I capocannonieri rossoneri Cianci e Sardella in sala stampa nel post partita

Nel dopo gara di Lanciano-Tre Ville vetrina per Lorenzo Sardella e Alex Cianci, che con le reti mese a segno oggi avanzano in classifica marcatori e consolidano le rispettive posizioni di capocannoniere e vicecapocannoniere della formazione allenata da Alessandro Del Grosso.

Alex Cianci e Lorenzo Sardella in sala stampa dopo la partita

«Le loro linee erano molto strette ed arretrate, raddoppiavano e triplicavano la marcatura quasi sempre», dichiara Sardella, «inoltre in molte zone del campo marcavano a uomo, ma al di là di tutto questo diciamo che ci abbiamo messo anche e soprattutto del nostro facendo degli errori che non vanno assolutamente bene».




Nel corso dei novanta minuti i due sono stati spesso invertiti da Del Grosso: «Sì, abbiamo caratteristiche simili», spiega Cianci, «ed entrambi possiamo giocare sia a sinistra che a destra in maniera indifferente: è una carta che possiamo giocarci per mettere in difficoltà l’avversario». Vi sentite un po’ il futuro del Lanciano? «Lo speriamo», rispondono in coro i due attaccanti rossoneri, «chiunque vorrebbe rimanere il più a lungo possibile in una piazza del genere».

Sardella festeggiato da Filippo Boccanera e Cianci dopo il gol


Per Cianci tra l’altro questo è il secondo anno in rossonero dopo l’approdo alla Marcianese nel dicembre scorso: «Il balzo c’è stato ed è stato abbastanza importante, però devo dire di aver vissuto delle situazioni simili quando giocavo nelle giovanili, sia a Lanciano sia altrove», afferma l’esterno, «ora sinceramente sto bene e la fase dell’ambientamento è passata da un pezzo».




Sardella chiosa su un pizzico di nervosismo che ha caratterizzato alcuni tratti della gara: «Ci sono stati vari colpi a palla lontana che non ci sono piaciuti, delle scorrettezze che non fanno parte del gioco e sono assolutamente inutili», spiega, «purtroppo però non possiamo farci niente, e dobbiamo evitare nelle prossime volte di scadere in inutili nervosismi».

L’ARTICOLO SU LANCIANO-TRE VILLE
TUTTA LA DECIMA GIORNATA
SCARICA IL CALENDARIO IN PDF

Il capocannoniere Del Peschio segna da 8 partite: Sardella, Di Nardo e Vasiu inseguono a -4

Antonio Del Peschio non perde colpi: il bomber della Virtus Ortona segna il gol decisivo che nella ripresa regala il successo ai gialloverdi, e mantiene invariate le 4 reti di distacco dagli inseguitori nella classifica marcatori.

Con il gol di oggi, Del Peschio va a rete da otto giornate consecutive, dopo aver segnato anche nella gara d’esordio al Biondi: praticamente è rimasto a secco solo nella seconda giornata, quando gli ortonesi sono stati sconfitti in casa 0-1 dall’Atessa Mario Tano.

Scudieri abbraccia Sardella dopo il secondo gol del Lanciano al Tre Ville

Nella classifica marcatori alle spalle di Del Peschio c’è un terzetto composto dall’orsognese Simone Di Nardo, Lorenzo Sardella del Lanciano e Admir Vasiu, tornato al gol nell’anticipo di sabato e autore della sua terza doppietta stagionale.

L’attaccante albanese ha segnato una delle tre doppiette di giornata: le altre due sono dell’atessano Ammar Barry e di Simone Aielli dell’Athletic Lanciano, che si è sbloccato appena sette giorni fa con un altro doppio centro.



CLASSIFICA MARCATORI
12 reti Del Peschio [4 rigori] (Virtus Ortona)
8 Sardella (Lanciano); Di Nardo [1] (Orsogna); Vasiu [1] (Vasto Marina)
7 Barry e Del Roio (Atessa Mario Tano); Cianci (Lanciano)
6 Sciarrino [2] (Atessa Mario Tano)
5 Verì (Athletic Lanciano); Quintiliani (Lanciano); Sferrella (Orsogna); Farina (Scerni); Di Vito [3] (Vasto Marina)
4 S. Aielli e Rapino (Athletic Lanciano); Di Gennaro, Natalini e Tarquini [1] (Lanciano); Manneh e Pasquini (San Vito 83)
3 Manzone (Atessa Mario Tano); Di Girolamo [1] (Athletic Lanciano); Luciano e Mirolli (Atletico Cupello); Gius. Tracchia [1] (Fresa); Barone (Orsogna) D’Eusanio (Tollese); Samba (Trigno Celenza); Ranalli (Virtus Ortona)
2 Venditti (Atessa Mario Tano); Valbonesi (Athletic Lanciano); Marino e Ruzzi (Atletico Cupello); Shipple (Lanciano); Di Meco, Pierantoni (Orsogna); Di Campli [1] (Paglieta); S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Moretti (San Vito 83); Erragh, Ferrazzo e Pomponio (Scerni); Kossiakov e D’Ovidio (Tre Ville); D’Adamo, Di Gennaro e Natarelli (Vasto Marina); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Djolo, Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Fischio e Scopinaro (Athletic Lanciano); Costantini e Zara (Atletico Cupello); C. Di Laudo e Portellini (Fresa); Giancristofaro, Petrone, Scudieri e Vitali (Lanciano); Iarlori, Luciano e Valentini (Orsogna); Bevilacqua, M. Bosco, Di Paolo, Iascio e Tundo (Paglieta); Battista, A. Farina e Orlando (Roccaspinalveti); Perrucci (San Vito 83); Ciancaglini, Mar. D’Ercole, Ferrante, Lupo e Orunesu (Scerni); Kiss, Piemonte, Scarinci e Spoltore (Tollese); Campitelli, Di Pendima [1], Memmo e Tritapepe (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco, Manneh, Piedigrosso e G. Serafini (Trigno Celenza); Letto, Nocciolino e Travaglini (Vasto Marina); D’Alessandro, Giammarino e Leone (Virtus Ortona)

L’esultanza di Cianci oggi al Biondi dopo il suo settimo gol stagionale

PLURIMARCATURE
3 Quadriplette:  Rapino (Athletic Lanciano), Cianci (Lanciano), Di Nardo (Orsogna)
2 Triplette: Sciarrino (Atessa Mario Tano), Del Peschio (Virtus Ortona)
19 Doppiette: 3 Vasiu (Vasto Marina); 2 Barry (Atessa Mario Tano), S. Aielli (Athletic Lanciano) e Sardella (Lanciano); 1 Del Roio e Venditti (Atessa Mario Tano), Mirolli (Atletico Cupello), Di Gennaro, Quintiliani, Shipple e Tarquini (Lanciano), Sferrella (Orsogna); Moretti (San Vito 83), Erragh (Scerni), Samba (Trigno Celenza), Di Vito (Vasto Marina), Del Peschio (Virtus Ortona)

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF
TUTTA LA NONA GIORNATA

Lanciano, quattro reti al Tre Ville per tenere a distanza l’Atessa

LANCIANO-TRE VILLE 4-0 (1-0)
DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017 – 14:30 – GUIDO BIONDI DI LANCIANO
Rossetti, Boccanera, Giancristofaro, Quintiliani, Scudieri, Natalini, Shipple (37’ Rullo), Petrone (41’ st La Morgia), Cianci, Di Gennaro (23’ st Tarquini), Sardella (14’ st Val). A disposizione: Di Vincenzo, Zela, De Rentiis. Allenatore: Alessandro Del Grosso
De Julis, Kossiakov, Marfisi, Mezzanello, Di Campli, Bettoli, D’Intino (23’ pt Peri), Romano (43’ Ciancio), Memmo (40’ st Chirurgi), D’Ovidio (25’ st Primomo), Tritapepe (37’ st Pagnotta). A disposizione: Di Pendima, Bomba. Allenatore: Antonio Bucci
ARBITRO Ennio Torricella di Vasto
RETI 41’ pt autorete Marfisi, 12’ st Sardella, 35’ st Cianci, 39’ st autorete Bettoli
NOTE Ammoniti Scudieri e Quintiliani del Lanciano, Primomo del Tre Ville; angoli 5-0; recupero 2’ pt 0’ st; spettatori 600 circa

Lorenzo Sardella

Serve un’autorete al Lanciano per sbloccare a fine primo tempo il risultato contro un Tre Ville combattivo e ben abbottonato, anche se la squadra di Bucci si giova anche di una partenza decisamente sottotono dei rossoneri, e della cattiva mira degli attaccanti che si divorano un paio di gol fatti.

Fatto sta che la formazione di Del Grosso ci mette un po’ a carburare, come già avvenuto in altre occasioni con avversari sulla carta più abbordabili. Le prime due occasioni sono addirittura degli ospiti, con conclusioni fuori dallo specchio di D’Intino al 2’ e al 6’.




Al 6’ però c’è anche la prima palla-gol gettata alle ortiche da Di Gennaro: liscio della difesa e da due passi il capitano spara fuori. Al 16’ De Julis in uscita sbatte su Marfisi, la palla finisce sui piedi di Sardella che sfiora il palo. Sull’altro fronte al 17’ una punizione di Marfisi centrale viene bloccata facilmente da Rossetti.

Intorno alla mezzora il Lanciano inizia a essere arrembante, e schiaccia il Tre Ville. Su un disimpegno errato al 26’ Cianci si trova il pallone tra i piedi, ma manda alto dal limite dell’area piccola. Un minuto dopo un corner di Sardella impatta direttamente sull’incrocio dei pali, pallone a di Quintiliani e parata da De Julis, e ulteriore tap in di Scudieri respinto da un difensore.

Filippo Boccanera

Al 29’ De Julis si oppone a Shipple al termine di un’azione personale della mezzala rossonera, e un minuto dopo è Cianci a fare la barba al palo. Il vantaggio arriva al 41’: azione ancora di Cianci sulla destra, cross basso e sfortunata deviazione di Marfisi che inganna il proprio portiere.

Due minuti prima del riposo il Lanciano manca il raddoppio con due azioni speculari: Sardella entra in area sulla sinistra e serve Cianci che a porta vuota spedisce sopra la traversa; subito dopo azione di Cianci da destra, che appoggia a Sardella e legno trasversale colpito in pieno.




Nella ripresa il Lanciano torna in campo più pimpante e, come spesso accade, si giova di una maggiore forma fisica. Dopo un tiro di Petrone dal limite e una punizione fuori bersaglio di Quintiliani, arriva il raddoppio firmato da Sardella: Petrone imposta per Cianci, che con un bel passaggio filtrante imbocca Sardella che va a firmare il 2-0.

Dopo un altro paio di conclusioni che non trovano lo specchio e un paio di parate di De Julis, arriva il tris: lo sigla Cianci ispirato da Petrone. A fissare il risultato è la seconda autorete della giornata, oltre che del campionato, nata da un malinteso del portiere gialloverde con Bettoli, sul quale De Julis rinvia facendo rimpallare la palla in rete.

Alex Cianci

Va così in archivio la nona vittoria stagionale del Lanciano, che tiene a -3 l’Atessa Mario Tano e si prepara alla stracittadina in programma nel prossimo turno di campionato: a breve sarà decisa la sede del derby, che potrebbe essere anche lo stadio Biondi.

TUTTA LA DECIMA GIORNATA

SCARICA IL CALENDARIO IN PDF

Alex Cianci, uomo-partita a Cupello: «Con questa maglia emozioni indimenticabili»

«Sono felicissimo in primis della vittoria, poi della rete, anche perché esultare sotto tutti questi tifosi è un qualcosa di indimenticabile specie per me che sono lancianese»: Alex Cianci, autore del gol vittoria a Cupello, trattiene a fatica l’emozione nel commentare la partita odierna e la stagione che sta vivendo.




«Cerco di farmi trovare sempre pronto a prescindere delle scelte dell’allenatore», spiega l’attaccante rossonero, «è da quando sono bambino che sogno di giocare nel Lanciano, ora che sta accadendo voglio godermi a pieno tutti i momenti e cogliere al meglio tutte le opportunità che mi vengono offerte».

La corsa di Alex Cianci sotto il settore ospiti dopo il gol

L’esterno classe ’97 si sofferma poi sul match e sulle difficoltà trovate dal Lanciano: «Vanno riconosciuti i meriti degli avversari, soprattutto del portiere che oggi era in giornata di grazia e non ci ha permesso di passare in vantaggio prima», sottolinea Cianci, «sapevamo che sarebbe stata una partita difficile da affrontare, ma l’importante era portare a casa i tre punti».




«Tra l’anno scorso e quest’anno», conclude l’ex Marcianese, «ci sono differenze abbastanza importanti: in questa stagione si è fatto un salto di qualità sotto tutti i punti di vista sia a livello personale sia a livello di squadra e di società: si lavora con costanza e serietà, ed io spero di poter continuare ad essere all’altezza di questa maglia ancora a lungo».

ARTICOLO SU ATLETICO CUPELLO-LANCIANO
TUTTA LA NONA GIORNATA
IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF

Il gol vittoria del #Lanciano segnato da @alexcianci97 a #Cupello || 🎥immagini di @lancianoreporter || #LancianoCalcio #Lanciano1920

Un post condiviso da Lancianosport (@lancianosport) in data:

Un lampo di Cianci sfonda il muro dell’Atletico: 0-1 del Lanciano a Cupello

Lo striscione per ricordare Ezio Angelucci esposto dai tifosi lancianesi

ATLETICO CUPELLO-LANCIANO 0-1 (0-0)
DOMENICA 5 NOVEMBRE 2017 – 14:30 – COMUNALE DI CUPELLO
Mainardi, Del Bonifro (46’ st Colaiacovo), Scafetta (18’ st Ciccarelli), Ottaviano, Fiermonte, Ruzzi, Mirolli, Argirò, Costantini (28’ st Ivanovici), Luciano, Forte (33’ st M. Marchesani). A disposizione: Berardi, Antenucci, Buda. Allenatore: Loris Carbonelli
Di Vincenzo, Boccanera (46’ st Rullo), Giancristofaro, Quintiliani, Scudieri, Natalini, Val (18’ st Cianci), Petrone, Shipple, Di Gennaro, Sardella. A disposizione: Rossetti, Nativio, Zela, De Rentiis, La Morgia. Allenatore: Alessandro Del Grosso
ARBITRO Giorgio D’Agnillo di Vasto
RETE 35’ st Cianci
NOTE Ammoniti Ruzzi dell’Atletico Cupello e Cianci del Lanciano; angoli 4-5; recupero 0’ pt 4’ st; spettatori 350 circa in larga maggioranza ospiti

Di Gennaro tenta di districarsi fra due avversari

Il Lanciano gioca, costruisce e ci prova, ma conquista la vittoria solo a 10’ dal termine grazie a un lampo di Alex Cianci, entrato a secondo tempo in corso. Se la partita ha rischiato di finire a reti inviolate, il merito è stato soprattutto di un Atletico Cupello ben messo in campo e ottimamente organizzato.

Del Grosso conferma il solito 4-3-3, preferendo Shipple a Cianci nel tridente offensivo e inserendo Giancristofaro in difesa. Dall’altro lato Carbonelli utilizza un modulo quasi speculare, che però in fase difensiva è il 4-5-1 con il quale i rossoblù si dispongono per quasi tutta la gara, con Costantini terminale offensivo fisso.




Gli ospiti sono da subito padroni del campo. Le conclusioni migliori nei primi minuti sono di Sardella, ispirato da Di Gennaro, che manda sull’esterno della rete; di Shipple, pescato in area da Petrone al 16’, che chiama Mainardi alla respinta.

Le occasioni per passare in vantaggio non mancano nella frazione di gioco iniziale, ma qualche volta i rossoneri difettano in determinazione sotto porta, soprattutto a ridosso del riposo, e altre olte trovano sulla propria strada un Mainardi in grande spolvero.

Sardella contrastato da Forte

L’Atletico ad ogni modo non sta a guardare. Chiude gli spazi nelle retrovie ma quando può tenta l’affondo: al 22’ su un pallone perso in fase di impostazione dialogano Ottaviano e Costantini, con quest’ultimo che conclude centralmente. Al 26’ bel tiro di Sardella al volo sopra la traversa, e un minuto dopo sull’altro fronte Luciano chiama nuovamente Di Vincenzo a una parata centrale.

Poco prima dell’intervallo, come detto, gli ospiti hanno le palle gol migliori. Al 43’ Di Gennaro in area serve Boccanera, che pressato trova lo spiraglio ma anche Mainardi pronto all’intervento; subito dopo Di Gennaro è clamorosamente solo, ma spara sul portiere; al 45’ Shipple ci prova due volte: prima approfittando della palla che gli arriva grazie a un liscio difensivo, e poi pressato dalla difesa, ma non riesce a finalizzare al meglio.




Si rientra negli spogliatoi con i rossoneri che per la seconda volta in questo campionato non sono riusciti a sbloccare il risultato (l’altra è stata a Vasto), e soprattutto per la prima volta hanno battuto meno corner degli avversari: 2-1 è infatti il parziale dei tiri dalla bandierina all’intervallo.

L’avvio di ripresa non è granché: Lanciano fatica a riprendere il bandolo della matassa e l’Atletico è sempre attento. Dopo un quarto d’ora equilibrato, l’undici di Del Grosso si riaccende con un’azione manovrata conclusa da Shipple, con Mainardi che mette in angolo; sul corner conseguente il portiere di casa para a terra un’inzuccata di Quintiliani.

La corsa di Cianci sotto il settore rossonero dopo il gol

La squadra cresce, e ricomincia ad aggredire e a macinare. Al 32’ si registra una buona opportunità per Shipple, che sfrutta un velo di Di Gennaro ma non trova li primo palo. Poi arriva il gol partita di Cianci: traversone di Boccanera, traversa piena di Sardella, e palla a Cianci che trafigge Mainardi e regala tre punti preziosissimi al Lanciano.

L’Atletico non si rassegna, ma il Lanciano è bravo a coprirsi quando deve, e in contropiede prova a chiudere la partita. Degna di nota è l’azione personale di Shipple al ridosso del novantesimo: parte palla al piede da centrocampo e arriva a concludere con un rasoterra. Alla fine festa grande con i tifosi rossoneri per la vittoria che tiene a -3 l’Atessa corsara oggi a Fresagrandinaria.

TUTTA LA NONA GIORNATA

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF

Del Peschio prende il largo nella classifica marcatori

Nove come il numero di maglia che porta: tanti sono i gol messi a segno finora da Antonio Del Peschio, che nella classifica marcatori della settima giornata stacca tutti. Il centravanti della Virtus Ortona nel “derby gialloverde” del girone, disputato sabato a Mozzagrogna, ha realizzato una tripletta, la prima che si registra quest’anno del raggruppamento B di Prima Categoria.

Antonio Del Peschio, capocannoniere del girone B

L’ex attaccante della Marcianese distanzia così di 3 lunghezze la seconda piazza nella graduatoria dei bomber, dove il lancianese Sardella raggiunge Vasiu del Vasto Marina a quota 6. Il balzo in avanti più consistente lo fa comunque un altro lancianese, Cianci, autore della seconda quadripletta della stagione dopo quella di Rapino dell’Athletic Lanciano. Nel conteggio delle plurimarcature entrano infine altre due doppiette: una l’ha realizzata il capitano del Lanciano Di Gennaro, e l’altra Barry dell’Atessa Mario Tano.



CLASSIFICA MARCATORI
9 reti Del Peschio [4 rigori] (Virtus Ortona)
6 Sardella (Lanciano); Vasiu [1] (Vasto Marina)
5 Del Roio (Atessa Mario Tano)
4 Rapino e Verì (Athletic Lanciano); Cianci, Natalini e Tarquini [1] (Lanciano); Farina (Scerni); Di Vito [3] (Vasto Marina)
3
 Barry e Manzone (Atessa Mario Tano); Di Girolamo [1] (Athletic Lanciano); Gius. Tracchia [1] (Fresa); Di Gennaro e Quintiliani (Lanciano); Barone, Di Nardo e Sferrella (Orsogna); Manneh e Pasquini (San Vito 83); D’Eusanio (Tollese)
2 Sciarrino [1], Venditti (Atessa Mario Tano); Luciano, Marino, Mirolli e Ruzzi (Atletico Cupello); Di Meco, Pierantoni (Orsogna); S. Piccirilli (Roccaspinalveti); Moretti (San Vito 83); Erragh (Scerni); Samba (Trigno Celenza); Natarelli (Vasto Marina); Pantalone (Virtus Ortona)
1 Iannone, Spinelli (Atessa Mario Tano); Fischio, Scopinaro e Valbonesi (Athletic Lanciano); Zara (Atletico Cupello); C. Di Laudo e Portellini (Fresa); Giancristofaro, Petrone e Vitali (Lanciano); Iarlori, Luciano e Valentini (Orsogna); Di Campli, Di Paolo, Iascio e M. Bosco (Paglieta); Battista, A. Farina e Orlando (Roccaspinalveti); Ciancaglini, Mar. D’Ercole, Ferrante, Ferrazzo, Lupo, Orunesu e Pomponio (Scerni); Piemonte e Spoltore (Tollese); Campitelli, Di Pendima [1], D’Ovidio, Kossiakov, Memmo e Tritapepe (Tre Ville); C. Antenucci [1], Di Nocco, Manneh, Piedigrosso e G. Serafini (Trigno Celenza); D’Adamo, Di Gennaro e Letto (Vasto Marina); D’Alessandro e Ranalli (Virtus Ortona)
PLURIMARCATURE
2 Quadriplette: Rapino (Athletic Lanciano), Cianci (Lanciano)
1 Tripletta: Del Peschio (Virtus Ortona)
14 Doppiette: 2 Sardella (Lanciano) e Vasiu (Vasto Marina); 1 Barry e Venditti (Atessa Mario Tano), Mirolli (Atletico Cupello), Di Gennaro e Tarquini (Lanciano), Moretti (San Vito 83), Erragh (Scerni), Samba (Trigno Celenza), Di Vito (Vasto Marina), Del Peschio (Virtus Ortona)

TUTTA LA SETTIMA GIORNATA
IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF

A San Salvo la partita di Cianci: poker dell’attaccante del Lanciano col Roccaspinalveti

L’attaccante rossonero esulta con Petrone

L’uomo del giorno in casa Lanciano è Alex Cianci, classe 1997, autentico mattatore nella sfida tra i rossoneri e il Roccaspinalveti giocata sul neutro di San Salvo: l’ex attaccante della Marcianese ha messo a segno 4 delle 8 reti con cui la squadra allenata da Alessandro Del Grosso ha surclassato i biancoverdi.

«Sono molto contento di come è andata la partita: non solo per i miei gol, ma anche per quello che ha espresso in generale la squadra, e per come sta lavorando il gruppo», afferma Cianci, chiamato in causa dopo meno di 10’ per l’infortunio a Tarquini: «Non è stata una sorpresa, perché il mister mi aveva detto di tenermi pronto, in quanto Alessandro avrebbe potuto avere dei problemi: così ho iniziato a riscaldarmi quasi da subito».




Partita più facile del previsto? «Sono un paio di anni che gioco in Prima Categoria e mi ricordavo di loro come una buona squadra, e pensavo che oggi avrebbero fatto più resistenza», commenta l’attaccante, che nella stagione precedente con la Marcianese a Roccaspinalveti ha rimediato una sconfitta per 1-0.

Quest’anno si gioca anche per qualche piccola “rivincita”? «Diciamo che in generale l’anno scorso era un contesto un po’ diverso: eravamo più un gruppo di ragazzi che giocava per divertirsi… Anche quest’anno comunque è così, perché si è creato un bel gruppo: ma fondamentalmente adesso è una cosa più seria e ci sono obiettivi più ambiziosi».

I compagni di squadra abbracciano Cianci dopo un gol

Il Lanciano punta apertamente a scalare a breve un paio di categorie, e per molti versi la testa è già al prossimo campionato di Promozione. In questo contesto Cianci come si vede? «Io cerco di fare sempre del mio meglio, sia per la squadra sia per migliorarmi costantemente: è ovvio che mi piacerebbe rimanere in questo progetto e sfruttare le opportunità offerte, perché è bello scendere in campo con i tifosi che ci applaudono ed esultare con loro a fine gara, in particolare per me che sono lancianese e ho l’onore di vestire questa maglia»

Poker a parte, Cianci non è certo un “novizio” del gol: a San Salvo si è sbloccato con la prima squadra, ma in due presenze con la formazione Juniores del Lanciano ha già realizzato due doppiette. Questi quattro gol che lo mettono di fatto in corsa per la classifica cannonieri meritano ad ogni modo una dedica, che l’attaccante fa «alla mia famiglia, a mio padre che ha sempre creduto in me, e alla mia ragazza».




LA CRONACA DI ROCCASPINALVETI-LANCIANO
TUTTA LA SETTIMA GIORNATA
IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN PDF