Lanciano sbanca Sambuceto, piegato il River Chieti

RIVER CHIETI 1 Napoli, De Marco (32’ st Iervese), Scariti, Febbo, Di Pasquale (24’ st Sacco), Colangelo, Ciarfella (43’ st Della Valle), Barbarossa, Antignani, Nannarone (29’ st Corti), Bassi (13’ st Rombini). A disposizione: Luciani, Ciccone, Di Primio, Cocci. Allenatore: Paolo D’Ercole
LANCIANO 4 Sinopoli, Quacquarelli (38’ st Trisi), De Santis, Avantaggiato (23’ st Petrone), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Verna (44’ st F. Malvone), La Selva, (37’ st Cianci) Di Gennaro (13’ st Tarquini), Petrone. A disposizione: Di Vincenzo, Giangiulio, Boccanera, Del Bello. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Amelii di Teramo
RETI 4’ pt Verna, 25’ pt Quintiliani, 16’ st Sardella, 18’ st autorete Quacquarelli, 48’ st Tarquini
NOTE ammoniti Verna, Febbo, De Marco; angoli 4-11; recupero 0’ pt 6’ st; spettatori 150 circa oltre cento dei quali ospiti




Il Lanciano comincia il 2019 espugnando Sambuceto, dove il River Chieti è costretto a ospitare la seconda giornata di ritorno del girone B di Promozione per motivi di ordine pubblico. I rossoneri, davanti a un pubblico composto per la maggior parte da tifosi frentani, si impongono 1-4 su una formazione che comunque resta in partita e lotta con determinazione fino all’ultimo. A chiudere definitivamente l’incontro è infatti una rete di Tarquini nel recupero, dopo che nella parte conclusiva della gara i rosanero cercano di segnare in tutti i modi il gol che potrebbe riaprire i giochi.

Gli ospiti spendono tanto, ma alla fine costruiscono di più e manovrano bene e con continuità, nonostante il terreno di gioco sconnesso. I lancianesi inoltre hanno la fortuna di passare subito in vantaggio, quando al 4’ la difesa “restituisce” a Sardella un calcio d’angolo: cross bis dell’esterno che viene allontanato di pugni da Napoli, e palla che sugli sviluppi dell’azione Di Gennaro riesce ad appoggiare a Verna per il tiro dal limite che vale lo 0-1.




La squadra di Del Grosso colleziona una serie di buone opportunità per il raddoppio. Al 6’ Napoli devia in corner un diagonale di Sardella, che poco dopo, servito in area da Di Gennaro, si destreggia ma non trova il bersaglio. Al 23’ il portiere rosanero tocca quanto basta per deviare un’altra conclusione di Sardella che termina un’incursione dalla sinistra. Al 23’ Verna, servito da Sardella, da due passi tira debolmente rendendo facile l’intervento di Napoli.

Lo 0-2 arriva al 25’ con Quintiliani, con l’ennesima azione che vede protagonista Sardella: lancio per La Selva che serve al numero 7 la palla buona per il raddoppio. Il River non sta a guardare, ma a differenza del Lanciano non riesce a giostrare con continuità né ad affondare negli ultimi metri, e quando arriva alla conclusione raramente trova lo specchio della porta.




Al 31’ è ancora Lanciano: imbucata di Di di Gennaro in area per La Selva che, contrastato da un difensore che ne smorza la conclusione, si vede intercettare il tiro da Napoli. La prima vera occasione dei chietini è al 35’: traversone da sinistra di Scariti per Antignani, che al volo non trova la porta. Sinopoli viene impegnato solo al 44’, da un tiro telefonato di Ciarfella. Nel frattempo però i rossoneri hanno anche la palla buona per il tris: angolo di Sardella, Quintiliani allunga la traiettoria fino al secondo palo, dove Di Gennaro spara alto praticamente a porta vuota.

Al ritorno in campo dopo l’intervallo il River è subito protagonista con Scariti: assolo sulla sinistra che si conclude con tiro da pochi metri e parata di Sinopoli; sulla ribattuta intercetta Antignani ma ci mette una pezza Quacquarelli, che sulla linea salva la rete. I frentani riprendono campo poco alla volta, e segnano ancora con Sardella, che se ne va di prepotenza sulla sinistra, scambia con Verna entrando in area, elude la marcatura e trova Napoli impreparato sul primo palo.




Due minuti dopo arriva però il gol del River: punizione da sinistra, Quacquarelli stavolta sbuccia il rinvio, e anziché liberare spinge la palla nella propria rete. La formazione di casa ci crede, cerca di aumentare la pressione ma lascia allo stesso tempo spazio al Lanciano in avanti. Così al 22’ i frentani vanno vicini al poker con Verna, la cui conclusione deviata da Napoli colpisce la traversa piena.

D’Ercole ridisegna una formazione più offensiva, ma gli avanti teatini producono ugualmente pochissimi spunti insidiosi negli ultimi metri: la palla-gol migliore è uno spiovente che al 36’ sbatte sulla traversa. Nel frattempo, nonostante la caparbietà del River, opportunità in serie arrivano dall’altro lato: al 28’ con La Selva fermato in scivolata da un difensore, e poco dopo con Verna che scarta Napoli ma perde il tempo per la conclusione.




Al 40’ una semirovesciata di Tarquini non trova la porta, ma lo stesso Tarquini ritrova la gioia del gol in pieno recupero, quando un traversone di Sardella taglia il campo da destra a sinistra, e sul secondo palo il centravanit si presenta puntuale all’appuntamento con la marcatura che chiude definitivamente l’incontro.

RISULTATI 19esima giornata (seconda di ritorno)
Bacigalupo Vasto Marina-Ovidiana Sulmona 2-1
Casalbordino-Fossacesia 1-1
Ortona-Fater Angelini 5-1
Passo Cordone-San Salvo 2-1
Piazzano-Val di Sangro rinviata
Raiano-Scafa Cast rinviata
River Chieti-Lanciano 1-4
Sant’Anna-Bucchianico rinviata
Villa 2015-Casolana 1-3

Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.