Sei reti a Tollo: Lanciano sempre più vicino alla Promozione

Il rigore trasformato da Tarquini al 33’

TOLLESE-LANCIANO 0-6 (0-3)
SABATO 14 APRILE 2018 – 16:00 – GIGINO DI PILLO DI TOLLO
S. Tancredi, Leve, Ruggieri, Lombardini, Spoltore, Aquila (16’ st Cavuto), Di Muzio, Castellani (40’ st Berisha), Scarinci (18’ st Di Ludovico), Cicchitti (1’ st A. Tancredi), Gningue. A disposizione: Savino, Berisha, Bottari, Salvatore. Allenatore: Massimo La Barba
Di Vincenzo, Boccanera (24’ st De Santis), Shipple (20’ st Giancrisofaro), Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone (30’ st Rullo), Tarquini, Di Gennaro (13’ st Cianci), Sardella (38’ st Vitali). A disposizione: Bucceroni, Val. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Ludovico Esposito di Pescara
RETI 20’ pt Shipple, 33’ Tarquini (rigore), 41’ pt Natalini, 12’ st Tarquini, 28’ st e 36’ st Cianci
NOTE Ammoniti Cicchitti, Leve e A. Tancredi della Tollese; angoli 4-11; recupero 5’ pt 0’ st; spettatori 250 circa




Il Lanciano conquista senza problemi quella che potrebbe essere la vittoria decisiva per portare i rossoneri in Promozione: la squadra di Alessandro Del Grosso espugna Tollo con un tennistico 0-6 e si porta a +10 sull’Atessa Mario Tano, che domenica all’Esposito affronta l’Athletic Lanciano. Se gli atessani vincono o pareggiano alla Pista, accorciando quindi a -7 o -9 dalla capolista, la festa lancianese è però rimandata a domenica prossima.

A rallentare la corsa dei lancianesi potrebbe essere inoltre il possibile ricorso della Tollese: il capitano di casa, Cicchitti, al 28’ è rimasto stordito da un petardo fatto esplodere dai tifosi ospiti, e pur rimanendo in campo fino al 45’, durante l’intervallo è stato sostituito e portato in ospedale. Se il club biancorosso chiederà il 3-0 a tavolino, sulla questione dovrà presentarsi il giudice sportivo.

Un’azione offensiva impostata da Boccanera

Ad ogni modo, la partita del Di Pillo non ha avuto storia o quasi. L’avvio di gara infatti è equilibrato, con i padroni di casa che per primi creano occasioni da rete: al 2’ corner da destra di Cicchitti e incornata di Spoltore di poco sopra la traversa. Al 16’ angolo dall’altro lato e rinvio svirgolato di Quintiliani, che si alza a campanile e ricadendo sbatte quasi sulla linea di porta.

Dal quarto d’ora però in campo c’è solo il Lanciano, che manovra costantemente nella metà campo biancorossa. Al 17’ Quintiliani vince un contrasto e serve Di Gennaro che lancia Sardella, il quale si invola sulla fascia e dal fondo crossa proprio per Quintiliani, contrastato nell’area piccola dal portiere tollese. Al 19’ è Tarquini che ci prova di testa su angolo di Shipple, ma la palla è alta.



Al 20’ vantaggio ospite: Sardella dalla bandierina anziché crossare appoggia a Shipple, che dal limite, complice una deviazione della difesa, beffa Tancredi. Al 22’, dopo uno scambio con Petrone, Di Gennaro imbecca Sardella in area, ma il suo stop a seguire di testa porta la palla direttamente tra le braccia del portiere.

Al 24’ e al 25’ ci provano dalla distanza senza fortuna prima Sardella e poi Petrone, mentre al 33’ arriva il raddoppio di Tarquini dagli undici metri, per un rigore causato da un fallo di Leve su Di Gennaro. Al 38’ Sardella ci prova direttamente dalla bandierina, sfiorando la traversa, mentre l’angolo battuto al 41’ trova Natalini pronto all’inzuccata vincente che fissa il risultato sullo 0-3.

Tarquini festeggiato dai comagni di squadra dopo lo 0-2

La ripresa comincia con una buona occasione per Quintiliani, servito in area da Avantaggiato, ma da posizione defilata il numero 7 rossonero non trova l’angolino buono sul secondo palo. Al 12’ Tarquini firma il poker ribattendo in rete una palla non trattenuta da Tancredi su conclusione di Sardella.

Sono sempre Sardella e Tarquini a tentare la via della rete nei minuti successivi, prima che al 23’ arrivi una nuova occasione della Tollese, sempre con Spoltore che, su calcio d’angolo, non trova la porta di testa.



L’ingresso di Cianci per Di Gennaro rinvigorisce la manovra offensiva, e proprio Cianci firma gli ultimi due gol: al 28’ intercetta un lancio di Petrone, evita Ruggieri e trova l’angolino alla sinistra di Tancredi; al 36’ approfitta di un rilancio di Scudieri dalla propria metà campo, scappa sul filo del fuorigioco, e trova la sesta rete con un pallonetto.

Nel frattempo al 35’ c’era stato anche lavoro per Di Vincenzo, chiamato a deviare oltre la traversa un tiro dal limite di Di Muzio che concludeva un’azione di contropiede. Prima del novantesimo invece il Lanciano ha ancora la possibilità di andare in rete: al 40’ con Cianci che, dopo un velo di Tarquini, non trova la porta da pochi passi, e al 44’ con Rullo che dal limite conclude centralmente.

IL CALENDARIO IN FORMATO PDF

TUTTA LA XXVII GIORNATA