Ecco i gironi di Promozione: niente ripescaggio per il Lanciano

Il Lanciano resta fuori dal campionato di Promozione: la Figc Abruzzo ha ufficializzato oggi gli organici del torneo di Eccellenza e dei due gironi del secondo campionato regionale, nel quale come previsto sono stati ripescati Fater Angelini di Pescara e Sportland di Celano. L’unica speranza per i rossoneri resta la rinuncia di un club pericolante che è iscritto regolarmente, come è avvenuto un anno fa con il forfait del Sulmona a ridosso dell’inizio della stagione.




Nel girone B di Promozione, il raggruppamento dove avrebbe potuto essere inserito il Lanciano, ci sono Bucchianico, Casalbordino, Casolana, Castiglione Valfino, Fater Angelini Abruzzo, Fossacesia, Il Delfino Flacco Porto, Ortona, Palombaro, Passo Cordone, Piazzano, Raiano, Real Treciminiere, Sportland Celano, Sulmona, Val di Sangro, Villa 2015 e Virtus Pratola




Il girone A è invece composto da Alba Montaurei, Celano Marsica, Cologna, Fontanelle, Luco, Morro d’Oro, Mosciano, Mutignano, Notaresco, Nuova Santegidiese, Piano della Lente, Pontevomano, Pucetta, Rosetana, San Gregorio, Sant’Omero Palmense, Tossicia e Virtus Teramo.




Il Lanciano al momento è quindi destinato al campionato di Prima Categoria, i cui gironi non sono stati ancora definiti perché deve essere integrato l’organico. Sono stati perciò riaperti i termini di ripescaggio: le nuova domande dovranno essere presentate entro il 7 agosto, e quindi di prima questa data non saranno decisi i raggruppamenti.




Al campionato di Eccellenza 2017-2018 parteciperanno invece Alba Adriatica, Amiternina, Capistrello, Chieti, Cupello, Martinsicuro, Miglianico, Montorio 88, Paterno, Penne, Real Giulianova, Renato Curi Angolana, River Chieti 65, San Salvo, Sambuceto, Spoltore, Torrese e Acqua&sapone.

È il giorno dei gironi: oggi primo verdetto sulla categoria del Lanciano

Oggi la Figc Abruzzo ufficializza i gironi del campionato di Promozione, categoria per la quale il Lanciano del presidente Fabio De Vincentiis ha chiesto il ripescaggio. I rossoneri sono terzi in graduatoria ma i posti liberi sono due, virtualmente già occupati dallo Sportland di Celano e dalla Fater Angelini di Pescara.




Per accedere in Promozione il Lanciano deve sperare che emerga la posizione irregolare di un’altra società, o che rinunci al campionato un club che abbia già regolarizzato la propria posizione. Quest’ultima eventualità potrebbe comunque verificarsi anche nei prossimi giorni, come avvenuto un anno fa con il ritiro del Sulmona dopo Ferragosto.




Ad ogni modo entro il pomeriggio sono attese comunicazioni ufficiali sulla composizione dei principali campionati regionali: sarà un primo verdetto che potrebbe però anche non essere definitivo.

Il Palombaro regolarizza l’iscrizione al campionato di Promozione

Il Palombaro, una delle due squadre che potenzialmente poteva lasciare un posto per il ripescaggio del Lanciano in Promozione, ha fatto sapere di aver regolarizzato la propria iscrizione. La società gialloblù venerdì aveva presentato una domanda incompleta, come pure il Castello 2000.




Adesso si riducono al lumicino le speranze per il club rossonero di essere ammesso in Promozione, perché il Lanciano è terzo in graduatoria e al momento c’è un solo posto libero sicuro, e un altro vincolato all’eventuale forfait dei castellani. I frentani devono perciò sperare nella rinuncia di un’altra squadra nelle prossime settimane.

Il campionato 2017-2018 del Lanciano: le ipotesi di girone in Promozione e in Prima Categoria





Con l’ufficializzazione delle squadre che hanno presentato l’iscrizione al prossimo campionato, comprese le due sub iudice che danno speranza per il ripescaggio del Lanciano, è più facile ipotizzare il girone nel quale giocheranno i rossoneri nella stagione 2017-2018.

Se si concretizza l’agognato ripescaggio in Promozione, con il criterio solitamente adottato dalla Figc abruzzese, il Lanciano sarebbe inserito nel raggruppamento B. Qui ritroverebbe le due neopromosse che nell’ultimo campionato di Prima Categoria hanno giocato contro la Marcianese, l’Ortona primo classifico e il Piazzano promosso ai play off. Ci sarebbero anche i pescaresi della Fater Angelini, che hanno perso la finale degli spareggi col Piazzano e sono avanti al Lanciano nella graduatoria per il ripescaggio.

Il calcio d’inizio della partita tra Piazzano e Marcianese allo stadio di Montemarcone

Ci sono poi le squadre che, in ordine di classifica, si sono piazzate nello stesso raggruppamento del terzo posto in poi: Il Delfino Flacco Porto di Pescara, Passo Cordone di Loreto Aprutino, Val di Sangro, Sulmona (ex Sulmonese Ofena), Raiano, Bucchianico, Fossacesia, Villa 2015 di Francavilla, Casalbordino, Castiglione Val Fino di Castiglione Messer Raimondo e Sporting Casolana.

Dall’Eccellenza sono retrocesse Virtus Teramo e Morro d’Oro, destinate al girone A. Quindi, per portare a 18 squadre l’organico, dovranno traslocare tre formazioni nel B: nel caso venissero prese dalla provincia dell’Aquila, potrebbero essere LucoCelano e Sportland Celano (quest’ultima sarebbe ripescata); mentre dal Teramano potrebbero arrivare le due più a vicine al confine con la provincia di Pescara, Fontanelle e Mutignano, frazioni rispettivamente di Atri e di Pineto, e una tra Cologna e Notaresco.




Nella malaugurata ipotesi che i rossoneri non venissero ripescati, si troverebbero di nuovo nel girone B di Prima, destinato alle formazioni dell’Abruzzo sudorientale. Qui la grossa novità per il calcio lancianese sarebbe la stracittadina con l’Athletic Lanciano, nuova denominazione del Guastameroli che ha ceduto il titolo sportivo alla dirigenza del Lanciano Fc, che l’anno scorso ha preso parte al campionato di Terza Categoria.

Ci sono poi gli altri avversari affrontati dalla Marcianese nella precedente stagione che, in ordine di classifica, sono Scerni, San Vito 83, Sporting San Salvo, Roccaspinalveti, Paglieta, Tollese, Trigno Celenza e Fresa. In forse la conferma del Real Montazzoli, che pure deve perfezionare l’iscrizione entro lunedì.

Una fase dell’incontro al Biondi tra i rossoneri e il San Vito 83

Dal girone F di Seconda Categoria sono state promosse l’Atletico Cupello e l’Atessa Mario Tano, club che sta preparando una squadra per un campionato di vertice. Dalla Promozione sono invece retrocesse Vasto MarinaVirtus Ortona.

I gironi di Prima Categoria sono solitamente da 16, per cui dovrebbero essere spostate una o due squadre da altri gironi, e in particolare da quello C dove ci sono le formazioni della nostra provincia. In questo caso potrebbe essere aggregato al raggruppamento B l’Orsogna, come pure Sant’Anna di Chieti o Giuliano Teatino in caso di necessità; eventualmente c’è anche il Canosa, altro club che deve perfezionare l’iscrizione.

Iscrizioni incomplete di Castello e Palombaro: Lanciano deve sperare nel forfait di entrambi per il ripescaggio in Promozione

Tutte le società aventi diritto si sono iscritte regolarmente al campionato abruzzese di Eccellenza, mentre in Promozione al momento ci sono due iscrizioni sub iudice. In pratica, pur avendo presentato la domanda nei termini previsti, Castello 2000 e Palombaro Calcio 1975 devono perfezionare le pratiche entro mezzogiorno di lunedì 31 luglio. In caso contrario, come ha reso noto in serata il direttivo della Figc Abruzzo, saranno escluse dal campionato di Promozione 2017-2018: tradotto in soldoni, lasceranno libero il posto che vuole il Lanciano.




Il club rossonero è infatti terzo nella graduatoria per il ripescaggio dalla Prima Categoria: Fater Angelini di Pescara e Sportland Celano si giovano infatti dei punti che dà la partecipazione ai play off e del miglior piazzamento in campionato rispetto alla Marcianese, il club cittadino che ha ceduto il titolo sportivo per consentire la nascita del nuovo Lanciano.




Un posto è stato già liberato grazie al ripescaggio del Francavilla in D, per il quale Fabio De Vincentiis, oggi presidente del Lanciano, ha presentato richiesta quando era ancora era proprietario del sodalizio giallorosso. Il passaggio dei francavillesi nella divisione interregionale permette il ripescaggio in Eccellenza dell’Amiternina, che quindi libera un primo posto in Promozione.




Per scalare fino al Lanciano però servono altri due forfait: ormai possono arrivare solo quelli dei club di Castel di Sangro e Palombaro. Perciò si saprà solo tra una settimana se la corazzata allestita da De Vincentiis potrà recitare un ruolo da protagonista in Promozione, o se andranno rivisti i piani della dirigenza per riportare Lanciano in categorie più consone al proprio blasone.

Ripescaggi, tra lunedì e martedì i verdetti sulle iscrizioni

Tra lunedì e martedì sono attesi i verdetti sulle iscrizioni ai campionati regionali di Eccellenza e Promozione, che il Lanciano aspetta con ansia per sapere quante possibilità ha concretamente il club rossonero di essere ripescato in Promozione.




Venerdì a mezzogiorno è scaduto il termine per iscriversi ad Eccellenza, Promozione e Prima Categoria: da lunedì il comitato abruzzese della Figc analizzerà le domande e ne verificherà la regolarità. Un primo responso potrebbe quindi arrivare già in serata o per martedì mattina.




Il Lanciano è reduce dal campionato di Prima, dove ha partecipato come Marcianese. Nella graduatoria per i ripescaggi però i rossoneri sono preceduti da Fater Angelini di Pescara e Sportland Celano, che hanno un punteggio maggiore soprattutto grazie al piazzamento in campionato e alla disputa dei play off.




Un posto però è stato già liberato dal ripescaggio del Francavilla in D, che a sua volta consente all’Amiternina (unico club che chiede il ritorno in Eccellenza) di rientrare nel massimo torneo regionale. I frentani devono sperare in altri due forfait per avere la certezza di entrare in Promozione. Più difficile che si liberi un altro posto con l’ammissione in D del Paterno in D, molto più indietro del Francavilla nella graduatoria per i ripescaggi dall’Eccellenza.

Ripescaggi in Promozione: Francavilla ha già liberato un posto, Paterno legato ad altri forfait in C e D

Un posto per i ripescaggi nei campionati abruzzesi è praticamente libero: è quello che lascerà il Francavilla ormai ammesso nella divisione interregionale. Il club giallorosso, fino alla scorsa stagione guidato dal presidente del Lanciano Fabio De Vincentiis, è infatti terzo nella graduatoria ufficiale dei ripescaggi.




Hanno già rinunciato a disputare la D sei squadre: Ancona, Altovicentino, Macchia, Melfi, Racing Roma e Real Metapontino. Saliranno perciò dall’Eccellenza Sasso Marconi, Olginatese, appunto il Francavilla, Recanatese, Acireale e Roccella. Graduatoria dei ripescaggi alla mano hanno inoltre buone possibilità di salire di categoria, sempre nell’ordine, Cittanovese, Sangiovannese, Tortona, Levico Terme e Muravera: questi club sono in D se entro il 28 luglio altrettante società presentano domanda per essere ammesse in C in seguito alle mancate iscrizioni di Como, Latina, Maceratese, Mantova e Messina.




Più limitate invece le possibilità del Paterno, che in caso di ripescaggio dall’Eccellenza in D liberebbe a scalare un altro posto buono per il Lanciano in Promozione. I marsicani seguono nella graduatoria Agropoli, Legnano, Castrovillari e Virtus Castelfranco, e sono a loro volta seguiti dal Tergu Plubium. Le speranze di quest’ultimo lotto di club sono legate alle defezioni delle società bocciate in primo grado dalla Covisod che non ce la faranno entro lunedì 24 luglio, nonché da altre clamorose esclusioni in Lega Pro (e relative richieste di ripescaggio) attese per oggi.




Al momento il grosso delle speranze per l’ammissione del Lanciano in Promozione sono quindi legate alle rinunce dei club abruzzesi che hanno diritto a partecipare al prossimo campionato 2017-2018, ma che entro le 12:00 di venerdì 21 luglio non presenteranno la domanda di iscrizione. In caso di due mancate iscrizioni, sarà quasi automatico il ripescaggio dei rossoneri, terzi nella graduatoria delle richieste di Prima Categoria.