La maglia 2018-2019 del Lanciano ispirata al ’68: una tradizione che va dagli anni ’30 alla Serie B





Il Lanciano 2018-2019 tornerà in campo con una divisa a strisce rossonere larghe, come era avvenuto l’ultima volta nei primi campionati di Serie B. A ispirare le divise presentate questa sera nell’ex Casa di conversazione sono state però le casacche della Pro Lanciano di fine anni ’60.

Di Vincenzo, La Selva e Scudieri con le divise del Lanciano 2018-2019

L’intento è infatti quello di celebrare i 50 anni dalla vittoria del torneo di Prima Categoria 1967-68, poiché a distanza di mezzo secolo i rossoneri sono tornati a vincere un campionato che si chiama Prima Categoria, pur essendo quella del ’68 una competizione di tutt’altro livello, in quanto all’epoca era la massima divisione regionale dalla quale si passava in Serie D.

Una formazione della Pro Lanciano che posa prima di un incontro allo stadio appena inaugurato

La maglia con le strisce molto larghe, praticamente una nera centrale con due rosse ai lati e ulteriori due nere che girano sui fianchi, riportano comunque a una tradizione ben più antica. Per trovare la prima volta i rossoneri che indossano una casacca con questo disegno bisogna risalire infatti alla fine degli anni ’30.

Giuseppe Giannattasio in divisa rossonera nel 1939

In particolare la casacca a bande larghe fu vestita da quel Lanciano passato alla storia come “i ragazzi di Baccilieri”: nei tornei ufficiali tra il 1937, e poi anche fino alla Serie C 1940-41, i calciatori frentani avevano appunto una divisa simile a quella che il Lanciano proporrà nel prossimo campionato di Promozione.



Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.