L’Athletic Lanciano rimonta e sciupa il doppio vantaggio: Paglieta strappa il pari

ATHLETIC LANCIANO-PAGLIETA 3-3 (2-1)
DOMENICA 3 DICEMBRE 2017 – 14:30 – ENRICO ESPOSITO DI LANCIANO
Del Bello, Morena (33’ st L. Aielli), Casalanguida, Rota (37’ st Di Santo), Annecchini, Scopinaro, Verì, Fischio (43’ st Giancristofaro), Valbonesi (31’ st Rapino), Di Girolamo, S. Aielli. A disposizione: Giammarino, Di Lorenzo, Menna. Allenatore: Matteo Pasquini
Cinalli, Caldi, Povero, Di Campli, Di Florio, Cancellier, Romagnoli (23’ st Pece), Bevilacqua, Tundo, M. Bosco (46’ st Di Nella), Remigio (23’ st Iascio). A disposizione: Checchia, Di Nucci, Scaricaciottoli, Di Nella. Allenatore: Gianluca D’Onofrio
ARBITRO Lorenzo Vitelli di Vasto
RETI 16’ pt M. Bosco (P), 34’ pt Rota (A), 36’ pt e 26’ st S. Aielli (A), 27’ st Iascio (P), 34’ st Di Campli (P)
NOTE Ammonito Cancellier del Paglieta; angoli 4-0; recupero 0’ pt 4’ st




L’Athletic Lanciano non riesce a tornare al successo dopo i due ko consecutivi con le prime due della classe. I rossoneri vengono fermati in rimonta dal Paglieta, che conquista così il suo quinto risultato utile di fila dopo essere stato sotto di due reti. A passare in vantaggio erano stati però gli ospiti con Bosco, che servito in area da sinistra infila Del Bello con un diagonale sul secondo palo.

In precedenza i rossoneri erano invece andati vicino al gol al 5’ con Valbonesi, che pescato in area da Casalanguida aveva costretto Cinalli alla deviazione in corner, e al 14’ con una punizione di Di Girolamo a fil di palo. Il Paglieta si era fatto vedere al 9’ con tiro da 30 metri di Bosco bloccato da Del Bello.

Al 23’ i biancazzurri sfiorano il raddoppio: un rinvio lungo scavalca centrocampo e difesa, e arriva a Bosco che solo davanti al portiere conclude centralmente. L’Athletic cresce, e fa le prove generali del gol con Scopinaro che al 31’, che con un diagonale da fuori area chiama Cinalli alla respinta a pugni uniti.

Nel giro di due minuti i padroni di casa ribaltano il risultato: al 34’ una punizione di seconda viene toccata per Fischio, che in area trova la testa di Rota pronta alla deviazione vincente; due giri di lancette e Aielli intercetta un conclusione di Morena destinata a finire fuori, e beffa l’estremo ospite per la seconda volta.




Sul 2-1 l’Athletic vive il suo momento migliore, e a tratti schiaccia il Paglieta, ma senza capitalizzare questa supremazia territoriale in una gara per il resto abbastanza equilibrata. Anche al ritorno in campo si vede più Athletic che Paglieta, costretto a scoprirsi e a prestare il fianco alle ripartenze dei padroni di casa.

A metà ripresa l’undici di Pasquini sembra aver chiuso la partita: Aielli, lanciato da Di Girolamo, scappa sul filo del fuorigioco, e dal limite fa partire una staffilata che si infila sotto la traversa. Agli ospiti però basta un minuto per riaprire la gara, perché subito dopo Iascio, lasciato solo, batte l’incolpevole Del Bello con un tiro al volo da buona posizione.

Il Paglieta spinge sull’acceleratore, e al 28’ il portiere rossonero deve immolarsi su Povero, che dal margine dell’area piccola conclude a botta sicura. Il pari lo sigla Di Campli poco dopo la mezzora: quando si impossessa di un pallone respinto dalla difesa e con un bolide da fuori area non lascia scampo a Del Bello. La pressione finale dell’Athletic non produce grossi pensieri ai biancazzurri, che si arroccano a difesa del pari.

TUTTA LA TREDICESIMA GIORNATA
IL CALENDARIO DEL GIRONE B IN PDF