Il Lanciano batte anche lo Spoltore e mantiene l’imbattibilità estiva

LANCIANO 2 (4-3-3) Di Vincenzo; Boccanera (22’ st E. Zela), Scudieri (14’ st Giancristofaro), Natalini, Quacquarelli (10’ De Santis); Petrone (9’ st Verna), Avantaggiato (26’ st D. Zela), Quintiliani (25’ st La Morgia); Sardella (12’ st Cianci), Tarquini (23’ st F. Malvone), La Selva (17’ st Shipple). Allenatore: Alessandro Del Grosso
SPOLTORE 0 (3-4-3) D’Ettorre; Di Sabatino (26’ st Sichetti), Mbodj (14’ st Nuevo), Zanetti (22’ st Pompa); D’Intino (14’ st Ewansiha), Palusci (14’ st Di Flaviano), Di Camillo (26’ st Sborgia), Di Pentima (22’ st Gobbo); Cabanyes (26’ st Buonafortuna), Ranieri (7’ st Titi Sanz), Bodoni (12’ st Grassi). Allenatore: Donato Ronci
RETI 14’ st Verna, 20’ st Shipple
ARBITRO Cancelli del Csi Lanciano con i segnalinee D’Ovidio e Montefusco
NOTE angoli 6-4; nessun recupero; spettatori 130 circa




Il Lanciano supera a pieni voti anche l’esame Spoltore, club di Eccellenza fortemente rinnovata rispetto alla scorsa stagione, ma che ha dimostrato di muoversi già molto bene in campo secondo l’impronta del proprio tecnico. A spezzare l’equilibrio di una gara equilibrata e ben giocata da entrambe le formazioni è stata una leggerezza difensiva degli ospiti nella ripresa: Mbodj tenta il dribbling su Tarquini, che gli strappa la palla e serve Verna, appena entrato, che a tu per tu ha la meglio su D’Ettorre.

Poco dopo raddoppia Shipple, rimasto fuori nelle precedenti amichevoli perché non al meglio: Del Grosso lo schiera esterno destro nel tridente, e da qui conclude un’azione personale accentrandosi e beffando il portiere spoltorese di sinistro. In precedenza, a inizio ripresa, era stato proprio Mbodj a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa su corner al 4’, non trovando però la porta.

Lanciano e Spoltore a centrocampo prima del fischio d’inizio

Nel primo tempo invece le occasioni migliori erano state una conclusione centrale di Sardella bloccata da D’Ettorre all’8’, una punizione a giro di Bodoni alta al 21’, e un paio di combinazioni in velocità che hanno portato vicino al gol il Lanciano al 35’ e al 38’: prima Petrone, lanciato dal Boccanera, crossa dal fondo per Tarquini che non inquadra la porta di testa; poi la difesa ospite intercetta una conclusione insidiosa di Sardella dopo una scambio con Tarquini.

Nel secondo tempo lo Spoltore tiene il baricentro più alto rispetto ai padroni di casa, ma i rossoneri coprono bene gli spazi. Quando è chiamato in causa Di Vincenzo si fa trovare sempre pronto, in particolare al 24’ per bloccare un tiro forte e centrale di Titi Sanz. Quintiliani invece si divora il tris al 25’, quando a tu per tu col portiere accorcia troppo il pallonetto.




IL CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI DEL LANCIANO




Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.