo

A inizio ripresa gli ospiti riaprono subito la gara con Cianci, bravo a destreggiarsi sulla sinistra dal limite e a infilare la palla nell’angolino sul primo palo. Purtroppo al Piazzano bastano pochi giri di lancette per rimettersi al sicuro: Pierri viene murato dalla difesa ospite a due passi dalla porta, e Carunchio anche stavolta arriva puntuale all’appuntamento col gol.




La Marcianese non demorde, e continua a crederci. L’occasione migliore è al 21’ con Del Peschio, che servito da Cianci scarta Lusi e clamorosamente calcia fuori a porta vuota, probabilmente disturbato da un difensore, e per questo lo stesso attaccante reclama il rigore. È di nuovo Del Peschio a provarci al 23’ con un colpo di testa debole su punizione-cross di Rullo, e al 27’, sempre servito da Rullo ma con un lancio lungo, quando si gira in area e manda a lato.

Un lancio di Rullo

Gli ospiti tirano di più in porta, ma nonostante abbassi il baricentro il Piazzano comunque tiene bene il campo, copre gli spazi ed è sempre pronto a ripartire in contropiede, pur arrivando di rado arriva alla conclusione. Al sodo arriva invece ancora la squadra di Lanciano: con Ruffilli che al 36’ colpisce l’incrocio, e con Del Peschio che al 40’, con un tiro al volo dal limite, riapre per l’ennesima volta la partita.

Il film però è sempre lo stesso: all’ultimo minuto tiro di Bussoli respinto da Forlani, e zampata vincente di Pierri che sale così in testa alla classifica marcatori. I biancorossi invece tagliano fuori la Marcianese dalla lotta per i play off e tengono a distanza il Real Montazzoli in vista dello scontro diretto in programma a Montemarcone tra due settimane, dopo la trasferta a Scerni (sarà decisiva per tagliare fuori o far rientrare la quinta nel perimetro play off).

Uno spunto di Cianci nel primo tempo

La sconfitta significa invece per la Marcianese il tramonto delle residue speranze di lottare per un posto nei play off: la matematica dice che la squadra di Lanciano non può più arrivare a 9 punti dal secondo posto come quinta in graduatoria; calendario alla mano, agganciare il quarto posto, al momento appare né più né meno che una chimera.




Non resta perciò che continuare a onorare sul campo la maglia rossonera, come del resto i ragazzi che l’hanno indossata hanno fatto finora in questo campionato a dir poco singolare per il calcio cittadino. Per il resto, fuori dal campo, è già tempo di programmare una prossima stagione all’altezza del buon nome sportivo di Lanciano.

CLICCA QUI per risultati della 26esima giornata e classifiche
CLICCA QUI per calendario completo in pdf con risultati e classifiche

Le immagini dei cinque gol della Marcianese contro il Real Porta Palazzo

Ecco le immagini realizzate da Alessandro Di Biase dei gol con i quali domenica scorsa la Marcianese ha battuto il Real Porta Palazzo al Biondi nella 23esima giornata del campionato di Prima Categoria.

I gol sono stati realizzati da Alex Cianci al 3’ su assist di Simone Aielli, e al 16’ da Aielli su assist di Cianci; nella ripresa al 2’ ha raddoppiato Antonio Del Peschio al termine di un’azione solitaria, tris di Aielli al 16’ su assist di Del Peschio, e infine cinquina di Manuel Di Martino che al 37’ ha approfittato di una leggerezza difensiva.

Marcianese Lanciano 5
Real Porta Palazzo 0

marcianese-lancianoForlani, Di Martino, Morena, Rullo, Cianfarra (7’ st Bah), Rositi, Carpineta, Ruffilli, Aielli, Del Peschio (27’ st Marongiu), Cianci (23’ st Di Piero). A disposizione: L. Di Campli, F. Di Campli, Dushkaj, Abate Chechile. Allenatore: Piero D’Orazio
Di Biase, D’Alessandro, Stivaletta, D’Ascanio, (1’ st Pegna), Vino, Lanfranchi, Cieri, Napolitano, Lizzi (12’ st Priolo), D’Adamo, Marchesani. A disposizione: Paolino, De Cristofaro. Allenatore-giocatore: Michele Vino
ARBITRO Fabio D’Ettorre di Lanciano
RETI 3’ pt Cianci, 16’ pt Aielli, 2’ st Del Peschio, 8’ st Aielli, 37’ st Di Martino
NOTE 15’ st espulso D’Adamo per proteste; ammoniti D’Alessandro e Del Peschio; angoli 2-3; recupero 1’ pt 0’ st; spettatori 150 circa; in corsivo i fuori quota

Le squadre a centrocampo prima del fischio d’inizio

Se il 5-0 di oggi sarà una rondine destinata a fare primavera, si vedrà domenica prossima a Fresagrandinaria: intanto la Marcianese si gode la cinquina rifilata al fanalino di coda Real Porta Palazzo, che scaccia l’aria di crisi e rilancia i rossoneri nella corsa a un posto per i play off.

Il cammino per conquistare gli spareggi per la Promozione però si è complicato e non poco: innanzitutto i lancianesi devono scavalcare il San Vito 83 e lo Scerni, oltre a scrollarsi di dosso lo Sporting San Salvo con cui sono appaiati; ma soprattutto devono ridurre a meno di 10 punti il distacco dalla seconda in classifica, che in questo momento è il Piazzano a 11 lunghezze.

Un’azione d’attacco dei padroni di casa in avvio di gara

Ad ogni modo per riagguantare i play off ci sono ancora otto turni di campionato, nei quali andranno ridotti al minimo distrazioni e cali di tensione. Nel frattempo la squadra festeggia il successo più largo della stagione, condito da cinque reti tutte di ottima fattura, a partire da quella che dopo pochi minuti sblocca il risultato: Di Martino si libera di un avversario con un tunnel, serve Aielli d’esterno che di tacco appoggia a Cianci, che di prima intenzione infila l’1-0.

Cianci è di nuovo attore-protagonista in occasione del raddoppio: lancio di Rullo per Aielli contrasto in area, irrompe Cianci che va al traversone dal fondo per Aielli che trasforma in gol con una mezza sforbiciata.

La linea difensiva lancianese con Di Martino, Rositi, Cianfarra e Morena

Nel frattempo i vastesi si erano fatti vedere un paio di volte dalle parti di Forlani con D’Adamo: al 6’, dopo una sgroppata di quasi mezzo campo, indirizza al centro un cross basso ravvicinato intercettato dal portiere; al 14’ sfiora il palo da 25 metri. Inoltre si registrano sui due fronti un paio di tiri-cross  dalla distanza insidiosi di Marchesani da un lato e Del Peschio dall’altro.

La Marcianese comunque rischia poco, e da parte giallonera l’unico altro tentativo del primo tempo è di Lizzi in area, deviato in angolo. Il Real Porta Palazzo resta pure in dieci per una decina di minuti dopo la mezzora per un infortunio a Marchesani. Intanto per i rossoneri si registrano una punizione di Rullo respinta da Di Biase, con Aielli che non è preciso sulla ribattuta, e due conclusioni al lato, di Del Peschio al 38’ e Aielli al 45’.

Cianfarra soccorso per l’infortunio che lo costringerà a uscire

A inizio ripresa i padroni di casa chiudono subito la gara, con Del Peschio che risfodera un gol “alla Del Peschio”: prende palla da fuori area, avanza e, tra un doppio passo e l’altro va a infilare la palla nell’angolino alla sinistra di Di Biase. Prima del raddoppio i vastesi impensieriscono la retroguardia rossonera con un’azione tambureggiante che non si concretizza, mentre all’8’ i padroni di casa calano il poker con un tacco sottoporta di Aielli, che conclude di fino un’azione personale di Del Peschio.

Del Peschio cerca la doppietta al 14’ con un tiro da centrocampo, ma Di Biase rientra in tempo tra i pali, e al 16’ quando, servito da Bah, entra in area e da sinistra non trova il secondo palo. Il Real al 22’ prova ad accorciare le distanze con un tiro da fuori area di Cieri, ma è la Marcianese che continua a essere pericolosa.

Una punizione calciata in area dal Real Porta Palazzo negli ultimi minuti

La gara si conclude al piccolo trotto, con la cinquina sfiorata da Di Piero: al 26’ con un tiro deviato da un difensore, e al 35’ quando, imbeccato con lancio da sinistra a destra di Marongiu, si incunea in area ma nel tu per tu ha la meglio il portiere.

A realizzare il pokerissimo alla fine è  Di Martino, che approfitta di un pallone perso al limite da Vino, allenatore-giocatore dei vastesi che è stato comunque uno dei migliori dei suoi. Il difensore rossonero, rientrato domenica scorsa dopo il brutto infortunio patito con Ortona alla Pista, mette a segno la sua prima rete stagionale con un bel pallonetto-cucchiaio, che per la quinta volta strappa applausi al pubblico del Biondi.

CLICCA QUI per risultati e classifica della ventitreesima giornata