Marcianese Lanciano 2
San Vito 83 3

Forlani, Dushkaj, Morena, Rullo [C] (12’ st A. Cianci), Cianfarra [VC], Rositi, Noè (36’ st Bah), Carpineta, Aielli, Del Peschio, Troilo (12’ st Valentini). A disposizione: Veleno, F. Di Campli, Marongiu, Abate Chechile. Allenatore: Piero D’Orazio
M. Cianci, Toppeta, Perrucci [C], F. Catenaro (28’ st Sagarese), Iezzi (37’ st V. Catenaro), A. Catenaro [VC], Montebruno, Prince, Manneh (42’ st Bellucci), Legrady, Moretti. A disposizione: Badini, Lanci, Di Renzo, Bocconcella. Allenatore: Gianluca Staniscia
ARBITRO Federico Amelii di Teramo
RETI 6’ st Moretti, 21’ st Aielli, 44’ st Moretti, 47’ st Aielli, 50’ st A. Catenaro (rigore)
NOTE 49’ st espulso Cianfarra per fallo da ultimo uomo; ammonito Valentini; angoli 2-4; recupero 0’ pt 7’ st; spettatori 600 circa dei quali un centinaio ospiti; in corsivo i fuori quota

Da un lato un paio di leggerezze di troppo in difesa, dall’altro un pizzico di sfortuna che si aggiunge alla mancanza della giusta cattiveria sotto porta al momento debito: così la Marcianese incassa la seconda sconfitta al Biondi in due partite, stavolta per mano del San Vito 83 che piega i rossoneri al termine di un secondo tempo rocambolesco.

L’avvio di gara è di marca ospite, con un uscita di Forlani sui piedi di Manneh dopo 30 secondi e un tiro fuori di Moretti al 4’. I rossoneri guadagnano metri un po’ alla volta, e iniziano a farsi vedere dalle parti di Mario Cianci, ex di turno. La prima conclusione è un tiro di Troilo al 10’, che intercetta un pallone perso dalla difesa su pressione di Del Peschio e Aielli.

Le due squadre mentre si preparano a entrare in campo

I rossoneri cominciano a concretizzare: al 21’ assist al volo di Aielli per Del Peschio, che sempre al volo tira alto; due minuti dopo doppia doppia conclusione con Aielli che serve prima Del Peschio il cui tiro è respinto da Cianci, e poi con Carpineta anch’esso servito da Aielli che si è impadronito della ribattuta. Al 28’ è però pericolosissimo il San Vito: un lungo traversone di Montebruno dalla fascia attraversa l’area piccola senza che né Manneh né Moretti riescano a metterci la zampata decisiva.

Nella ripresa arrivano i fuochi d’artificio: li accende Moretti al 6’ di testa, deviando un cross su punizione. La Marcianese accusa il colpo dello 0-1, e un minuto dopo Rositi deve fermare Manneh in scivolata per evitare il raddoppio. I rossoneri però serrano presto le fila e vanno più volte vicini al pareggio: al 15’ Del Peschio con un traversone da destra serve Alex Cianci in area, che appoggia per Aielli che si vede il tiro respinto sulla linea; al 19’ traversa piena di Del Peschio.

Una punizione di Del Peschio sulla barriera

Il gol è nell’area e arriva al 21’, subito dopo una girata di Aielli bloccata da Cianci, e al termine di una bella azione corale: è Cianci che lancia Del Peschio, il quale crossa bene e teso per la testa di Aielli che firma il primo gol della Marcianese al Biondi. Subito dopo il pari i sanvitesi sfiorano il raddoppio: con Manneh servito da Moretti al 23’, e un minuto dopo con Moretti che intercetta un rinvio sbagliato e tira fuori da buona posizione.

Al 31’ manca di nuovo la fortuna ai rossoneri quando Aielli colpisce il palo, ma al 38’ è clamorosa la palla gol fallita da Del Peschio, che conquista un pallone in area, evita portiere e difensore, e davanti alla porta si vede intercettare la conclusione da Perrucci in spaccata.

Nei minuti finali succede di tutto: al 44’ Morena batte un fallo laterale per Forlani, che inciampa e si ritrova alle spalle Moretti che si è appena rialzata dopo un attacco di crampi, e deve solo appoggiare in fondo al sacco l’1-2. Dall’altro lato arriva il pasticcio della difesa biancazzurra, che permette ad Aielli di segnare il secondo pareggio con un pallonetto dalla distanza.


Il rigore decisivo trasformato da Andrea Catenaro

 

A decidere la partita è il “contropasticcio” della difesa di casa che costa anche l’espulsione a Cianfarra, uno dei migliori in campo, costretto al fallo da ultimo uomo al 49’. Amelii indica il dischetto e di calciare il rigore si incarica Andrea Catenaro, presidente-giocatore sanvitese cresciuto nelle giovanili rossonere, e che al Biondi aveva esordito in C1 quando Fabrizio Castori sedeva sulla panchina del Lanciano: Forlani intuisce, ma il tiro fa la barba al palo ed entra in porta.

La Marcianese perde così l’occasione di agganciare la zona degli spareggi promozione; mentre il San Vito 83, che strappa la terza vittoria esterna stagionale, si ritrova più vicino ai play off che ai play out.

I giocatori sanvitesi festeggiano coi tifosi sistemati nella tribuna nord