Il Lanciano cambia marcia nella ripresa e piega il Sant’Anna: rossoneri primi da soli a punteggio pieno


LANCIANO 3 Perri, Boccanera, Quacquarelli (35’ st De Santis), Avantaggiato (10’ st Petrone), Scudieri, Natalini, Quintiliani, Verna (42’ st Cianci), Tarquini (24’ pt Di Gennaro), La Selva, Shipple (23’ st Sardella). A disposizione: Di Vincenzo, Kossiakov, Trisi, Mastronardi. Allenatore: Alessandro Del Grosso.
SANT’ANNA 0 Muscato, Tacconelli, Costantini (42’ st Zuccarini), Di Primio, Desiderio, Santarelli (17’ st Djouf), Di Pompeo, Donatucci, Orsini (25’ st Menganna), Fasciani (24’ st La Torre), Colecchia (29’ st Torsellini). A disposizione: Pedrescu, Perinelli, Di Turi, Sciscente. Allenatore-giocatore: Roberto Santarelli.
ARBITRO Di Monteodorisio di Vasto (segnalinee Capirchio e Di Nisio)
RETI 17’ st Quintiliani (rigore), 29’ st Sardella, 41’ st La Selva
NOTE 40’ st annullato un gol a Di Gennaro per fuorigioco; ammoniti Di Pompeo, Di Primio e La Torre del Sant’Anna; angoli 8-1; recupero 3’ pt 3’ st; spettatori 300 circa




Primo tempo sotto tono e ripresa finalmente “da Lanciano”: ai rossoneri servono 45’ di rodaggio per giocare come avevano fatto finora, e avere ragione di un Sant’Anna che al Biondi non ha affatto sfigurato. I chietini hanno anzi dimostrato di meritare il terzo posto conquistato dopo i primi turni, ma nella ripresa si sono dovuti arrendere a una squadra più attrezzata, che comunque ha avuto bisogno di un calcio di rigore per sbloccare il risultato.

Tuttavia va anche detto che, se si è andati al riposo a reti inviolate, un grosso merito va al portiere ospite: prima dell’intervallo Muscato è stato infatti decisivo in almeno tre occasioni. Dopo 25 minuti piatti, il primo lampo arriva con Verna, servito da Di Gennaro, che da due passi leggermente defilato sulla destra chiama Muscato alla non facile deviazione in corner. Dalla bandierina Shipple trova la testa di Quintiliani, che sotto rete non riesce a indirizzare in rete.

Nel frattempo Del Grosso perde Tarquini: il centravanti al 19’ tenta di prendere una palla di testa in area, ma trova il tentativo di rovesciata di un difensore e si prende una brutta pedata in faccia. La botta alla mandibola costringe il calciatore frentano a ricorrere ai controlli del pronto soccorso.

I biancorossi a tratti costringono il Lanciano sulla difensiva, anche se si fanno vedere in attacco solo con qualche conclusione fuori dallo specchio. Quella più pericolosa è di Fasciani, che al 32’ da trenta metri su punizione lambisce il palo alla sinistra di Perri.




Al 39’ il Lanciano si accende: Quintiliani fa partire l’azione che prosegue con Di Gennaro e quindi Shipple, si inserisce lo stesso Quintiliani che da sinistra, a tu per tu con Muscato, non trova l’angolino sul secondo palo. Al 41’ Shipple, servito da Di Gennaro, vince un rimpallo e va al tiro che finisce alto.

Al 44’ Di Gennaro raccoglie un tiro smorzato di Quintiliani, controlla e conclude dall’altezza del dischetto, ma l’estremo ospite stavolta è superlativo. Un minuto dopo Muscato nega invece la gioia del gol a Quintiliani. Ed è questo il Lanciano che si rivede dopo l’intervallo, anche più determinato: i rossoneri iniziano a fare seriamente la partita, e schiacciano il Sant’Anna.

La difesa biancorossa è però ordinata, occupa bene le retrovie e i rossoneri sono costretti al possesso palla prolungato prima di tentare l’affondo. Al 4’ è buono quello di Quintiliani, che crossa per di Gennaro che però di testa non trova la porta. al 5’ La Selva da destra centra il sette sul primo palo, ma anche stavolta c’è la mano di Muscato che dice no.

L’episodio decisivo arriva al 16’: azione sull’asse Di Gennaro-Quintiliani-Shipple, con quest’ultimo che s’invola verso la rete e viene atterrato in area. Dal dischetto Quintiliani spiazza il portiere, firmando così la rete che cambia il volto alla partita. I chietini sono infatti costretti ad aprirsi, e il Lanciano può far valere da un lato le proprie capacità difensive, e dall’altro la rapidità nelle ripartenze.




Alla mezzora Sardella, da poco entrato, se ne va di prepotenza dalla tre quarti, arriva in area e segna il raddoppio. A 5’ dal novantesimo Di Gennaro si vede annullare un gol per fuorigioco. Un minuto dopo La Selva conclude in gol un’azione partita da Quintiliani e proseguita da Sardella, che guadagna il fondo sulla sinistra e imbecca il 10 rossonero pronto all’appuntamento col suo quinto gol stagionale.

Grazie al pari interno del San Salvo, fermato in casa dalla Bacigalupo, i frentani sono così primi in classifica da soli per la prima volta in questo campionato: domenica, per continuare la marcia in testa, la squadra di Del Grosso è attesa dalla trasferta a Guardiagrele contro il Bucchianico.

Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.