Paciarella presenta La Selva: «Rapidità, tecnica, tenacia e grande altruismo»

L’arrivo dell’attaccante Andrea La Selva è l’unico colpo del mercato estivo del Lanciano. Salvo imprevisti, non ci saranno altri innesti di rilievo, e a ribadirlo è anche il direttore sportivo Antonio Paciarella: «La squadra adesso è sistemata: avevamo detto che avremmo preso un unico non fuori quota di spessore, e oggi è arrivato».




«Ora non resta che integrare la rosa con gli under», aggiunge Paciarella, «dopo Biagio Mastronardi, arriverà un 2011 che firmerà a giorni, e in ritiro ci sarà qualche fuori quota in prova, soprattutto portieri, oltre a ragazzi della Juniores e diversi 2002 ai quali diamo la possibilità di mettersi alla prova».

Da destra Paciarella, La Selva e Davide De Vincentiis

Il diesse rossonero è convinto del valore di La Selva: «Lo conosco da bambino perché frequento lo stabilimento dei genitori: l’ho visto fare i primi palleggi», ricorda Paciarella, «ma soprattutto gli ho visto muovere i primi passi da calciatore al Francavilla, dove già aveva dimostrato di essere un giocatore di spessore».




«È un attaccante rapido, tecnico, abile nel dribbling, con una grande progressione», dice ancora il diesse del nuovo acquisto, «ma, al di là delle caratteristiche tecniche, è anche molto altruista, ed è per questo che fa pochi gol: cerca molto il compagno. In più è uno che in campo non molla mai, neanche nelle partitelle d’allenamento!».

Questa voce è stata pubblicata in Stagione 2018-2019 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.