Il Lanciano ne fa quattro al San Vito 83

I rossoneri sbloccano a fine primo tempo con Natalini e chiudono la gara a inizio ripresa con Giancristofaro e Tarquini. Tutte le reti ispirate da Sardella 

LANCIANO-SAN VITO 83 4-0 (1-0)
DOMENICA PRIMO OTTOBRE 2017 – 15:30 – GUIDO BIONDI DI LANCIANO
Di Vincenzo, Giancristofaro, Shipple (33’ st La Morgia), Quintiliani (27’ st De Rentiis), Scudieri, Natalini, Val (19’ st Rullo), Petrone, Tarquini, Di Gennaro (10’ st Cianci), Sardella (24’ st Vitali). A disposizione: Rossetti, Nativio. Allenatore: Alessandro Del Grosso
Nenna, Toppeta (5’ st Marconetti), Perrucci, Sanyang, Primiterra, Tosti, Moretti (39’ st Bellucci), Toro (5’ st A. Catenaro), Pasquini (30’ st Di Renzo), Iezzi (22’ st F. Catenaro), Manneh. A disposizione: Lanci, Sgrignoli. Allenatore: Gianluca Staniscia
ARBITRO Alessio Speziale di Pescara
RETI 43’ pt Natalini, 1’ st Giancristofaro, 4’ st Tarquini, 22’ st Quintiliani
NOTE Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria del vicesindaco di Lanciano Pino Valente; ammoniti Giancristofaro del Lanciano e Bellucci del San Vito 83; angoli 16-0; recupero 1’ pt 3’ st; spettatori circa 1.800





Il Lanciano suda più del previsto per avere ragione della coriacea difesa sanvitese, ma alla fine riesce a chiudere in vantaggio un primo tempo giocato costantemente dentro o a ridosso dell’area di rigore ospite, e a chiudere di fatto la partita a inizio ripresa. Del Grosso parte il 4-3-3 (con gli esterni che spesso si scambiano) che ha segnato la svolta nella gara di sabato scorso all’Aragona. Dall’altro lato Staniscia rinuncia al più offensivo Di Renzo per coprirsi con Iezzi davanti alla difesa, e lascia avanti il solo Manneh per sperare di sfruttare il contropiede.

Il minuto di raccoglimento prima della partita

La prima vera occasione da rete si registra al 7’, con Tarquini che mette Di Gennaro davanti alla porta quasi sguarnita, ma Sanyang anticipa per spazzare. Al 13’ Petrone guadagna il fondo sulla destra e crossa teso per Sardella che sul secondo palo sfiora il palo di testa. Al 16’ Sardella di testa appoggia la palla sui piedi di Petrone, che al volo impone a Nenna un’impegnativa deviazione in corner; sul conseguente angolo sono di nuovo i pugni del portiere sanvitese a negare il vantaggio a Sardella che calcia direttamente in rete.




Al 19’ è Giancristofaro, all’esordio da titolare per l’infortunato Boccanera, a ad andare vicino alla rete: Tarquini la mette in mezzo tesa dalla destra ma la deviazione del terzino lancianese da pochi passi è centrale e facile preda di Nenna. Ancora più clamorosa è la palla gol che sciupa Di Gennaro alla mezzora: uno spiovente di Quintiliani pesca il capitano davanti alla porta, ma l’estremo biancazzurro intercetta sia il colpo di testa sia la successiva ribattuta.

Un’azione offensiva dei rossoneri

Si registrano un paio di tentativi dalla distanza, con Quintiliani e Tarquini che non indovinano lo specchio, come invece fanno al 30’ prima Sardella in area defilato lanciato da Tarquini, e poi Natalini con un’inzuccata sul corner successivo, ma in entrambe le occasioni Nenna mette in angolo. Il Lanciano tiene alta la pressione e schiaccia gli ospiti: è emblematico il numero di angoli battuti nel primo tempo. L’1-0 lo divora Quintiliani al 40’: pallonetto di Di Gennaro da un alto all’altro dell’area piccola e destro morbido clamorosamente fuori.




Al 41’ Di Gennaro di testa colpisce la traversa. Il bunker biancazzurro viene scardinato all’11esimo corner: lo tira Sardella, che a centro area trova Natalini pronto alla botta in acrobazia che sbatte sulla traversa e rimbalza dentro la porta. Il centrale difensivo a tempo scaduto sfiora anche il raddoppio in scivolata, su un tiro cross di Petrone, ma l’impatto con la palla sul secondo palo non è fortunato.

Il tifo lancianese in curva e nel settore sud della tribuna

Inizia la ripresa e il Lanciano in pochi minuti chiude di fatto la partita. Al 1’ tiro di Sardella, respinta di Nenna e Giancristofaro ribatte in rete con una fucilata da pochi passi. Tre minuti e Tarquini appoggia in rete a porta vuota un cross morbido di Sardella. I rossoneri continuano a fare la gara al piccolo trotto, comunque tenendo il pallino del gioco e manovrando costantemente nella metà campo ospite. Il poker lo firma Quintiliani di testa su assist di Sardella, anche stavolta dalla bandierina, e per la quarta volta con Sardella coinvolto direttamente nell’azione del gol.




Tarquini manca la doppietta personale al 41’, quando imbeccato da Vitali nell’area piccola controlla e manda di poco a lato. Dall’altro lato, a 3’ dallo scadere, Andrea Catenaro su punizione fa registrare la prima conclusione a rete degli ospiti, ma il tiro centrale viene bloccato facilmente da Di Vincenzo. Su punizione ci prova anche Rullo, spendendo la palla alla destra del portiere. Finisce con un’altra festa del Lanciano, che si conferma corazzata in campo e club di categoria nettamente superiore sugli spalti, con il pubblico che per quantità supera quello del debutto con la Virtus Ortona.

Giancristofaro festeggiato dai compagni dopo il raddoppio

IL CALENDARIO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE B IN FORMATO PDF

TUTTA LA TERZA GIORNATA

Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2017-2018 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.